Il siero di sangue induce il movimento e la crescita spontanei delle cellule epiteliali

Che cosa accade alle cellule epiteliali quando sono confrontate con sangue? Un gruppo dei ricercatori dall'ospedale universitario di Oslo, piombo da Emma Lång e da Stig Ove Bøe, ha eseguito gli esperimenti sulle celle sangue-sfavorite che successivamente sono state esposte al siero di sangue. Notevolmente, tutte le celle hanno cominciato muoversi e svilupparsi nella stessa direzione non appena il siero di sangue si è aggiunto. Assistente universitario Liesbeth Janssen e studente matrice Marijke Valk dall'università tecnologica di Eindhoven (TU/e) ha sviluppato un modello di corrispondenza di simulazione, rivelante le nuove comprensioni nei meccanismi di guarigione della ferita. I risultati sono stati pubblicati nelle comunicazioni della natura del giornale questa settimana.

Una persona incontra circa 10,000 lesioni durante la durata della vita normale, variante dai piccoli tagli alle lesioni ed all'ambulatorio traumatici. Nella maggior parte dei casi, le ferite sono riparate miracoloso, ma in alcuni casi il trattamento curativo è difettoso e piombo alle ferite croniche. Ciò è associata comunemente con invecchiamento e determinate patologie quali il diabete e l'obesità.

È affermato che il sangue svolge un ruolo importante in ferita che guarisce e le varie componenti molecolari nel sangue sono conosciute per avviare i processi di riparazione del tessuto dopo la lesione. Nel documento di comunicazioni della natura, gli autori studiano che cosa accade quando le cellule epiteliali dormienti sono messe in contatto con sangue, quando non c'è nessuna ferita presente. Trovano che il siero di sangue induce il movimento spontaneo (migrazione) e la crescita (proliferazione) delle celle--due trattamenti che sono importanti nella guarigione della ferita. Ancora, dimostrano che le divisioni cellulari sono polarizzate e state allineate rispetto alla direzione di migrazione delle cellule, una nuova comprensione che può potenzialmente essere pertinente nella riparazione del tessuto. Lo studio indica che la presenza di siero di sangue è sufficiente per attivare le cellule epiteliali dormienti in uno stato migratore e proliferativo e che una barriera della ferita--precedentemente creduto per avviare migrazione e crescita delle cellule--necessariamente non è richiesto.

Il gruppo da Oslo successivamente studiata come il movimento e la crescita delle celle è influenzato dalla connettività fra le celle. Interessante, hanno veduto che le celle disconnected subiscono soltanto il moto determinato casuale, ma che le forti connettività della cella-cella piombo a migrazione collettiva e coordinata molto più pronunciata delle cellule, misurando le distanze di micro- e perfino dei disgaggi di millimetro di lunghezza.

Per capire questo fenomeno, Valk e Janssen di TU/e hanno sviluppato un modello di simulazione numerica che imita la forma ed il movimento delle celle sia in presenza che assenza di sangue. Nel loro modello, le celle sangue-sfavorite rimangono in uno stato tranquillo, mentre l'aggiunta di sangue attiva le celle per subire il moto spontaneo. Le simulazioni indicano che la connettività migliorata della cella-cella induce le celle ad allineare più forte con i loro vicini, infine provocanti il moto collettivo su grande scala osservato negli esperimenti.

È conosciuto che l'infiammazione ed il flusso sanguigno aumentato ad un sito della ferita possono essere attivati senza avere una ferita aperta, per esempio battendo. Gli scienziati coinvolgere ritengono che i loro risultati possano essere pertinenti in materia. “Si può speculare, in base ai nostri dati, che la migrazione delle cellule egualmente è attivata in queste situazioni„, dice il professor Bøe. “Possiamo anche speculare che le nostre cellule epiteliali sono molto più attivo e dinamiche che precedentemente abbiamo pensato e che la dinamica sangue-regolamentata dell'interfaccia si presenta in molte situazioni differenti.„

“Il punto seguente ora è di capire perché la presenza di sangue avvia le forze attive dentro le celle e perché le celle si dividono assimetricamente in direzione di migrazione delle cellule„, dice Janssen.

Sorgente: https://www.tue.nl/en/university/news-and-press/news/10-09-2018-a-mere-drop-of-blood-makes-skin-cells-line-up/