I ricevitori olfattivi svolgono il ruolo patofisiologico in tutti gli organi che soltanto la percezione dell'odore

I numerosi studi fin qui hanno indicato che i ricevitori olfattivi sono pertinenti non solo per la percezione dell'odore, ma che egualmente svolgono un ruolo fisiologico e patofisiologico significativo in tutti gli organi. Una generalità dei ricevitori individuati finora e delle funzioni che compiono all'interno del corpo umano sono forniti da prof. il Dott. il Dott. il Dott. habil. Hanns Hatt e Dott. Désirée Maßberg dal dipartimento per Cellphysiology a Ruhr-Universität Bochum, pubblicato nelle rassegne fisiologiche del giornale; previsione online disponibile il 13 giugno 2018. Elaborano, per esempio, le applicazioni cliniche potenziali, particolarmente riguardo alla diagnosi del cancro e terapia ed essi discutono i punti che gli scienziati hanno ancora catturare per assicurarsi che la piena capacità dei ricevitori possa essere utilizzata per le applicazioni nel campo medico, ma anche nei prodotti di cura e di salubrità.

Effetti biologici delle cellule differenti

Nel 2003, il gruppo intestato da Hanns Hatt ha dimostrato per la prima volta che i ricevitori olfattivi compiono le funzioni importanti in tessuti fuori del radiatore anteriore; successivamente, i ricercatori a Bochum ed in altri laboratori hanno descritto con successo il ruolo dei ricevitori olfattivi in più di 20 tipi differenti di tessuti umani. La maggior parte del DNA aggiornato che ordina i metodi era strumentale per la raccolta di nuove informazioni sui reticoli quantitativi e specifici di distribuzione. È emerso che 5 - 80 tipi differenti di ricevitori olfattivi possono essere trovati per tessuto.

“I ricevitori olfattivi fuori del radiatore anteriore, tuttavia, realmente non hanno molto da fare con odorare come tale,„ dice Hanns Hatt. “Piuttosto, dovremmo riferirci nei termini più generali, vale a dire come chemocettori.„ Se una molecola attiva un tal ricevitore, può stimolare le celle moltiplicare, muovere, o rilasciare i trasmettitori chimici specifici. La morte delle cellule egualmente è influenzata dai ricevitori olfattivi. gli effetti Cella-biologici sono molti e diverso precisamente perché i ricevitori olfattivi hanno la capacità di inserire le vie di segnalazione differenti in celle.

Ricevitori olfattivi in cellule tumorali

Le cellule tumorali contengono spesso i ricevitori olfattivi specifici nei grandi numeri - quei spesso differenti a quelli trovati in celle in buona salute. In loro articolo, gli autori da Bochum descrivono che i ricevitori olfattivi possono essere utilizzati così come indicatori specifici per i tumori e le loro metastasi e, conseguentemente, per essere utili per la diagnosi del cancro. Inoltre, Hatt e Maßberg li considerano di avere potenziale per la terapia del cancro, particolarmente nel caso dei tumori che sono facilmente accessibili per gli odoranti, per esempio nel cancro di vescica o intestinale.

“Inoltre, le applicazioni nel campo del benessere e della sanità sono similarmente concepibili,„ elabora Hanns Hatt. Peli la rigenerazione, digestione intestinale e la crescita dei capelli può essere regolamentata tramite ricevitori olfattivi. Questo metodo terapeutico già sta essendo applicato per la riparazione del tessuto e per la promozione della digestione.

Ricerca approfondita necessaria

Per sfruttare i ricevitori potenziali nelle aree descritte sopra, gli autori precisano che la ricerca approfondita in corso rimarrà necessaria. “Purtroppo, gli odoranti d'attivazione di soltanto circa 50 dei 350 ricevitori olfattivi umani sono stati identificati fin qui,„ illustra Hanns Hatt. Lo considera uno scopo essenziale della ricerca di decodificare i ricevitori olfattivi supplementari, di trovare le vie pertinenti di segnalazione e di fare luce sulla funzione dei ricevitori in un organismo vivente.

“Un'altra sfida principale sta trasferendo i risultati di ricerca di base nelle applicazioni cliniche,„ spiega Hatt. “In futuro, odoranti di spiegamento per l'attivazione o il blocco dei ricevitori aprirà vasta una gamma completa ed efficace di approcci terapeutici novelli nel campo di farmacologia.„