Studio: L'analisi del sangue può predire la risposta dei pazienti di carcinoma della prostata avanzati ai trattamenti

Uno studio di collaborazione internazionale fra l'istituto di ricerca di salubrità di Lawson, il centro commemorativo del Cancro di Sloan Kettering, il Marsden reale e le scienze epiche è uno del primo per dimostrare che un'analisi del sangue può predire come i pazienti con carcinoma della prostata avanzato reagiranno ai trattamenti specifici, piombo alla sopravvivenza migliore.

Lo studio ha usato una prova liquida di biopsia sviluppata dalle scienze epiche della società molecolare di sistemi diagnostici che esamina le cellule tumorali di circolazione (CTCs) in campioni di sangue dai pazienti con carcinoma della prostata avanzato che stanno decidendo se passare dalla terapia d'ottimizzazione alla chemioterapia. CTCs è cellule tumorali che lasciano un tumore, entrano nella circolazione sanguigna ed invadono altre parti del corpo, causanti la diffusione di cancro.

La prova identifica indipendentemente da fatto che il CTCs di un paziente contiene una proteina chiamata AR-V7 nel nucleo delle cellule. Il gruppo di ricerca ha precisato per determinare se la presenza di questa proteina ha predetto il quale trattamento il meglio avrebbe prolungato la vita di un paziente. Hanno trovato che i pazienti che hanno verificato il positivo a proteina hanno reagito il più bene alla chemioterapia basata a taxano mentre coloro che ha verificato la quantità negativa a proteina hanno reagito il più bene alla terapia d'ottimizzazione con le droghe chiamate inibitori di segnalazione (ARS) del androgeno-ricevitore. Queste sono le due classi della droga più ampiamente usate per curare il carcinoma della prostata avanzato.

“Lo studio ha messo a fuoco su un punto di decisione critico quando i pazienti ed i loro oncologi stanno scegliendo che terapia da perseguire dopo,„ dice il Dott. Alison Allan, uno scienziato a Lawson ed alla presidenza, dipartimento dell'anatomia & biologia cellulare alla scuola di medicina & all'odontoiatria dello Schulich dell'università occidentale. “Stiamo rispondendo ad un bisogno insoddisfatto critico convalidando che un'analisi del sangue o una biopsia del liquido può essere usata per selezionare una terapia molto probabilmente per prolungare la vita di un paziente.„

Ricerchi i partecipanti inclusi 142 pazienti con carcinoma della prostata avanzato dal Cancro che regionale di Londra il programma alle scienze di salubrità di Londra concentra (LHSC) a Londra, Ontario; Centro commemorativo del Cancro di Sloan Kettering in New York; e il Marsden reale a Londra, Inghilterra. I pazienti già avevano subito almeno un giro della terapia d'ottimizzazione senza successo e stavano lavorando con il loro oncologo per decidere se passare ad una terapia d'ottimizzazione differente o alla chemioterapia come loro riga successiva di trattamento.

Ormone-mirando alle terapie come gli inibitori dell'ARS lavori rallentando o fermando la crescita dei cancri che usano gli ormoni per svilupparsi. La crescita del carcinoma della prostata conta sugli ormoni chiamati androgeni, che includono il testoterone. La terapia della privazione dell'androgeno come gli inibitori dell'ARS blocca la produzione degli ormoni maschii per trattare la ricorrenza o la diffusione di carcinoma della prostata.

“Gli inibitori dell'ARS sono la prima riga preferita di trattamento perché mirano agli ormoni che forniscono il combustibile affinchè le celle di carcinoma della prostata si sviluppino,„ spiegano il Dott. Allan. “Tuttavia, ad un certo punto, le cellule tumorali possono capire un modo sopravvivere a senza questo combustibile e diventare resistenti agli inibitori dell'ARS, in molti casi con produzione della proteina AR-V7. Ecco perché la chemioterapia a volte è usata una seconda riga terapia.„

Mentre questo studio ha esaminato predicente il migliore trattamento per i pazienti che già avevano subito almeno un giro della terapia d'ottimizzazione, uno scopo futuro del gruppo è di valutare l'uso di questa prova o simili analisi del sangue del ctc nella determinazione della terapia ottimale ai punti di decisione più in anticipo nella cura avanzata del carcinoma della prostata. Il gruppo egualmente pianificazione collaborare più ulteriormente con le scienze epiche per valutare le versioni differenti dell'analisi del sangue del ctc per altri tipi di cancri, quale il cancro polmonare.

Con l'associazione delle scienze epiche con salubrità genomica, l'analisi del sangue del ctc ora è disponibile nel commercio negli Stati Uniti poichè il nucleo di Oncotype DX AR-V7 individua.

Sorgente: https://www.lawsonresearch.ca/blood-test-can-predict-optimal-treatment-advanced-prostate-cancer-study-finds