Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La pressione sanguigna che abbassano la terapia e gli statins continuano a migliorare la sopravvivenza in pazienti con ipertensione

La pressione sanguigna ed il colesterolo che abbassano le droghe continuano a migliorare la sopravvivenza in pazienti con ipertensione dopo più di una decade, secondo i risultati di rottura recenti dallo studio dell'eredità dell'ASCOT presentato al congresso di ESC 2018 e pubblicato in The Lancet.

Il Dott. Ajay K. Gupta, dell'istituto di ricerca di William Harvey, università Londra, Regno Unito di Queen Mary, ha detto: “I pazienti nel loro mid-60s con ipertensione erano meno probabili morire dalla malattia di cuore o dal colpo dall'età 75-80 se avessero catturato sia a canale del calcio alla la pressione sanguigna basata a stampo che abbassa il trattamento che uno statin.„

Lo studio dell'eredità dell'ASCOT è seguito a lungo termine di 8.580 pazienti dal Regno Unito che ha partecipato alla prova cardiaca Anglo-Scandinava di risultati (ASCOT), che fra 1998 e 2000 ha reclutato i pazienti con ipertensione e fattori di rischio tre o più supplementari per la malattia cardiovascolare.

I pazienti che hanno catturato una più nuova pressione sanguigna che abbassa il trattamento (basato su uno stampo del canale del calcio) per 5,5 anni erano 29% meno probabili morire da un colpo successivamente dieci anni di quelli che catturano un più vecchio regime (basato su un betabloccante). C'era una tendenza non significativa verso 10% meno morti cardiovascolari con la più nuova terapia.

Pazienti con la media (6,5 mmol/l) o sotto i livelli di colesterolo medii di sangue all'inizio della prova che ha catturato uno statin per 3.3-5.5 anni erano 15% meno probabile morire dalle cause cardiovascolari quale la malattia di cuore e segnare 16 anni successivamente di quelli ripartiti con scelta casuale a placebo.

Un sottogruppo di pazienti con colesterolo medio di cui sopra che ha ricevuto la terapia standard di riduzione dei lipidi per 5,5 anni ha avuto 21% meno morti cardiovascolari in dieci anni di seguito con la più nuova terapia di pressione sanguigna confrontata a quella più vecchia. C'era una tendenza non significativa verso le morti più basse del colpo e di tutto causa con il più nuovo trattamento.

“Questi risultati sono notevoli,„ ha detto il professor Peter la Sever, dell'istituto nazionale del polmone e del cuore all'istituto universitario imperiale Londra, il Regno Unito, che piombo insieme lo studio con il Dott. Gupta. “Precedentemente abbiamo indicato che la sopravvivenza confer a lungo termine degli statins si avvantaggia dopo che le prove si sono fermate, ma questa è la prima volta è stato trovato con un trattamento di pressione sanguigna.„

Il Dott. Gupta ha detto: “I risultati forniscono ad ulteriore supporto per l'uso di efficace pressione sanguigna che abbassa la terapia più uno statin nella maggior parte dei pazienti ipertensione.„

Un obiettivo principale della prova iniziale dell'ASCOT era di scoprire se una nuova strategia del trattamento per ipertensione era più efficace nell'impedire gli attacchi di cuore che una vecchia strategia. I pazienti con ipertensione sono stati assegnati a caso al nuovo trattamento dell'amlodipina (uno stampo del canale del calcio) più perindopril (un inibitore dell'enzima di conversione dell'angiotensina) se necessario per raggiungere la pressione sanguigna dell'obiettivo, o alla vecchia terapia del atenolol (un betabloccante) più il bendroflumethiazide (un diuretico) ed il potassio se avuti bisogno di. Le medicine sono state catturate per una mediana di 5,5 anni, quando la prova è stata interrotta perché il più nuovo trattamento ha impedito più colpi e morti. Dopo la prova, i pazienti hanno continuato a ricevere la cura usuale (o routine).

Un secondo scopo della prova era di scoprire se uno statin fornisse aggiungesse la protezione contro la coronaropatia in pazienti con ipertensione ed i livelli di colesterolo inferiore ai pazienti di 6,5 Mmol/L. con un livello di colesterolo di sangue di 6,5 mmol/l o di meno fossero assegnati a caso alle atorvastatine o al placebo per 3,3 anni, quando la prova prematuramente è stata interrotta perché le atorvastatine hanno impedito più attacchi di cuore e colpi. A seguito di questo, i pazienti sono stati offerti le atorvastatine per il resto del sangue che fa pressione sul braccio di abbassamento della prova. Durante questi anni 2,2 circa due terzi dei pazienti precedentemente definiti alle atorvastatine o al placebo ha catturato le atorvastatine.

Un terzo scopo della prova era di valutare l'efficacia del più nuovo contro più vecchia pressione sanguigna che abbassa il trattamento in pazienti con ipertensione e ricco in colesterolo (superiore a 6,5 mmol/l). Questi pazienti non hanno partecipato al braccio ripartito con scelta casuale di riduzione dei lipidi della prova e tutti hanno ricevuto la terapia standard di riduzione dei lipidi per 5,5 anni.

Il professor Mark Caulfield, Direttore dell'istituto di ricerca di William Harvey, ha detto: “Questo studio conferma l'importanza di abbassamento la pressione sanguigna e del colesterolo evitare che rende non valido e malattia cardiovascolare della vita riduzione.„