Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il composto sperimentale inverte la perdita di capelli, infiammazione dell'interfaccia relativa alla dieta grassa, mouse studia le manifestazioni

In una serie degli esperimenti con i mouse, i ricercatori di Johns Hopkins hanno usato un composto sperimentale per invertire con successo la perdita di capelli, capelli imbiancanti e l'infiammazione dell'interfaccia collegata dagli studi precedenti alle diete dell'essere umano pesanti in grasso e colesterolo.

I ricercatori dicono gli arresti del composto la produzione di determinati grassi chiamati glycosphingolipids, o GSLs, che sono componenti importanti di interfaccia e di altre membrane cellulari. La ricerca corrente indica che i mouse hanno alimentato un livello di dieta in grasso ed il colesterolo è più probabile avere scoloramento dei capelli da nero a gray a perdita di capelli bianca e estesa e ad infiammazione di interfaccia esibite dalle ferite multiple. Alimentare a questi animali il composto, tuttavia, sembra invertire tali sintomi.

I ricercatori di Hopkins avvertono che tali risultati in mouse non significano che gli stessi effetti si presenterebbero nella gente e non c'è prova attualmente che i composti che hanno usato sarebbero sicuri nella gente. Ma i risultati, dicono, fanno luce sulle vie possibili per l'indirizzo della perdita di capelli e pelano le ferite in esseri umani con i farmaci orali o attuali.

Un rapporto sui risultati è stato pubblicato il 30 luglio nei rapporti scientifici.

“Ulteriore ricerca è di risultati nostra ma, necessaria di manifestazione la promessa per qualche giorno facendo uso della droga che ci siamo sviluppati per le malattie della pelle quale la psoriasi e ferite derivando dal diabete o dalla chirurgia plastica,„ dice Subroto Chatterjee, Ph.D., M.S., M.Sc., professore della pediatria e della medicina alla scuola di medicina di Johns Hopkins University. Chatterjee conduce la ricerca come componente dei bambini di Johns Hopkins concentrare.

Più specificamente, gli studi precedenti hanno indicato che GSLs è prevalente nelle celle che compongono il livello più elevato dell'interfaccia come pure in celle ha chiamato i keratinocytes che contribuiscono a regolamentare la pigmentazione degli occhi, dell'interfaccia e dei capelli.

per determinare come GSLs d'interruzione potrebbe pregiudicare l'aspetto ed il colore dell'interfaccia e se trattamento con D-threo-1-phenyl-2-decanoylamino-3-morpholino-1-propanol (D-PDMP) -- un composto artificiale che ferma la produzione di GSL -- invertirebbe tutti gli effetti negativi, Chatterjee ed i suoi colleghi in primo luogo geneticamente hanno modificato un gruppo di mouse per avere aterosclerosi, una malattia in cui le arterie sono ostruite dai depositi grassi.

I ricercatori poi hanno alimentato ad un gruppo di questi mouse una dieta occidentale alta in grasso e colesterolo e ad un secondo cibo di standard del gruppo. Tutti i mouse sono stati alimentati le loro diete definite a partire da 12 settimane dell'età a 20 settimane.

Confrontato a quelli ha alimentato il cibo standard, i mouse che hanno mangiato i capelli persi dieta occidentale, lesioni cutanee formate ed hanno sofferto dall'imbiancatura dei capelli. Questi risultati sono diventato più severi quando i mouse hanno continuato a mangiare una dieta occidentale per 36 settimane, con 75 per cento dei mouse che hanno l'interfaccia, la perdita di capelli e lesioni cutanee multiple.

20 - 36 settimane dell'età, mouse in entrambi i gruppi sono state date gli importi variabili di D-PDMP, in una capsula o come liquido, mentre hanno mangiato la stessa dieta. I mouse che hanno ricevuto 1 milligrammo e 10 milligrammi di D-PDMP in una capsula per chilogrammo di peso corporeo da 20 a 36 settimane mentre mangiare una dieta occidentale ha cominciato riacquistare i capelli ed il colore dei capelli e la loro infiammazione dell'interfaccia hanno diminuito. Il trattamento con 1 milligrammo di D-PDMP in una capsula per chilogrammo di peso corporeo era efficace quanto 10 milligrammi per chilogrammo come liquido. Ciò suggerisce che un modulo incapsulato di D-PDMP sia un migliore metodo di consegna della droga.

Il gruppo di ricerca poi ha esaminato l'interfaccia dei mouse sotto un microscopio ed ha trovato che i mouse che mangiano la dieta occidentale hanno avvertito un'infiltrazione dei neutrofili, un tipo di globulo bianco implicato nell'infiammazione, in varie aree dell'interfaccia. Il trattamento con D-PDMP in una capsula ha diminuito significativamente il numero dei neutrofili, implicante l'infiammazione dell'interfaccia e la ferita diminuite.

Dopo, i ricercatori hanno usato l'analisi di spettrometria di massa, un metodo di identificazione e di misura della composizione chimica di una miscela, per determinare i livelli del cerammide, di glucosylceramide e di lactosylceramide nei mouse. I cerammidi sono un tipo di lipido, o il grasso, che le guide proteggono l'umidità dell'interfaccia e il glucosylceramide è il primo derivato del cerammide, mentre il lactosylceramide, un derivato successivo del cerammide, attiva l'infiammazione.

Confrontato ai mouse ha alimentato il cibo normale, quelli ha alimentato una dieta occidentale aveva fatto diminuire i livelli totali del cerammide, il glucosylceramide in diminuzione e quasi tre volte più lactosylceramide. Il trattamento con 1 milligrammo di D-PDMP in una capsula per chilogrammo di peso corporeo o di 10 milligrammi di D-PDMP come liquido per chilogrammo di peso corporeo, tuttavia, notevolmente ha aumentato i livelli del cerammide al normale.

“I nostri risultati indicano che una dieta occidentale causa la perdita di capelli, l'imbiancatura dei capelli e l'infiammazione dell'interfaccia in mouse e crediamo che un simile trattamento si presenti negli uomini che perdono i capelli ed i capelli di esperienza che imbiancano quando mangiano un livello di dieta in grasso e colesterolo,„ dicono Chatterjee.

La ricerca più animale deve essere effettuata per confermare e spiegare i risultati e per determinare come e che quantità di D-PDMP potrebbe guarire le ferite ed attivare la crescita dei capelli.

“Eventualmente qualche giorno in futuro questo può significare più velocemente, ripristino più efficace da calvizile, capelli che imbiancano nelle popolazioni di invecchiamento e ferire guarigione,„ dice Chatterjee.