L'uso regolare della protezione solare protegge i giovani dal melanoma

Un mondo-primo studio piombo dall'università di Sydney ha trovato che gli australiani hanno invecchiato 18-40 anni che erano utenti regolari di protezione solare nell'infanzia hanno diminuito il loro rischio di sviluppare il melanoma da 40 per cento, confrontato a coloro che ha usato raramente la protezione solare.

Il melanoma è il cancro più comune diagnosticato in uomini australiani di 25-49 anni e secondo cancro comune in donne di 25-49 anni, dopo cancro al seno. Circa due in tre australiani saranno diagnosticati con il melanoma o altri tipi di cancri di interfaccia prima che abbiano 70 anni.

Pubblicato oggi in dermatologia di JAMA, questo è il primo studio per esaminare l'associazione fra uso della protezione solare con il rischio del melanoma in giovani al di sotto di 40 anni. I dati analizzati studio si sono raccolti quasi da 1700 persone che hanno partecipato allo studio australiano della famiglia del melanoma.

“Il nostro studio indica che l'uso della protezione solare nell'infanzia e nell'età adulta era protettivo contro il melanoma in giovani 18-40 anni, con il loro rischio diminuito da 35 - 40 per cento per gli utenti regolari della protezione solare confrontati alla gente che lo ha usato raramente,„ ha detto il professore associato Anne Cust del ricercatore del cavo, che dirige il gruppo di ricerca dell'epidemiologia del Cancro e di prevenzione all'università di banco di Sydney dell'istituto Australia del melanoma e di salute pubblica.

“L'associazione dell'esposizione e della solarizzazione del sole con il rischio del melanoma, specialmente nell'infanzia, è affermata e questo studio ha mostrato che quello facendo uso di protezione solare era regolarmente protettivo contro gli effetti nocivi dell'esposizione del sole.

“Gli utenti regolari di protezione solare erano più probabili essere femminili, più giovani, dell'ascendenza europea britannica o nordica ed hanno i livelli di istruzione superiore, la pigmentazione più leggera dell'interfaccia e una forte cronologia di solarizzazione di vescica.

“La gente era meno probabile usare la protezione solare se fossero maschii, più vecchie, meno istruite, o avessero interfaccia che era più scura o più resistente alla solarizzazione.

“Malgrado protezione solare essere ampiamente - disponibile e raccomandato per la protezione del sole, ottimizzando l'uso delle protezioni solari rimane una sfida e le controversie continuano a circondare il suo uso.

“Questo studio conferma che la protezione solare è un efficace modulo della protezione del sole e diminuisce il rischio di sviluppare il melanoma come giovane adulto. La protezione solare dovrebbe applicarsi regolarmente durante l'infanzia ed in tutto l'età adulta ogni volta che l'indice analitico UV è 3 o sopra, per diminuire il rischio di sviluppare il melanoma ed altri cancri di interfaccia.

“Alcuni sottogruppi della popolazione quale la gente con ad interfaccia Sun sensibile o con molte mole potrebbero ottenere un più forte vantaggio dal usando la protezione solare,„ ha detto.

Sorgente: https://sydney.edu.au/