Gli scienziati scoprono l'aspetto chiave nello sviluppo della sclerosi a placche

Nella sclerosi a placche (MS), non solo le celle di T del sistema immunitario, ma anche i sui linfociti B, svolgono un ruolo importante. Ciò è indicata dai ricercatori a Karolinska Institutet e l'università di Zurigo in uno studio pubblicato nella cella del giornale. I risultati spiegano come una nuova classe di droghe del ms funziona e possono aprirsi per i modi più precisi di trattamento della malattia.

Il ms è una malattia cronica in cui le celle immuni attacco dell'organismo e danneggia il suo proprio tessuto nervoso. Le influenze di malattia intorno 2,5 milione di persone universalmente, con un elevato rischio fra le donne.

Ora, un aspetto chiave nello sviluppo della malattia è stato trovato dai ricercatori a Karolinska Institutet e l'università di Zurigo. I risultati sono pubblicati nella cella del giornale. Al Nimer, ricercatore di Faiez al dipartimento della neuroscienza clinica a KI, è co-primo autore dello studio.

Attacchi le cellule nervose

Fino ad oggi, la ricerca del ms pricipalmente ha messo a fuoco su un tipo di celle immuni chiamate celle di T. Contribuiscono normalmente a proteggere l'organismo dagli intrusi. Qualche gente, tuttavia, attaccano il livello protettivo che circonda le cellule nervose - tracciare l'inizio di sig.ra. Il nuovo studio indica che non solo le celle di T, ma anche i linfociti B del sistema immunitario, svolgono un ruolo nello sviluppo della malattia, attivando le celle di T.

Analizzando i campioni di sangue, i ricercatori hanno veduto che il sangue dalla gente con il ms contenuto ha aumentato i numeri e lo stato di attivazione delle celle di T conosciute per essere importante per attività di malattia del ms. Quando i linfociti B si sono eliminati, lo stato di attivazione di queste celle di T malattia-moventi ha ritornato al normale, suggerente quel gioco dei linfociti B un ruolo cruciale nell'attivazione delle celle di T autoimmuni in sig.ra.

Migri al cervello

Il gruppo egualmente ha scoperto che queste celle di T attivate rilevabili nel sangue hanno incluso considerevolmente quelle che egualmente si presentano nel cervello nei pazienti del ms durante le fiammate della malattia. Queste celle di T sono state indicate per riconoscere le strutture di una proteina che è prodotta dai linfociti B come pure dalle cellule nervose nel cervello. I ricercatori concludono che dopo l'attivazione nel sangue dai linfociti B, le cellule T migrano al cervello, in cui distruggono il tessuto nervoso.

Lo studio spiega il meccanismo precedentemente poco chiaro di nuova classe di droghe del ms (rituximab e ocrelizumab) e può, secondo i ricercatori, aprire la strada per i modi più precisi di cura del ms in futuro.

Sorgente: https://ki.se/en/news/new-explanation-for-the-cause-of-ms