Il progetto di PEACHI sviluppa le strategie vaccino che mirano sia al HIV che al virus dell'epatite C

2,3 milione di persone stimato globalmente sono infettati con sia il tipo 1 del virus dell'immunodeficienza umana (HIV-1) che il virus dell'epatite C (HCV). Al il progetto fondato a UE di PEACHI ha mirato a sviluppare le strategie vaccino semplici, accessibili ed efficaci che mirano ad entrambi i virus, che possono essere dati determinato o in associazione. In particolare, questo potrebbe aumentare la speranza di vita della gente co-infettata che riceve la terapia del antiretroviral per il HIV-1, per cui HCV è una causa della morte principale.

L'approccio di PEACHI è stato basato sulle droghe provate di HIV-1 del antiretroviral e sui vaccini novelli contro HCV. I risultati hanno indicato che questo amplifica la risposta immunitaria contro sia il HIV-1 che HCV, simultaneamente e che è la strategia vaccino di promessa ancora per impedire le infezioni da HCV nelle persone del positivo di HIV-1.

Un'innovazione del progetto chiave, dice il coordinatore di progetto Lucy Dorrell, del dipartimento di Nuffield di medicina, università di Oxford, era ` un la piattaforma virale potente di vettore per la consegna degli immunogeno del HIV e di HCV, comprendente l'adenovirus scimmiesco replica-difettoso (dello scimpanzè) (ChAd) ed il vaiolo bovino modificato Ankara (MVA)'.

` Abbiamo dimostrato la sicurezza e l'immunizzazione dei candidati vaccino novelli di HCV, ChAd3NSmut e MVA-NSmut, ha amministrato agli adulti HCV-non infetti HIV positivi che ricevono l'efficace terapia del antiretroviral,' dice.

Il progetto egualmente ha dimostrato la sicurezza e l'efficacia delle immunizzazioni combinate con il candidato HCV ed i vaccini di HIV-1 in volontari sani. Ha analizzato gli effetti dei vaccini al livello unicellulare; ha dimostrato la sicurezza e l'immunizzazione in primati non umani dei vaccini di prossima generazione di HCV che sfruttano la catena invariante umana per amplificare le risposte a cellula T ancora ulteriori; ed approvazioni regolarici ottenute per i primi test clinici umani della strategia vaccino a catena invariante.

Un progetto importante che trova dal lavoro di analisi unicellulare ha rivelato che i vaccini combinati hanno funzionato efficacemente per indurre le risposte a cellula T dell'organismo. Il ` questo era la prima dimostrazione della sicurezza e mancanza di interferenza immune per l'co-amministrazione dei vaccini di HIV-1 e di HCV,' dice Dorrell.

Vaccini innovatori di epatite

Il consorzio di PEACHI ha analizzato i loro vaccini di prima generazione di HIV-1 e di HCV in due test clinici e simultaneamente ha sviluppato i loro vaccini di prossima generazione di HCV modificando i vaccini attuali per renderli più efficaci. Ciò in questione facendo uso della catena invariante umana (ii) ha fuso alle proteine di HCV, una tecnologia novella brevettata da ReiThera s.r.l. (precedentemente Okairos s.r.l.). Gli antigeni sono molecole che inducono una risposta immunitaria.

Fissando la catena invariante umana all'antigene di HCV migliora significativamente il segnale individuato dalle celle immuni. Ciò stimola le difese dell'organismo contro HCV - fondamentalmente, la produzione delle cellule T, un tipo di globulo bianco che dirige il sistema immunitario per mirare agli agenti patogeni specifici.

Il personale addetto al programma ha completato due - fase - test clinici di I, ha migliorato le pratiche di addestramento e le tecniche di laboratorio ed ha contribuito a sviluppare le nuove analisi dell'immunologia per i campioni clinici.

Test clinici

PEACHI ha avanzato lo sviluppo di questa tecnologia vaccino combinata romanzo, muovente la dal laboratorio verso la clinica. La sicurezza e l'efficacia dei vaccini di prima generazione sono state provate nei test clinici, cominciando dalle persone in buona salute e finalmente con gli adulti HCV-non infetti positivi di HIV-1 che ricevono la terapia del antiretroviral. Una terza prova sta valutando per la prima volta i vaccini invarianti della catena HCV in esseri umani.

` Abbiamo ottenuto le approvazioni regolarici per la valutazione primo in umana di ChAd3-hliNSmut e vaccini di MVA-hliNSmut in volontari sani ed in pazienti con infezione da HCV precedente essiccata con gli agenti antivirali ad azione diretta,' dice Dorrell. I risultati di queste prove, che sono state iniziate dopo che la conclusione del progetto e stanno progredendo bene, sono preveduti all'inizio del 2019. Grazie al progetto di PEACHI, ad una vaccinazione combinata contro il HCV ed al HIV-1 è un punto più vicino alla commercializzazione.

Il ` che i risultati egualmente avranno implicazioni per lo sviluppo dei vaccini preventivi che mirano ad altri agenti patogeni contagiosi di importanza globale,' spiega Dorrell. I miglioramenti del ` nella potenza dei vaccini con uso della tecnologia a catena invariante, se tradotto ad efficacia migliorata, fornire portata per le riduzioni della dose e maggior copertura delle popolazioni conosciute per essere radar-risponditore vaccino poveri, quindi contribuendo alla migliori salubrità e qualità di vita.„

Sorgente: http://ec.europa.eu/research/infocentre/article_en.cfm?id=/research/headlines/news/article_18_07_27_en.html?infocentre&item=Infocentre&artid=49586