I ricercatori forniscono la nuova comprensione sulle origini e sulla diffusione globale di HBV

I ricercatori hanno fornito la nuova comprensione sulle origini geografiche e sulla diffusione globale di due classi del virus dell'epatite B (HBV), secondo uno studio nel eLife.

I risultati identificano i genotipi D ed A di HBV (HBV-D e HBV-A) come essendo provenendo da Medio Oriente e dall'Africa del Nord. Egualmente rivelano le considerevoli differenze nei reticoli globali di diffusione di questi genotipi, aggiungenti alla nostra comprensione sia della diffusione storica che preistorica di una di più grandi pandemie virali del mondo.

HBV, la causa principale dell'affezione epatica, è una preoccupazione globale di salute pubblica per 257 milione di persone stimato che vivono con l'infezione, secondo le figure dall'organizzazione mondiale della sanità. Il virus è classificato in nove genotipi (A-I). HBV-A e HBV-D sono presenti intorno al globo, con A che prevalgono Europa ed in Africa e la D in Europa ed in Medio Oriente.

“La cronologia epidemiologica di HBV-D e di HBV-A rimane poco chiaro dovuto una mancanza di studi pertinenti,„ dice l'autore principale la Evangelia-Georgia Kostaki, candidato di PhD in epidemiologia molecolare al cittadino ed all'università di Kapodistrian di Atene, Grecia. “per scoprire più di questo dettaglio, abbiamo voluto stabilire come HBV è stato diffuso attraverso le regioni geografiche differenti.„

Per fare questo, il gruppo ha usato 916 HBV-D e 493 sequenze del interamente genoma di HBV-A per ricostruire lo sviluppo evolutivo globale e la differenziazione di questi genotipi, conosciuti come la loro filogenesi ed analizza i loro livelli di raggruppamento regionale. Hanno rivelato che l'origine geografica di HBV-D era nell'Africa del Nord ed in Medio Oriente, sebbene non potessero arguire esattamente l'origine esatta dai dati disponibili. La loro analisi egualmente suggerisce che l'origine di HBV-A sia vicina in Africa ed Europa e probabile in Medio Oriente e nell'Asia centrale.

“Le vie importanti di dispersione per HBV-D erano complesse, compreso le regioni geografiche differenti,„ spiega l'autore Dimitrios senior Paraskevis, assistente universitario dell'epidemiologia e della medicina preventiva al cittadino ed all'università di Kapodistrian di Atene. “Abbiamo trovato che i bassi livelli di trasmissione di HBV-D si sono presentati localmente nell'Africa del Nord ed in Medio Oriente, suggerente una quantità elevata di movimento fra le popolazioni infettate con HBV in queste aree. Ciò è in conformità con le nostre osservazioni precedenti circa il ruolo centrale di queste regioni come hub per espansione umana, dovuto lo sviluppo iniziale di mescolanza del sparsa di e genetica del risultato e dell'agricoltura di HBV-D.„

Paraskevis aggiunge che dopo che l'iniziale di HBV-A sparsa in Africa centrale, questo genotipo ha seguito due vie distinte: uno ad orientale ed all'Africa del Sud ed un altro in Africa subsaariana ed occidentale. Straripamenti più successivamente piombo alle trasmissioni regionali importanti verso il Brasile, l'Haiti ed il subcontinente indiano, molto probabilmente come conseguenza della tratta degli schiavi.

Insieme, questi risultati evidenziano le considerevoli differenze nei reticoli globali di diffusione di HBV-D e HBV-A come pure livelli differenti di loro raggruppamento regionale, che probabilmente riflettono l'impatto delle migrazioni umane preistoriche e più recenti e di altre attività sull'evoluzione di questi genotipi di HBV.

Sorgente: https://elifesciences.org/for-the-press/2bc7c0e1/scientists-shed-new-light-on-hepatitis-b-virus-origins