Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori si muovono più vicino a trovare il punto molle potenziale nella tubercolosi resistente alla droga

La tubercolosi resistente agli antibiotici è una minaccia di salute pubblica. La TB ed altri batteri diventano resistenti agli antibiotici evolvendo i cambiamenti genetici col passare del tempo, che possono fare abbastanza rapidamente perché i cicli di vita batterici sono brevi. Infatti, cattura soltanto una singola mutazione genetica per accordare la resistenza di TB ad isoniazide, uno degli antibiotici prima linea.

Intrigante che un tal piccolo cambio provoca così risultato conseguente, i ricercatori piombo da Karen Dobos alla Colorado State University hanno intrapreso uno studio per determinare che cosa altri effetti potrebbero derivare da quel stesso ritocco del gene. Se potessero scoprire i cambiamenti che rendono la TB resistente agli antibiotici vulnerabile in altri modi, il gruppo di Dobos ha ragionato, essi o altri potrebbero potere ad obiettivo giorno quelle debolezze.

I risultati del gruppo, compreso nuove informazioni su un punto molle di TB di potenziale, recentemente sono stati pubblicati nel Proteomics molecolare & cellulare del giornale.

Per capire perché il gruppo di Dobos ha fatto che cosa ha fatto, dovete tenere presente che la TB, come l'infezione progredisce, costantemente state evolvendosi. Un antibiotico che batte indietro la TB inizialmente può perdere la sua efficacia.

Anche dovete sapere che l'isoniazide antibiotico dipende da una proteina prodotta dalla TB per estinguere la TB. Cioè il cambiamento genetico che rende la TB resistente ad isoniazide realmente ostacola la produzione di quella proteina di TB di tasto. Se la proteina, chiamata KatG, non è là o è là ma è nella forma difficile, l'infezione può infuriarsi su non appesantito dall'antibiotico.

In primo luogo, Dobos ed i suoi colleghi hanno ottenuto un campione di sforzo di TB da un paziente a due volte differenti: prima di cominciare l'isoniazide e dopo l'antibiotico ha smesso di lavorare. Con quei due campioni a disposizione, i ricercatori hanno esaminato le differenze proteomic e metaboliche negli sforzi. Hanno voluto scoprire come KatG di perdita, che il secondo campione aveva fatto, ha pregiudicato altri aspetti della cella batterica.

I ricercatori egualmente hanno esaminato gli sforzi di TB, sia rispondenti che resistenti all'antibiotico, che si era sviluppato in un altro laboratorio in un modello del mouse. “La nostra aspettativa era che il mutante laboratorio-generato ed il mutante clinico sarebbero stati relativamente lo stesso,„ ha detto Dobos. “l'ordinamento del Intero-genoma non ci ha mostrati qualche cosa sostanzialmente differente.„

Ma mentre i batteri sia dal paziente che dal mouse non hanno avuti i simili cambiamenti in KatG e cambiamenti in altri geni conosciuti per riferirsi a virulenza o a farmacoresistenza, la virulenza degli sforzi è risultato essere profondo differente. Lo sforzo paziente resistente era molto meno micidiale che la sua razza del genitore, ma la razza resistente del mouse non era quella differente dal suo genitore in termini di virulenza.

Dobos chiama questa individuazione “della quantità negativa del bit,„ perché significa che lo stesso cambiamento genetico non pregiudicherà i batteri allo stesso modo ogni volta.

Nondimeno, i batteri hanno diviso alcuni cambiamenti che aggiungono al corpo di conoscenze dei ricercatori circa la tubercolosi. Per esempio, entrambi gli sforzi che hanno guadagnato la resistenza dell'isoniazide hanno passato da ricorso a glucosio a ricorso agli acidi grassi per energia. La via del metabolismo dell'grasso-acido è già in esame come obiettivo della droga da altri gruppi.

Che la via è un forte candidato per l'ottimizzazione nei pazienti con le infezioni isoniazide-resistenti, Dobos ha spiegato, “perché è unico ai batteri e è ulteriormente unico ai micobatteri.„ Cioè gli esseri umani mancano della via, così mirantele non la renderanno non valida in pazienti, diminuenti la probabilità degli effetti secondari.

Dobos ha detto che spera che una droga che mira a quella via di TB “fosse tollerata bene e diminuire alcuni dei problemi terribili quella gente che hanno bisogno della fronte di taglio di terapia del multidrug.„