La nuova analisi del sangue aiuta i pazienti con la lesione alla testa traumatica ad evitare la scansione costosa di CT

La ricerca condotta alla scuola di medicina di Wayne State University ha contribuito a confermare l'efficacia di un biomarcatore di sangue che può indicare se i pazienti con una lesione alla testa possono evitare una scansione costosa di CT perché i risultati dei test di sangue non indicano trauma cranico traumatico (TBI).

I risultati, pubblicati online in neurologia di The Lancet il 24 luglio, convalidato l'uso di un'analisi del sangue diagnostica si sono sviluppati da Banyan Biomarkers Inc. per eliminare l'esigenza di una scansione di CT della testa in pazienti 18 anni e più vecchi con TBI sospettato. I risultati supportano il ruolo clinico potenziale della prova di biomarcatore per diminuire drammaticamente la necessità di ordinare le scansioni di CT della testa, tagliando l'esposizione paziente a radiazione ed a spese sanitarie per le scansioni inutili.

Lo studio del multi-sito, “il siero GFAP e il UCH-L1 nella previsione di assenza di lesioni intracraniche sulla testa CT (ALERT-TBI): uno studio d'osservazione multicentrato,„ ha indicato che l'indicatore di trauma del cervello del banyan, o il banyan il RTC, identificato correttamente 99,6 per cento dei pazienti che non hanno avuti un TBI sul CT capo scandisce in più di 1.900 adulti che presentano ai pronto soccorsi negli Stati Uniti e l'Europa, ha detto Robert gallese, M.D., M.S., i ruscelli F. Bock, M.D., professore dotato della medicina di emergenza per la Wayne State University.

“Questo studio è emozionante per alcune ragioni. Ciò è il più grande studio di tutto il biomarcatore per TBI che è stato eseguito negli Stati Uniti e fornisce la robustezza dei risultati confrontati a molti più piccoli studi più iniziali,„ il Dott. Welch ha detto. “I nostri risultati erano la base per il primo comitato approvato dalla FDA di biomarcatore di sangue che aiuterà nella diagnosi e nella cura dei pazienti con TBI delicato. Fino ad un certo punto, questo è stato un sacro Graal per un po 'di tempo.„

“Una volta che un prodotto disponibile nel commercio è rilasciato, sospetto che questi due biomarcatori si trasformeranno in in una componente importante di cura clinica dei pazienti con la lesione alla testa e TBI sospettato,„ ha aggiunto.

La Wayne State University era il sito d'iscrizione superiore nello studio multicentrato, ha detto.

I biomarcatori, il Carboxy-terminale Hydrolase-L1 (UCH-L1) di Ubiquitin e la proteina acida fibrillare di Glial (GFAP), sono individuati nel sangue presto dopo un trauma cranico. A febbraio, gli Stati Uniti Food and Drug Administration hanno rilasciato l'autorizzazione di vendita ai biomarcatori del banyan per la commercializzazione del banyan BTI™ all'aiuto nella valutazione dei pazienti con TBIs sospettato. Il banyan il RTC è il primo e soltanto il biomarcatore che è stato approvato per uso in TBI da FDA.

I risultati dimostrano che i due ai biomarcatori basati a sangue del cervello possono predire l'assenza di lesione intracranica e diminuire lo scansione inutile di CT del capo, quindi diminuendo l'esposizione a radiazioni e le spese sanitarie mentre migliorano la cura paziente e risparmio di temi del pronto soccorso, lo studio ha detto. I biomarcatori sono particolarmente utili nei moduli delicati di TBI, quali le commozioni cerebrali sofferte durante l'atletica.

54 milione - 60 milione di persone stimato universalmente sostengono annualmente un TBI. Negli Stati Uniti, più di 2,5 milione di persone sono diagnosticati ogni anno con TBI, secondo il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti, la maggior parte di quelle commozioni cerebrali. Le scansioni di CT della testa sono le scelte diagnostiche comuni per tali casi, contribuenti alle quasi 20 milione scansioni cape di CT condotte annualmente negli Stati Uniti che costano ogni anno più di $76 miliardo.

L'uso molto diffuso delle scansioni cape di CT è stato messo in discussione a causa degli effetti contrari potenziali di esposizione a radiazioni, di uso inutile delle risorse del pronto soccorso e del costo delle scansioni. Le norme di decisione cliniche sviluppate per diminuire le scansioni inutili di CT del capo hanno avute effetto minimo.

I risultati dello studio indicano che altrettanto mentre un terzo delle scansioni cape di CT eseguite nella regolazione acuta per TBI può essere evitato complessivamente. L'uso clinico della prova del biomarcatore GFAP e UCH-L1 ha il potenziale di diminuire le scansioni inutili di CT della testa ed evita la loro esposizione a radiazioni relativa ed i costi, il Dott. Welch hanno detto.

Sorgente: http://research.wayne.edu/news/new-diagnostic-blood-test-helps-rule-out-need-for-ct-scans-in-some-patients-with-possible-traumatic-brain-injuries-31410