L'analisi dei denti angli di Saxon dà l'indicatore più affidabile degli effetti della dieta e della salubrità

La prova dai denti dei bambini angli di Saxon ha potuto contribuire ad identificare i bambini moderni più al rischio dai termini quali l'obesità, il diabete e la malattia di cuore.

I ricercatori dall'università di Bradford hanno trovato quell'analisi dei denti di latte degli scheletri dei bambini da un sito del X secolo in Northamptonshire, Inghilterra, hanno dato un indicatore più affidabile degli effetti della dieta e della salubrità che l'osso.

Lo studio, pubblicato oggi, il 6 settembre 2018, nel giornale americano dell'antropologia fisica, indica che analizzando la dentina dai denti di latte dei bambini angli di Saxon, una maschera emerge dello sviluppo di questi bambini dal terzo acetonide della gravidanza in avanti ed è un indicatore di proxy della salubrità delle madri. Ciò è la prima volta che in utero i dati sicuri sono stati misurati.

Gli scheletri analizzati all'università di Bradford vengono da un regolamento a Raunds Furnells e provengono da un gruppo conosciuto per essere sotto nutrito. L'effetto di questo nell'ambito di alimentazione, o lo sforzo, è di limitare la crescita delle ossa. Ciò può limitare la prova disponibile dall'analisi delle ossa da solo, quale l'età.

I ricercatori potevano egualmente esaminare i bambini delle età differenti per vedere se coloro che ha sopravvissuto ai primi 1.000 giorni dalla concezione, durante cui i fattori quale altezza sono fissati, hanno avute biomarcatori differenti per lo sforzo che coloro che è morto durante questo periodo ad alto rischio.

I denti, a differenza dell'osso, continuano a svilupparsi nell'ambito di tali indici dell'azoto di livello più alto, dell'osso a differenza, e di sforzo. Questa prova dà una più chiara maschera di che cosa sta accadendo al bambino prima della nascita. I denti, in effetti, stanno fungendo da archivio della dieta e della salubrità sia del bambino che della madre.

Il Dott. Julia Beaumont, dell'università di banco di Bradford di archeologico e di scienze legali, ha detto: “Questo è la prima volta che abbiamo potuti misurare con fiducia in utero gli indici dell'azoto della dentina. Troviamo quello quando l'osso ed i denti si formano allo stesso tempo, osso non facciamo indici dell'azoto di livello più alto che si presentano durante lo sforzo. La nostra ipotesi è che l'osso non sta sviluppandosi ma i denti sono. Così l'archeologia non può contare sulla prova dalle ossa da solo perché l'osso è non formantesi e non registrante durante l'alto sforzo e non possiamo essere sicuri, per esempio, dell'età di uno scheletro. I denti sono più affidabili poichè continuano a svilupparsi anche quando un bambino è affamato.„

Così come il significato archeologico di questo metodo di analisi, il Dott. Beaumont ritiene che abbia un'applicazione diretta a medicina moderna.

Ha detto: “C'è un consenso crescente che i fattori quale il peso alla nascita basso hanno un impatto significativo sulla nostra probabilità di sviluppare i termini quali la malattia di cuore, il diabete e l'obesità e che i primi 1.000 giorni dalla concezione in avanti collocano il nostro “modello„. Analizzando i denti di latte dei bambini moderni come gli scheletri angli di Saxon, noi possono misurare gli stessi valori e vedere i fattori di rischio che sono probabili affrontare nella vita più tarda, permettere misura essere catturato per attenuare tali rischi.„