Fare pendere la bilancia per iniziare tumorigenesis nel colon

Il c-MYC regolatore della proteina svolge un ruolo importante nella promozione dello sviluppo di molti tipi di tumori. il c-MYC è un fattore di trascrizione che gestisce l'attività di tantissimi geni in questione nella divisione cellulare e la sua sovraespressione piombo ad eccessiva proliferazione delle cellule. Un nuovo studio effettuato da un gruppo piombo dal professor Heiko Hermeking all'istituto di patologia a LMU (ed al consorzio tedesco del Cancro) ora indica che il c-MYC induce la produzione di un fattore di trascrizione, che aumenta i numeri delle cellule staminali nell'epitelio intestinale e quindi contribuisce alla formazione di adenomi (“polipi„) nel colon. I loro risultati compaiono nel giornale online “comunicazioni della natura„.

In circa 90% dei pazienti quel presente con carcinoma del colon, l'espressione della proteina del c-MYC è forte aumentato dovuto le mutazioni nella via di APC/beta-catenin. Di conseguenza, i geni attivati da c-MYC stessi upregulated. Fra gli obiettivi di c-MYC è il gene AP4, che codifica per il fattore di trascrizione dello stesso nome (AP4). I fattori di trascrizione come c-MYC e AP4 fungono da opzioni regolarici che permettono alle informazioni genetiche codificate nei segmenti specifici del DNA da trascrivere nel RNA messaggero, che programma la sintesi delle proteine corrispondenti. Hermeking ed i suoi colleghi precedentemente avevano dimostrato che AP4 promuove la metastasi dei tumori del colon (cioè, la migrazione delle celle del tumore in altri tessuti, in cui possono provocare i tumori satelliti). “Tuttavia, la funzione normale della proteina nell'epitelio intestinale è rimanere sconosciuta ed indipendentemente da fatto che partecipa a tumorigenesis primario nell'organo era poco chiara,„ Hermeking spiega.

Per studiare questo ulteriore, i ricercatori si sono girati verso un modello sperimentale del mouse per il polyposis adenomatoso ereditario del colon in esseri umani. In questo sforzo di ApcMin dei mouse, che è particolarmente incline sviluppi il tumore del colon, il gruppo ha cancellato il gene Ap4 specificamente nell'epitelio del colon. “È risultato in media che i mouse che mancavano della proteina Ap4 hanno sviluppato significativamente meno tumori e sono sopravvissuto a per i 100 giorni più di lunghezza, dei mouse che potrebbero ancora sintetizzarlo,„ dice Hermeking. Sorprendente, la perdita di Ap4 non ha avuta effetto sulle tariffe di divisione delle celle epiteliali normali o tumorali nel colon. Invece, l'eliminazione di Ap4 è associata con una riduzione dei numeri delle cellule staminali adulte presenti nel tessuto. “Questo che trova conferma un modello recentemente proposto, che postula che l'incidenza del tumorigenesis è correlata con il numero delle cellule staminali in un organo. Le cellule staminali sono così particolarmente suscettibili di trasformazione maligna,„ dice Hermeking.

Ulteriori studi sulle celle coltivate, tumore-derivate, intestinali sviluppate nelle circostanze in cui formano le aggregazioni conosciute come i organoids e i tumoroids hanno convalidato l'effetto. L'analisi di attività di gene in queste microstrutture ha permesso ai ricercatori di concludere che Ap4 agisce su due vie cruciali di segnalazione che regolamentano il bilanciamento fra manutenzione della cellula staminale e differenziazione e fa pendere la bilancia verso le cellule staminali.

Sorgente: https://www.en.uni-muenchen.de/news/newsarchiv/2018/hermeking_ap4.html