La componente dell'olio di cannella può contribuire a trattare determinate infezioni batteriche

I ricercatori hanno trovato che una componente importante dell'olio di cannella può contribuire ad annullare determinate infezioni batteriche.

Dott. Sanjida Topa dall'università tecnologica di Swinburne, Australia, guardata verso medicina tradizionale per trattare le infezioni batteriche. Il Dott. Topa ha usato la cinnamaldeide (cad), una componente dei petroli essenziali della cannella.

In un documento pubblicato in microbiologia, i ricercatori hanno verificato l'abilità di cad allo smembramento il livello protettivo che si forma sopra le infezioni di Pseudomonas aeruginosa.

La ricerca ha trovato che il cad ha ripartito 75,6% dei biofilms di aeruginosa del P. Oltre a questo, il cad egualmente ha pregiudicato la formazione di biofilms e la capacità dei batteri spargersi. Il Dott. Topa ha detto, “questi risultati definitivamente contribuiscono alla ricerca degli antimicrobici novelli.„

Il aeruginosa del P. è una causa comune dell'infezione batterica in pazienti immune-compromessi, compreso quelle con fibrosi cistica, il diabete o il cancro. Durante l'infezione, i batteri raggruppano insieme e formano un livello protettivo conosciuto come un biofilm. I Biofilms fungono da carter contro gli antibiotici ed il sistema immunitario, rendente le infezioni molto difficili annullare.

Poichè i batteri resistenti agli antibiotici continuano ad aumentare, è importante che i ricercatori trovano i modi alternativi affrontare le infezioni batteriche. È sperato che questi risultati siano utili nel trattamento delle infezioni dell'interfaccia.

Il Dott. Topa ha detto, “lavorazione di cinnamaldeide per i trattamenti di superficie, per esempio [trattare] le infezioni dell'interfaccia, potrebbero essere la prima applicazione diretta.„

Sorgente: https://microbiologysociety.org/news/press-releases/cinnamon-essential-oil-could-make-bacterial-infections-easier-to-treat.html