Lo studio esplora il benessere termico dell'interno della gente più anziana che vive nelle case di cura residenziale

I PUNTI CULMINANTI DI STUDIO HANNO BISOGNO DI PER IL RISCALDAMENTO OTTIMALE E LE TEMPERATURE DI RAFFREDDAMENTO NELLE CASE INVECCHIATE DI CURA

Le temperature dell'interno nelle case invecchiate di cura hanno potuto avere un impatto drammatico sul benessere dei residenti, specialmente quelli viventi con la demenza.

I dati sono stati raccolti da cinque impianti di cura invecchiati nel Illawarra facendo uso di un alta tecnologia, del spingere-camminatore misura con i sensori della temperatura, di umidità e di velocità dell'aria.

I ricercatori all'università di centro (UOW) di ricerca sostenibile delle edilizie di Wollongong (SBRC) hanno intrapreso uno studio su benessere termico nei centri di cura invecchiati nel Illawarra per determinare che residenti delle variazioni della temperatura stavano vivendo con.

Non solo le percezioni di benessere termico cambiano mentre la gente invecchia, la temperatura dell'interno è stata citata come fattore chiave nella comodità per la gente più anziana, ma la temperatura dell'interno egualmente pregiudica il benessere, la salubrità ed il comportamento dei residenti compreso la frequenza e il disruptiveness di agitazione manifestati dalla gente che vive con la demenza.

Con i preventivi di più di 75.000 posti invecchiati supplementari di cura stati necessari durante la decade prossima per supportare una popolazione di invecchiamento, i risultati dello studio hanno potuto avere implicazioni importanti per la progettazione e l'operazione di nuovi impianti.

Prima dello studio presente c'è stato ricerca pochissima su come i residenti delle case di cura percepiscono il loro ambiente termico come pure una mancanza di linee guida per i termini termici per il settore invecchiato di cura.

Il Dott. Federico Tartarini del ricercatore ha raccolto i dati da cinque impianti di cura invecchiati nel Illawarra, sia nei mesi più caldi che più freschi, facendo uso di un alta tecnologia, del spingere-camminatore misura con i sensori della temperatura, di umidità e di velocità dell'aria.

I residenti ed i non residenti (personale tipicamente invecchiato di cura) egualmente sono stati chiesti di compilare un questionario per scoprire quanto comodo hanno ritenuto termicamente.

L'organizzazione mondiale della sanità suggerisce che la gente più anziana non dovrebbe essere esposta alle temperature più in basso di 20 gradi, mentre il International Organization for Standardization raccomanda le temperature massime per non superare 26 gradi.

Studio di Dott. Tartarini trovato:
• I ricercatori hanno concluso che una banda della comodità fra 20 gradi e 26,2 gradi sarebbe sembrato essere appropriata e desiderabile per i residenti che vivono nelle case di cura.
• Le temperature dell'aria dell'interno negli impianti di studio finalizzato sono state trovate per variare fra 17,2 gradi e 31,6 gradi.
• Durante la stagione calda, 53 per cento dei residenti e 40 per cento dei non residenti sono stati esposti alle temperature più fredde di quelli raccomandati dagli standard usuali di benessere termico per l'abbigliamento dell'estate, che ha indicato i sistemi di condizionamento d'aria non stavano gestendi correttamente.

“Era interessante notare che i residenti hanno ritenuto comodi sopra una più vasta gamma di temperatura che il personale,„ il Dott. Tartarini ha detto.

“Alcuni residenti hanno riferito che anche se a volte hanno ritenuto scomodi, troppo caldo o freddo, essi ancora hanno ritenuto che i termini termici nella loro funzione di cura invecchiata fossero accettabili.

“Egualmente abbiamo trovato d'importanza che c'era statisticamente un importante crescita nella frequenza di comportamento agitato manifestato dai residenti che vivono con la demenza per coloro che è stato esposto alle temperature fuori della banda della comodità

“La gente più anziana ed in particolare quelle con demenza, possono fare diminuire la sensibilità ai mutamenti di temperatura e la demenza può alterare la loro capacità di adattarsi al loro ambiente, ecco perché buona cura termica dovrebbe essere fornita loro.„

Il Dott. Tartarini ha detto i risultati, pubblicati recentemente nell'edilizia del giornale e l'ambiente, potrebbe essere usato per informare la progettazione di nuovi impianti e la valutazione delle condizioni di benessere termiche nelle case esistenti di cura residenziale.

“Progettando o ristrutturando la nuova o cura attuale si dirige facendo uso di buoni principi di progettazione quale progettazione solare passiva, di buon isolante, di ombreggiatura, della massa termica e della ventilazione naturale ed assicurando tutti i sistemi di condizionamento d'aria abbia buoni sistemi di controllo, potrebbe diminuire significativamente le variazioni della temperatura all'interno.„

Lo studio ha raccomandato che il personale a case invecchiate di cura dovrebbe essere formato per fornire la buona cura termica ai residenti, facendo funzionare i condizionatori d'aria giustamente, per esempio.

“Fino a emanare le linee guida specifiche per benessere termico per il settore, molte case di cura residenziale possono continuare ad offrire le circostanze termiche meno ottimali che possono urtare negativamente la salubrità ed il benessere dei residenti e del personale.„

Lo studio egualmente fornirà le comprensioni apprezzate ad aiuto nella progettazione e nell'operazione della Camera della rosa del deserto, un progetto diretto dagli studenti per progettare e sviluppare una casa sostenibile con un fuoco su qualità di vita migliore per la gente con demenza.

Il CEO di Warrigal, il segno Sewell, ha detto Warrigal assistito nel finanziamento della borsa per supportare la ricerca del Dott. Tartarini per capire meglio gli effetti della temperatura termica sui clienti.

“I risultati della ricerca hanno influenzato come programmiamo i nostri sistemi di gestione edilizia, come fissazione delle temperature in tutto la nostra casa di cura residenziale, che ora è stata applicata attraverso tutti i nostri siti.

“Egualmente è contribuita per creare le nostre guide di progettazione ambientale che hanno raccomandato le temperature per le parti differenti della casa attraverso la nostra rete delle comunità di cura residenziale.

“Tale ricerca è assicurazione così apprezzata in noi continua a migliorare i nostri servizi alla gente più anziana - ecco perché abbiamo formalizzato la nostra associazione con UOW in un accordo di collaborazione assicurare più di questi a approcci basati a prova a miglioramento,„ il sig. Sewell ha detto.