Sfide rapporto dei ricercatori nella diminuzione della mortalità di tetano

La mortalità globale in pazienti che soffrono il tetano non neonatale è alta. Gli sforzi per diminuire la mortalità in un'unità di cure intensive africana subsaariana (ICU) applicando un protocollo standard del tetano hanno fatto poco per cambiare i tassi di mortalità, sebbene spostassero le cause delle morti, ricercatori ora hanno riferito nelle malattie tropicali trascurate PLOS.

“Questo micrografo descrive un gruppo di batteri di tetani del clostridio, responsabile del causare il tetano negli esseri umani. Il tetano è un acuto, spesso interno, malattia causata da un'esotossina prodotta dal tetani del C. È caratterizzato da rigidità generalizzata e dagli spasmi convulsivi dei muscoli scheletrici, solitamente comprendendo la mascella (trisma) ed il collo, quindi essendo generalizzato.„
Credito: Libreria di immagine di salute pubblica di CDC (pubblico dominio, 1994)

Il tetano è una malattia trascurata vaccino-evitabile che principalmente si presenta nelle regioni dove la copertura della vaccinazione è incompleta. L'organizzazione mondiale della sanità raccomanda di trattare il tetano con il video paziente, le iniezioni dell'anticorpo, la sedazione, il sollievo di dolore e la cura complementare generale.

Nel lavoro recente, i bassi di Jennifer della medicina di Weill Cornell, New York ed i colleghi hanno esaminato un protocollo di cura paziente del tetano applicato nel ICU del centro medico di Bugando in Tanzania nel 2006. Il protocollo graduale, che è stato modificato nel 2012, ha sottolineato il controllo della galleria di ventilazione, l'amministrazione in anticipo dei farmaci e la cura della ferita. La cura paziente ed i risultati sono stati analizzati per i pazienti del tetano in tre gruppo-quei pre-protocollo ammesso nel 2001 al 2006, in quelli in un gruppo in anticipo, ammesso nel 2006 al 2011 ed in un gruppo recente ammesso nel 2012 al 2016 dopo che il protocollo è stato modificato.

I ricercatori hanno veduto un importante crescita nella cura utilizzata fra i gruppi in anticipo e recenti, con ventilazione più meccanica, cura chirurgica della ferita e le tracheotomie usate verso la fine del gruppo. Malgrado questo aumento nella cura, non c'era cambiamento significativo alla mortalità globale o la mortalità di sette giorni fra il pre-protocollo ed i gruppi di post-protocollo o presto ed i gruppi recenti, con i tassi di mortalità che variano da 40,3% a 60,7% in tutti i gruppi. C'era, tuttavia, una diminuzione nelle morti relative al compromesso ed all'aumento della galleria di ventilazione nelle morti dovuto sepsi nei gruppi di post-protocollo.

“L'entrata in vigore di cura protocolized nelle impostazioni risorsa-limitate è altamente complessa e richiede il video approfondito e valutazione dei pazienti, personale e procedure,„ i ricercatori dicono. “Chiamiamo forte da un aumento nella copertura della vaccinazione per gli uomini a rischio in Africa Subsahariana… allo scopo di eliminare questa malattia evitabile e letale,„ aggiungono.