Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori scoprono il gene quel ruolo dei giochi nella cocainomania

La cocaina può avere un effetto devastatore sulla gente. Direttamente stimola più d'importanza il centro della ricompensa del cervello e, induce i cambiamenti a lungo termine ai circuiti della ricompensa che sono responsabili dei comportamenti inducenti al vizio. Il d'Exaerde di Alban de Kerchove dal Université Libre il de Bruxelles, Belgio ed i suoi colleghi ora ha scoperto che un gene ha chiamato i giochi Maged1 un ruolo cruciale nel gestire queste mutazioni patologiche. Questa individuazione, pubblicata oggi nei rapporti dell'EMBO, apre la porta alle indagini successive nei meccanismi molecolari che sono alla base degli adattamenti dipendenza-associati nel cervello.

Maged1 è un membro di una famiglia dei geni che il primo ha guadagnato l'attenzione perché sono attivi in tumori. Tuttavia, Maged1 egualmente funziona nel cervello ed è stato indicato per giocare un ruolo nel fating neurale e la risposta agli antideprimente. Inoltre, l'attivazione del gene Maged1 è alterata dal trattamento cronico della cocaina. Quindi, il d'Exaerde di de Kerchove ed i colleghi precisano per studiare se Maged1 svolge un ruolo nella cocainomania.

Ogni animale, compreso gli esseri umani, ritiene il piacere quando si impegna in determinati comportamenti, come il cibo, bere o procreare. Gli stimoli rewarding piombo alla versione di dopamina dall'area tegmental ventrale (VTA) del cervello ad altre regioni del cervello che sono connesse al VTA, pricipalmente nel nucleus accumbens (NAc), il hub del sistema della ricompensa. La cocaina direttamente pregiudica il sistema della ricompensa bloccando la rimozione di dopamina dalle sinapsi, piombo ad un impulso della dopamina che sovra-attiva i circuiti. Questo eccesso di dopamina induce i cambiamenti duraturi nel cervello, finalmente piombo alla dipendenza.

Alcuni dai dei cambiamenti indotti da cocaina si presentano nella corteccia prefrontale. In animali sani, i comportamenti prefrontali di comandi della corteccia quale il regolamento di emozione e di controllo inibitorio. Alterazioni in queste strutture dopo che l'abuso della cocaina è pensato per mediare molti dei sintomi che caratterizzano la dipendenza come alla ricerca di droga, nella perdita di controllo e nel processo decisionale del povero.

Il d'Exaerde ed i colleghi di De Kerchove hanno osservato che i mouse che mancano del gene Maged1 erano interamente insensibili a cocaina e che la versione di dopamina nel NAc è diminuita. Non hanno mostrato alcuna reazione osservata normalmente dopo che il trattamento della cocaina, quale la sensibilizzazione della droga, un effetto aumentato del seguire della droga ha ripetuto le dosi o il comportamento inducente al vizio come la ricerca sui posti in cui l'animale prevede una ricompensa della cocaina o un'automatico-amministrazione della droga. In una serie di esperimenti successiva, i ricercatori hanno controllato il ruolo di Maged1 nelle aree differenti del cervello ed hanno trovato che specificamente è richiesto nella corteccia prefrontale e non nei neuroni producendo la dopamina nel VTA per lo sviluppo della sensibilizzazione della cocaina e della versione della dopamina.

Soltanto molto poche mutazioni sono conosciute per indurre una mancanza completa di risposta comportamentistica a cocaina. Altri membri di questo piccolo gruppo sono componenti stabilite del sistema della ricompensa. Maged1 servisce così da punto di ingresso nuovo di promessa nell'analisi dei meccanismi che sono alla base della tossicodipendenza.