L'innovazione australiana della ricerca ha potuto piombo ai trattamenti più efficaci per la malattia dell'occhio asciutta

Gli scienziati scoprono i segreti molecolari degli strappi che proteggono i nostri occhi

I ricercatori australiani hanno fatto un'innovazione importante nella comprensione della composizione della pellicola dello strappo che protegge i nostri occhi, piombo ai trattamenti più efficaci per la malattia dell'occhio asciutta.

Il progetto era una collaborazione fra i ricercatori all'università di Wollongong (UOW), QUT e l'università di New South Wales. I risultati dello studio sono descritti come l'articolo di coperchio nell'edizione augusta del giornale della ricerca sui lipidi.

La superficie dell'occhio è coperta da una pellicola oleosa che rallenta l'evaporazione del livello di fondo dell'acqua, impedente l'occhio asciugarsi. La composizione di questo livello di petrolio è una miscela complessa di molte centinaia di diverse cere e di petroli (conosciuti come i lipidi).

Per più di 40 anni, gli scienziati stanno provando a determinare la composizione precisa di questi lipidi per capire come il livello del lipido della pellicola dello strappo funziona per impedire l'evaporazione, mentre ancora fornendo una superficie regolare per permettere alla chiara visione.

La classe A di lipidi chiamati OAHFAs è stata scoperta all'interno di questa miscela ed è risultata essenziale per la diffusione regolare della pellicola dello strappo. Tuttavia, perché erano presenti ai bassi livelli all'interno di una miscela complessa nessuno, finora, aveva potuto determinare inequivocabilmente tutte le componenti della sua struttura molecolare.

Il professore associato Todd Mitchell, dalla scuola di medicina di UOW e dall'istituto di salubrità e di ricerca medica di Illawarra (IHMRI), piombo uno dei gruppi coinvolgere nello studio.

“Stavamo esaminando non le lacrime, ma piuttosto la pellicola dello strappo che riguarda e protegge la superficie dell'occhio. Lo scopo dello studio era di delucidare esattamente la struttura molecolare del OAHFAs più abbondante presente nella pellicola dello strappo ed usando alcune tecniche avanzate di spettrometria di massa potevamo fare quello,„ il professor Mitchell ha detto.

Le strategie sperimentali multiple sono state richieste di determinare la struttura molecolare di questi lipidi, includente facendo uso dei fotoni del laser in collaborazione con il professore associato Adam Trevitt dal laboratorio di chimica del laser di UOW, banco di chimica.

Il professore associato Michael Kelso dal banco di UOW di chimica e di IHMRI poteva poi sintetizzare con successo queste molecole.

“Con successo sintetizzare le molecole del lipido non solo ha confermato i nostri risultati di spettrometria di massa ma egualmente ha aperto le nuove aree per ulteriore ricerca,„ il professor Kelso ha detto.

Il professor Stephen Blanksby di QUT ha sorvegliato la ricerca utilizzare la funzione di ricerca analitica centrale (CARF) per esplorare l'architettura molecolare complessa dei lipidi.

“Con la struttura dettagliata di OAHFA a disposizione, il nostro gruppo ha preparato le prime versioni sintetiche di questi lipidi, aprenti la strada per esame dei loro beni fisici e biochimici,„ ha detto.

“Ulteriore ricerca scoprirà come questi composti agiscono per stabilizzare la pellicola dello strappo e per fornire così una via ai trattamenti più efficaci per la malattia dell'occhio asciutta.„

Sorgente: https://media.uow.edu.au/releases/UOW250153.html