Lo studio valuta l'impatto di simulazione di immagine 3D sui risultati dell'aumento del petto

La simulazione tridimensionale di immagine è popolare fra le donne che pianificazione la chirurgia di aumento del petto. Ma mentre questa tecnologia evolventesi può migliorare la comunicazione, non migliora la soddisfazione paziente con i risultati della procedura, non riferisce un documento in emissione augusta di plastica e chirurgia ricostruttiva®, il giornale medico ufficiale della società americana dei chirurghi plastici (ASP).

“I pazienti sono probabili usare la tecnologia novella come fotografia tridimensionale con simulazione su elaboratore se la percepiscono per migliorare la loro comprensione del loro risultato definitivo,„ scrivono il chirurgo Terence Myckatyn del membro di ASP, il MD ed i colleghi della scuola di medicina dell'università di Washington, St. Louis. Tuttavia, lo stimolo 3D “non non piombo cambiamenti ai in- clinicamente significativi il paziente - risultati riferiti.„ La BO Overschmidt, il BSc ed Ali A. Qureshi, MD, erano gli autori principali di nuovo rapporto.

i pazienti di guida di simulazioni 3D prevedono i risultati cosmetici

Lo studio ha valutato l'impatto della rappresentazione 3D con simulazione su elaboratore sui risultati dell'aumento del petto. In questa tecnica, il chirurgo plastico ottiene le fotografie digitali, quindi usa il software della rappresentazione per creare una simulazione 3D di come i petti del paziente si occuperanno della chirurgia. Il chirurgo ed il paziente possono regolare le variabili differenti, quali la dimensione della tazza ed il volume dell'innesto, per aiutare nella pianificazione e nel processo decisionale di procedura.

Lo studio ha incluso 100 donne che subiscono l'aumento del petto su un periodo triennale. Ventitre donne hanno acconsentito per partecipare ad una prova ripartita con scelta casuale, dove sono state definite a caso 3D a simulazione (10 pazienti) o alla progettazione “basata a tessuto„ convenzionale (13 pazienti).

Ma dopo i mesi primissimi, tutte donne iscritte allo studio hanno optato per 3D simulazione - consapevolezza aumentata forse di riflessione di questa opzione di progettazione preoperatoria via Internet e la bocca in bocca.

I ricercatori hanno usato due approcci per valutare come la simulazione 3D ha pregiudicato i risultati di aumento del petto. Un questionario standard chiamato il BREAST-Q© è stato usato per valutare la soddisfazione paziente ed i vari domini di qualità di vita. Inoltre, un insieme dettagliato delle misure “mammometric„ è stato ottenuto per valutare i risultati obiettivi.

Sul questionario di BREAST-Q, l'aumento del petto piombo ai miglioramenti sostanziali nella soddisfazione con i petti, il benessere sessuale ed i risultati psicosociali. Tuttavia, l'uso di simulazione 3D non ha avuto effetto significativo su qualcuno di questi risultati paziente-riferiti, confrontati alla progettazione basata a tessuto. In entrambi i gruppi, sui 0 disgaggi to-100, il punteggio medio per la soddisfazione con i petti è aumentato da circa 20 prima di chirurgia a 85 dopo chirurgia.

Le misure mammometric erano egualmente simili fra i gruppi, senza le correlazioni significative fra i risultati paziente-riferiti e mammometric. Non c'era egualmente differenza significativa nel volume di innesti scelti dalle donne che subiscono la simulazione 3D contro alla la progettazione basata a tessuto.

Gli studi precedenti hanno indicato che la simulazione 3D può facilitare la comunicazione e la progettazione preoperatoria nelle donne che subiscono l'aumento del petto. Il nuovo studio trova che questa tecnologia è popolare con i pazienti - quasi tutti di chi scelgono di subire la simulazione 3D, se informato della sua disponibilità. “Questi pazienti possono cercare le pratiche specificamente che offrono tale tecnologia,„ il Dott. Myckatyn ed i co-author scrivono.

I ricercatori discutono alcune limitazioni del loro studio, compreso le ragioni per le quali la simulazione 3D necessariamente non migliora la soddisfazione paziente con l'aumento del petto. Notano che molti fattori possono pregiudicare la soddisfazione paziente e che un intervallo delle dimensioni e degli stili dell'innesto può aiutare i pazienti a raggiungere i loro scopi estetici.

Il Dott. Myckatyn e colleghi egualmente precisa che, mentre le simulazioni 3D possono fornire uno strumento utile di comunicazione, i chirurghi plastici già raggiungono i risultati cosmetici eccellenti facendo uso delle tecniche convenzionali di pianificazione del tessuto. Gli autori scrivono, “tutto l'impatto potenziale di simulazione della soddisfazione paziente postoperatoria possono essere di grandezza insufficiente per muovere il ago di stampa sui punteggi già alti.„

Sorgente: https://www.plasticsurgery.org/news/press-releases/patients-opt-for-3d-simulation-for-breast-augmentation-but-it-doesnt-improve-outcomes