Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio clinico suggerisce la nuova direzione del trattamento per il cancro di collo e capo in fumatori pesanti

I pazienti con più maggior di 10 imballano/cronologia di anno di fumo tendono a sviluppare un modulo particolarmente pericoloso del cancro squamoso delle cellule del collo e della testa (HNSCC) per cui il povero ed i trattamenti di resti di prognosi hanno cambiato piccolo durante le due decadi scorse. Tuttavia, i risultati recenti di test clinico di fase 1 dal gruppo di collo e capo del Cancro all'università di centro del Cancro di colorado indicano una nuova direzione possibile per questi pazienti. La prova primo in umana del olaparib orale dell'inibitore di PARP, con il cetuximab e la radiazione anti--EGFR della droga, piombo ad una sopravvivenza di due anni di 72 per cento in 16 pazienti sulla prova, rispetto ad un tasso di sopravvivenza di due anni previsto di circa 55 per cento per il trattamento di standard-de-cura.

“Colorado promuove l'innovazione e questa prova era certamente innovatrice quando è stata progettata dal nostro gruppo,„ dice il ricercatore del centro di David Raben, del Cancro del CU, di MD e professore nel servizio di scuola di medicina del CU dell'oncologia di radiazione. “Molto credito va a Antonio Jimeno, il MD, PhD che era molto complementare di questi idea e movimento aiutato questo di andata con il Dott. Sana Karam ed il Dott. Daniel Bowles.„

Il cetuximab della droga mira alla segnalazione del ricevitore di EGF (EGFR) e mentre utile l'approvazione di FDA nel 2006 per uso contro i cancri di collo e capi cheesprimono EGFR, Raben ha specificato che c'è stanza significativa per miglioramento.

“Che è dove il olaparib e la radiazione entrano,„ dice. “Dieci anni fa, ero su un anno sabbatico da CU, lavorante per AstraZeneca in Inghilterra. E mi ricordo catturare il treno da Manchester a Cambridge per imparare circa questa nuova droga da una piccola società di Biotech chiamata Kudos Pharmaceuticals. Era un PARP-inibitore, destinato per tenere le celle dalla riparazione del DNA nocivo. Quella è la droga che ora chiamiamo il olaparib.„

Presto in via di sviluppo, la droga aveva indicato l'attività notevole in donna con le mutazioni di BRCA, “ma abbiamo voluto sapere se funzionasse in altre malattie dove BRCA non era la storia,„ Raben dice.

Olaparib inibisce l'atto di un enzima conosciuto come PARP, che è importante per la riparazione del DNA. HNSCC in fumatori pesanti già tende a sostenere un carico pesante di danno del DNA. E la radiazione crea il danno supplementare del DNA. Quando i nixes del olaparib la capacità di questi cancri di riparare il DNA, possono spingere l'esperienza delle cellule tumorali il punto di capovolgimento di danno e nella morte delle cellule. In questo modo, l'inibizione di PARP e la radiazione possono essere sinteticamente letali, significando che sfruttano insieme le carenze nei difetti che di gene quella piombo alla morte migliorata delle cellule.

Infatti, il lavoro di laboratorio dai colleghi del centro del Cancro del CU e di Raben compreso il MD, il PhD, Barb Frederick, Ph.D. e Ariel Hernandez di Xiao-Jing Wang, tra l'altro, indica che gli inibitori di PARP come olaparib possono anche ampliare gli effetti delle droghe anti--EGFR come cetuximab.

“L'approccio tradizionale contro questo genere di cancro usa la chemioterapia di cisplatin con radiazione. Avevo veduto i dati che suggerisco che la combinazione di cisplatin e di olaparib potrebbe essere troppo tossica sui conteggi dei globuli dei pazienti. Così il nostro gruppo ha esplorato questo metodo alternativo che abbiamo sperato avremmo offerto un trattamento mirato a in questo gruppo difficile di prognosi,„ Raben dice.

Oltre ai risultati di promessa di sopravvivenza, la prova rinforza la rappresentazione del lavoro più in anticipo quella malati di cancro che continuano a fumare mentre ricevono il trattamento tendono ad andare peggio che coloro che termina.

“Non abbiamo fatto martello pneumatico della ciliegia i nostri pazienti per questa prova. Tutti erano fumatori pesanti, molti erano bevitori pesanti, T-fasi avanzate ed alcuna continuata per fumare durante il trattamento. La gente che ha continuato a fumare era quelle che facessero il peggio,„ Raben dice.

Tuttavia, il vantaggio della sopravvivenza della prova è venuto con gli effetti secondari supplementari, alcuni di cui sono sembrato relativamente recenti nel corso della prova (che dimostra l'importanza di seguito a lungo termine per i pazienti nella fase di radiazione I studia).

“Abbiamo veduto un aumento nella tossicità dell'interfaccia, che non era inattesa ed abbiamo imparato che quando combinate il olaparib con radiazione, avete bisogno forse di un decimo della dose che quando usando il olaparib da solo,„ Raben dice. La maggior parte dei effetti secondari comuni hanno incluso la dermatite (39 per cento) e la mucosite (69 per cento). Parecchi pazienti hanno avvertito la fibrosi a lungo termine aumentata ed una ha mostrato la stenosi carotica, sebbene Raben precisasse che alcuni effetti secondari potrebbero essere dovuto l'influenza continuata di fumo, pure.

“La domanda ora è se dovremmo entrare questa combinazione in una sperimentazione di fase II ripartita con scelta casuale o usare che cosa abbiamo imparato progettare le nuove combinazioni,„ Raben dice. Per esempio, “c'è entusiasmo tremendo nella comunità dell'oncologia per combinare gli inibitori della riparazione di danno del DNA come olaparib con le droghe permettenti immuni e questo può diminuire la tossicità globale ulteriormente una volta combinato con o usato dopo radiazione,„ dice.

O, Raben suggerisce che le terapie e le immunoterapie mirate a potrebbero essere usate più presto nel corso del trattamento, indicante un prossimo test clinico dal collaboratore Sana Karam, il MD, PhD, che verificherà la capacità di radiazione e di immunoterapia di restringere i tumori di collo e capo del cancro prima di chirurgia.

“Vediamo questa prima prova come la consolidazione dell'impianto piccolo. Ora che ha cominciato svilupparsi, i sui nuovi rami sono come le nuove idee,„ Raben dice. “Questa prova getta la base per le combinazioni difficili di trattamenti mirati a contro il cancro di collo e capo in fumatori pesanti. Eventualmente, questa prova può anche servire da modello per le piattaforme dello sviluppo della droga di fase I attraverso i siti di malattia a CU. Con i nostri colleghi nel programma inerente allo sviluppo di terapeutica, vediamo questa prova stendere il fondamento per lo sviluppo programma Radiazione-Inerente allo sviluppo di terapeutica di fase di un I novello e economicamente indipendente. Finalmente, speriamo che uno dei questi “si ramifichi„ della ricerca piombo ad un nuovo paradigma per questa popolazione che lo ha bisogno disperatamente.„

Sorgente: http://www.coloradocancerblogs.org/phase-1-trial-results-suggest-new-direction-for-heavy-smoking-head-and-neck-cancer-patients/