Le vertigini hanno potuto essere un segno in anticipo dello studio dei ritrovamenti di demenza

Un nuovo studio ha trovato quella gente che ritengono vertiginosi quando stanno su riposarsi o dalle posizioni sedute, sono più a rischio di demenza o il colpo di sviluppo. Lo studio è stato pubblicato nell'ultima emissione della neurologia del giornale.

Credito di immagine: Photographee.eu/Shutterstock
Credito di immagine: Photographee.eu/Shutterstock

Ritenere vertiginoso o stordito quando alzarsi da una posizione inferiore di seduta o di menzogne è dovuto una caduta improvvisa nella pressione sanguigna. Ciò è conosciuta come ipotensione ortostatica o ipotensione posturale. Ciò pricipalmente accade quando le pozze di sangue nelle estremità inferiori e nel cervello temporaneamente è privata di sangue ossigenato che causa il headedness leggero. I sintomi comuni di ipotensione ortostatica stanno ritenendo nausea debole, confusa, debole e delicata.

Per questo studio il gruppo dei ricercatori ha reclutato 11,709 persone in U.S.A. dal rischio di aterosclerosi nelle Comunità (ARIC) studia e trovato che hanno avuti un maggior rischio di ottenere la demenza o il colpo. Le vertigini stessa non sono un sintomo di alcuna malattia tuttavia. Gli studi intrapresi dall'accademia americana della neurologia hanno seguito i partecipanti per una media di 25 anni e l'età media dei partecipanti era di intorno 54 anni. Nessuno di questi partecipanti hanno avuti una storia remota di una malattia di cuore o di un colpo all'inizio dello studio.

Andreea Rawlings, autore principale dello studio del banco di Johns Hopkins Bloomberg della salute pubblica a Baltimora, ha spiegato che l'ipotensione ortostatica è stata associata più presto con la malattia di cuore. Questo studio ha esplorato la connessione che tale tipo di ipotensione ha con i disordini del cervello come il colpo e la demenza. Ha detto che questa associazione potrebbe significare che i pazienti che sviluppano l'ipotensione ortostatica potrebbero essere riflessi molto attentamente per lo sviluppo di demenza e del colpo in futuro. Ha aggiunto che più studi sono necessari confermare la teoria ed anche studiare le strategie preventive.

I risultati dallo studio hanno mostrato quello fra i 11.709 partecipanti, 1.068 (9,1 per cento) hanno continuato a sviluppare la demenza e 842 (7,1 per cento) hanno acceso avere un colpo ischemico. Il colpo ischemico accade quando il flusso sanguigno alla parte particolare del cervello ottiene bloccato privando la regione dell'ossigeno. Fra i 552 partecipanti che hanno avuti ipotensione ortostatica all'inizio dello studio che 12,5 per cento hanno sviluppato la demenza e 15,2 per cento ha sviluppato il colpo ischemico durante il seguito. Fra i 10.527 partecipanti che non hanno avuti ipotensione ortostatica all'inizio dello studio che 6,8 per cento hanno avuti un colpo ischemico e 9 per cento ha avuto demenza durante il seguito.

Co-author Rebecca Gottesman, da Johns Hopkins ha spiegato che il hypotention ortostatico di metà della vita non era mai prima sotto lo scanner. La gente più anziana con ipotensione ortostatica è stata messa a fuoco su nell'ambito del colpo, della demenza e della malattia di cuore.

L'amministratore delegato ed il capo che del Regno Unito di demenza ammiraglio cura, il Dott. Hilda Hayo hanno apprezzato lo studio che dice che portasse per notare che l'ipotensione ortostatica può ora essere conosciuta come fattore di rischio potenziale per demenza in alcune persone. Il Dott. Shamim Quadir, gestore di comunicazioni della ricerca all'associazione del colpo tuttavia ha detto che l'ipotensione ortostatica è stata misurata soltanto all'inizio dello studio e questa potrebbe essere limitazione dello studio. Quelli ipotensione ortostatica di sviluppo bene nello studio potrebbero anche essere fra quelli ad ad alto rischio per demenza ed il colpo. Ha detto che la più ricerca avrebbe fornito una comprensione più profonda in questa teoria. Ha consigliato la popolazione in genere di ottenere la loro pressione sanguigna controllata ordinariamente.

Questo studio è stato costituito un fondo per dal cuore nazionale, polmone ed istituto di sangue, il NIH e l'istituto nazionale del diabete e digestivo e delle malattie renali.

Sorgente: http://n.neurology.org/content/early/2018/07/25/WNL.0000000000006027

Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2018, August 23). Le vertigini hanno potuto essere un segno in anticipo dello studio dei ritrovamenti di demenza. News-Medical. Retrieved on November 18, 2019 from https://www.news-medical.net/news/20180725/Dizziness-could-be-an-early-sign-of-dementia-finds-study.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "Le vertigini hanno potuto essere un segno in anticipo dello studio dei ritrovamenti di demenza". News-Medical. 18 November 2019. <https://www.news-medical.net/news/20180725/Dizziness-could-be-an-early-sign-of-dementia-finds-study.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "Le vertigini hanno potuto essere un segno in anticipo dello studio dei ritrovamenti di demenza". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20180725/Dizziness-could-be-an-early-sign-of-dementia-finds-study.aspx. (accessed November 18, 2019).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2018. Le vertigini hanno potuto essere un segno in anticipo dello studio dei ritrovamenti di demenza. News-Medical, viewed 18 November 2019, https://www.news-medical.net/news/20180725/Dizziness-could-be-an-early-sign-of-dementia-finds-study.aspx.