Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio: Le disparità sociali si sono collegate con più alta prevalenza dell'iperplasia prostatica benigna

In uno studio di Andrologia di 100.000 uomini in Corea, disparità sociali--quali il basso livello di formazione e reddito domestico basso, uso corrente o precedente di assicurazione sanitaria dell'aiuto medico, occupazione o disoccupazione manuale, divorzio e capitale sociale basso delle comunità--erano tutti collegati con un'più alta prevalenza dell'iperplasia prostatica benigna (BPH), una circostanza che è caratterizzata da una prostata ingrandetta dovuto invecchiare, il bloccaggio più basso dell'apparato urinario ed altri fattori.

Gli autori hanno notato che sviluppare e diffondere i programmi di salute basati sulla comunità possono contribuire alle percezioni positive della comunità e delle attività sociali, così facilitando la prevenzione di BPH e migliorando la qualità di vita dei pazienti con BPH.