Il nuovo “laboratorio su un chip„ tiene il potenziale di individuare le quantità molto piccole di batteri malattia-causanti

Un nuovo tipo “di laboratorio su un chip„ sviluppato dagli scienziati di McGill University ha il potenziale di trasformarsi in in uno strumento clinico capace di rilevazione delle quantità molto piccole di batteri malattia-causanti appena nei minuti.

L'unità progettata da Sara Mahshid, assistente universitario nel dipartimento della bioingegneria a McGill, è fatta “delle isole nano di taglia,„ circa un decimo dello spessore di singoli capelli umani, che fungono da trappole o trappole batteriche.

In collaborazione con i colleghi dall'università di Toronto, il gruppo del professor Mahshid poteva dimostrare che il sistema è capace di analizzare i volumi molto piccoli di terreni di coltura che contengono i batteri quali Escherichia coli e uno sforzo di resistente di s.aureus Alla meticillina, un antibiotico usato per trattare le infezioni batteriche.

Le infezioni batteriche sono incolpate di 700.000 morti all'anno ed il riuscito trattamento di molte infezioni malattia-causanti dipende in gran parte da tempestiva rilevazione. Purtroppo, a volte richiede parecchi giorni per confermare una diagnosi con gli strumenti attualmente disponibili a medici.

“Acceleri è dell'essenza perché alcune infezioni batteriche possono causare i problemi sanitari seri ed a volte piombo alla morte,„ Mahshid dice. “Con un microscopio fluorescente, l'unità che ci siamo sviluppati può confermare la presenza di batteri appena in alcuni minuti. Spero che i clinici dall'un giorno utilizzino la nostra unità per consegnare i sistemi diagnostici più veloci, inizino il trattamento molto più rapidamente e, infine, salvino le vite.„

Mahshid ed il suo gruppo, che hanno pubblicato appena la loro opera nel giornale piccolo, ora sperano di collaudare la loro unità sui campioni clinici, un punto necessario prima che medici possano utilizzare una tal unità in una regolazione dell'ospedale. Teoricamente, questo nuovo laboratorio-su-un-chip, che è relativamente economico e facile da fare, potrebbe anche analizzare i campioni da urina, da sangue o dai tamponi nasali.

Sorgente: https://www.mcgill.ca/newsroom/channels/news/nano-sized-traps-show-promise-diagnosing-pathogenic-bacterial-infections-288324