Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio trova perché qualche gente con gli indicatori del cervello di Alzheimer non sviluppa mai la demenza

Un nuovo studio dal ramo medico dell'università del Texas a Galveston ha scoperto perché qualche gente che non fa mai gli indicatori del cervello sviluppare di Alzheimer la demenza classica che altre fanno. Lo studio ora è disponibile nel giornale del morbo di Alzheimer.

Il morbo di Alzheimer, il modulo più comune di demenza, pregiudica più di 5 milione Americani. La gente che soffre da Alzheimer sviluppa un'accumulazione di due proteine che alterano le comunicazioni fra le cellule nervose nel cervello - placche fatte di beta proteine dell'amiloide e di grovigli neurofibrillary fatti dei proteina tau.

Intrigante, non tutta la gente con quei segni della manifestazione di Alzheimer qualsiasi declino conoscitivo durante la loro vita. La domanda è diventato, che cosa colloca questa gente oltre a quelle con le stessi placche e grovigli che sviluppano la demenza dell'impronta?

“Negli studi precedenti, abbiamo trovato che mentre la gente non pazza con la neuropatologia di Alzheimer ha avuta placche dell'amiloide e grovigli neurofibrillary appena come la gente pazza ha fatto, l'amiloide tossico beta ed i proteina tau non si sono accumulati alle sinapsi, il punto della comunicazione fra le cellule nervose,„ ha detto Giulio Taglialatela, Direttore del centro di Mitchell per le malattie di Neurodegenerative. “Quando le cellule nervose non possono comunicare a causa dell'accumulazione di queste proteine tossiche che interrompono la sinapsi, il pensiero e la memoria sono alterati. La questione chiave seguente era poi che cosa fa la sinapsi di queste persone resilienti capaci di rifiuto dell'associazione disfunzionale dell'amiloide beta e della tau?„

Per rispondere a questo problema, i ricercatori hanno usato l'elettroforesi e la spettrometria di massa di alto-capacità di lavorazione per analizzare la composizione della proteina delle sinapsi isolata dal tessuto cerebrale congelato donato dalla gente che aveva partecipato agli studi di invecchiamento del cervello ed alle valutazioni neurologiche e neuropsicologiche annuali ricevute durante la loro vita. I partecipanti sono stati divisi in tre gruppi - quelli con la demenza di Alzheimer, quelli con le funzionalità del cervello di Alzheimer ma nessun segni di demenza e quelli senza alcuna prova di Alzheimer.

I risultati hanno indicato che le persone resilienti hanno avute un'impronta sinaptica unica della proteina che collocato loro oltre sia ai pazienti pazzi dell'ANNUNCIO che agli oggetti normali senza patologia dell'ANNUNCIO. Taglialatela ha detto che questo trucco unico della proteina può sottolineare la resistenza sinaptica ad amiloide beta ed alla tau, così permettendo a questa gente fortunata rimanga conoscitivo intatto malgrado avere patologie Alzheimer's del tipo di.

“Ancora completamente non capiamo i meccanismi esatti responsabili di questa protezione,„ ha detto Taglialatela. “Capire tali trattamenti biologici protettivi ha potuto rivelare i nuovi obiettivi per sviluppare i trattamenti di efficace Alzheimer.„