Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio studia l'impatto di osteoporosi sul rischio di sviluppare la demenza

L'osteoporosi è stimata per pregiudicare 200 milione donne attraverso il mondo. In Germania, la prevalenza di questa malattia cronica fra la gente di 50 anni e più vecchi è intorno 15%. Negli ultimi decenni, parecchi autori hanno analizzato l'impatto di osteoporosi sul rischio di declino conoscitivo, ma, la maggior parte di questi studi sono stati Europa esterna condotta. Lo scopo dello studio presente era di studiare l'impatto di osteoporosi sul rischio di sviluppare la demenza in quasi 60.000 pazienti seguiti per fino a 20 anni in più di 1.200 pratiche generali in Germania.

“C'è grande interesse nella relazione fra osteoporosi e demenza,„ prof. spiegato Karel Kostev, il Dott. ms del principale inquirente, dal gruppo dell'epidemiologia di IQVIA, Francoforte, Germania. “Questo studio è il primo per rivolgere questo problema in un database molto grande permettendo al caso-controllo-confronto fra i pazienti con e senza l'osteoporosi.„

Questo studio di gruppo retrospettivo ha usato i dati dal database dell'analizzatore di malattia (IQVIA), che compila le informazioni sulle prescrizioni della droga, diagnosi ed i dati demografici si sono verificati direttamente e in formato anonimo dai sistemi informatici usati dai medici di famiglia e dagli specialisti. Questo database già è stato utilizzato in parecchi studi che mettono a fuoco negli ultimi anni sull'osteoporosi e sulla demenza. Lo studio ha incluso i pazienti diagnosticati con osteoporosi fra gennaio 1993 e dicembre 2012 (data di indice analitico) ed è stato seguito per fino a 20 anni. Dopo l'applicazione dei criteri simili dell'inclusione, i comandi sono stati abbinati (1: 1) ai pazienti di osteoporosi che usando i punteggi di tendenza basati sull'età, sul genere, sull'anno di indice analitico, su parecchi comorbidities e sulle co-terapie. Il risultato principale dello studio era di determinare la percentuale di pazienti con le diagnosi di tutto causa demenza in 20 anni della data di indice analitico.

Lo studio presente ha incluso 29.983 pazienti con osteoporosi e 29.983 comandi senza osteoporosi. Dopo 20 anni di seguito, 20,5% delle donne con osteoporosi e 16,4% dei comandi erano stati diagnosticati con demenza (p-value<0.001). Alla conclusione del periodo di seguito, la demenza è stata trovata in 22,0% degli uomini precedentemente diagnosticati con osteoporosi e in 14,9% degli uomini senza questo stato cronico (p-value<0.001). L'osteoporosi è stata associata con un aumento di 1,2 volte nel rischio di diagnostica con la demenza in donne e un aumento di 1,3 volte nel rischio di diagnostica con la demenza negli uomini.

“L'ipotesi principale per spiegare l'associazione fra osteoporosi e demenza è che queste due circostanze hanno simili fattori di rischio hanno notato il co-author Louis Jacob, MD, dalla clinica dell'università di Parigi 5, “questi fattori includono l'allele APOE4 del apolipoprotein E, dei portafili importanti del colesterolo, di più bassi livelli di vitamina K, della carenza di vitamina D, ma anche degli androgeni e degli estrogeni.„.

Le limitazioni principali dello studio sono dati mancanti su densità minerale ossea e sui fattori di rischio collegati allo stile di vita (per esempio, fumare, alcool e attività fisica). Le resistenze di questo lavoro sono il numero dei pazienti disponibili per l'analisi, la durata di seguito e l'uso dei dati nell'ambiente pertinente alle diagnosi nelle pratiche di pronto intervento dove le diagnosi sono documentate continuamente, tenendo conto la valutazione dell'esposizione imparziale (nessuna tendenziosità di richiamo).