I telomeres di sangue possono contribuire a predire il rischio di peggioramento o di morte di malattia nei pazienti di COPD

Alcuni pazienti con COPD dimostrano i segni dell'invecchiamento accelerato. In un nuovo studio ha pubblicato nei ricercatori del TORACE® del giornale riferiscono quello i telomeres di misurazione di sangue, un indicatore di invecchiamento delle celle, possono essere usato per predire il rischio futuro di peggioramento o di morte della malattia. Più ulteriormente, hanno determinato che il azithromycin della droga può aiutare i pazienti con i brevi telomeres, un indicatore di più invecchiamento biologico rapido, evitano i risultati clinici negativi.

“Gli studi precedenti hanno suggerito che COPD potesse essere una malattia dell'invecchiamento accelerato per varie ragioni compreso il suo rapporto stretto ai disordini in relazione con la senescenza, quali osteoporosi e demenza ed il suo aumento esponenziale nella prevalenza oltre 50 anni. Un biomarcatore importante della senescenza ripetitiva è lunghezza del telomere. È conosciuto che i brevi telomeres sono associati con i comorbidities comuni di COPD, quali la malattia cardiovascolare ed il cancro, ma non è stato conosciuto se c'è una relazione fra i telomeres di sangue ed i risultati in relazione con il paziente in COPD,„ ha spiegato il principale inquirente Don D. Sin, il MD, FCCP, del centro per innovazione cuore-polmoni, l'ospedale di St Paul ed il dipartimento di medicina (divisione respiratoria) dell'università di British Columbia, Vancouver, BC, il Canada.

Telomeres è sequenze ripetitive specifiche del DNA trovate sulle estremità dei cromosomi. Piuttosto come i puntali, i suggerimenti di plastica protettivi trovati alle estremità dei laccetti, contribuiscono ad impedire gli eventi nocivi del DNA compreso le ricombinazioni o le eliminazioni genetiche anormali. Ogni volta le repliche delle cellule, i telomeres diventano progressivamente più brevi finché non cessino di dividersi, un trattamento conosciuto come invecchiamento cellulare o la senescenza.

I ricercatori hanno usato i dati dal Azithromycin del macrolide per la prevenzione delle esacerbazioni dello studio di COPD (MACRO), che hanno incluso i partecipanti da 17 siti attraverso 12 centri sanitari accademici negli Stati Uniti. Questo studio ha incluso 576 pazienti con COPD moderato--severo, che aveva fornito un campione di sangue per l'analisi del DNA. La lunghezza assoluta del telomere è stata misurata per determinare l'età delle celle nei campioni di sangue. La ricerca precedente aveva trovato che la misura del telomere nei leucociti di sangue (globuli bianchi) è stata associata con i risultati clinici nel tessuto polmonare. I ricercatori hanno diviso il gruppo nelle persone con le più brevi e lunghezze più lunghe del telomere, facendo uso del valore mediano della lunghezza assoluta del telomere come il taglio. I pazienti sono stati seguiti per fino a 3,5 anni.

I ricercatori hanno trovato che i pazienti con i brevi telomeres, indicanti i globuli più rapido invecchianti, erano 50 per cento più probabili da avere le esacerbazioni (nuovi o sintomi respiratori aumentati) e nove volte più probabilmente morire che quelle con i telomeres normali di sangue. I pazienti con i brevi telomeres egualmente hanno avvertito lo stato di salute peggiore e la qualità di vita più scadente. Lo stato di salute è stato misurato facendo uso del questionario respiratorio di St George (SGRQ), che valutazione inclusa delle attività quotidiane, dei sintomi respiratori e dell'impatto psicologico percepito.

“Le buone notizie sono che queste differenze non erano quando i pazienti con i brevi telomeres sono stati curati con la terapia quotidiana del azithromycin,„ il Dott. riferito osservato Sin. “Questo suggerisce che questo biomarcatore di sangue possa aiutare selezionato quei pazienti con COPD che trarrà giovamento la maggior parte dal trattamento del azithromycin. I telomeres periferici del leucocita sono prontamente accessibili e facili da misurare; quindi, possono rappresentare un biomarcatore clinicamente traducibile per la rischio-stratificazione paziente e persone dell'identificazione al rischio aumentato di risultati paziente-centrati povero in COPD.„