La nuova scoperta capovolge i secoli di pensiero circa la natura dei calcoli renali

Un geologo, un microscopista e un medico camminano in un laboratorio e, con i loro colleghi dall'altro lato della nazione, fanno una scoperta che capovolge i secoli di pensiero circa la natura e la composizione dei calcoli renali. La comprensione chiave del gruppo, riferita nei rapporti scientifici del giornale, è che i calcoli renali sono sviluppati in di livelli ricchi di calcio che somigliano ad altre mineralizzazioni in natura, come quelle che formano le barriere coralline o che sorgono nelle sorgenti di acqua calda, negli aquedotti romani o nei giacimenti di petrolio sotto la superficie.

Per di più per le sanità, i ricercatori trovati, calcoli renali parzialmente si dissolvono e ricrescono ripetutamente mentre si formano.

Ciò contraddice la nozione comunemente ritenuta che i calcoli renali sono rocce omogenee che mai si dissolvono e non sono differenti da tutte le altre rocce in natura, hanno detto il professor Bruce Fouke della geologia dell'università dell'Illinois e di microbiologia, che piombo la nuova ricerca con Jessica ha veduto, uno studente di M.D. allo studente della scuola di medicina e di Ph.D. della clinica di Mayo al U. del I.; e Mayandi Sivaguru, un direttore associato di Carl Zeiss [email protected] al Carl R. Woese Institute per biologia genomica al U. del I.

“Contrario a che cosa cura impari nella loro istruzione medica, noi ha trovato che i calcoli renali subiscono un trattamento dinamico di crescita e di dissoluzione, crescendo e dissolvendosi,„ Fouke ha detto. “Questo significa che quello l'un giorno possiamo potere intervenire completamente per dissolvere i calcoli radrizziamo nel rene del paziente, qualcosa la maggior parte dei medici oggi abbiano detto sia impossibili.

“Invece di essere masselli cristallini senza valore, calcoli renali è minuto per minuto un record della salubrità e funzionamento del rene di una persona,„ che ha detto.

I risultati erano il risultato di sguardo dei calcoli renali molto più molto attentamente e con una più vasta schiera delle tecniche di microscopia elettronica e dell'indicatore luminoso che altri avevano impiegato prima, hanno detto Sivaguru, l'autore principale dello studio che piombo il lavoro di microscopia. I metodi hanno incluso il luminoso-campo, il fase-contrasto, la polarizzazione, confocale, la fluorescenza e microscopia elettronica, con le combinazioni recentemente inventate di questi strumenti e di spettroscopia di raggi x.

Molte delle tecniche sono impiegate comunemente nella geologia e in geobiology, ma non sono state usate per studiare le mineralizzazioni negli organismi viventi, come i calcoli renali e colelitiasi che si formano nel corpo umano, Fouke ha detto. In particolare, l'uso di luce ultravioletta, che induce alcuni minerali e proteine ad essere flourescenti alle lunghezze d'onda differenti, ha offerto un vasto nuovo tesoro trovato di tesoro di informazioni.

Una tecnologia sviluppata di recente, microscopia di super-risoluzione di Airyscan, ha permesso che il gruppo osservasse i campioni a risoluzione di nanometro 140, un ingrandimento molto più alto normalmente possibile con microscopia leggera.

Lo sforzo ha provocato le immagini spettacolare chiare e variopinte della cronologia interna della crescita dei calcoli renali, rivelante che sono sviluppati in strati sottili alternanti della materia organica e dei cristalli, interrotti nei posti con sporgere i cristalli interni.

Nelle fasi più iniziali dello sviluppo del calcolo renale, i ricercatori trovati, cristalli di un modulo idratato dell'ossalato del calcio aderiscono ad uno un altro, formando un grande, mucchio irregolare. I livelli di materia organica ed i cristalli si accumulano sopra questa memoria interna, creante uno shell esterno. I calcoli continuano a dissolversi e svilupparsi. Potere vedere i livelli chiaramente per la prima volta ha permesso di ricreare questa cronologia geologica, Fouke ha detto.

“Nella geologia, quando vedete i livelli, che significa che qualche cosa di più vecchio è al di sotto di qualche cosa di più giovane,„ ha detto. “Un livello può essere depositato nel corso di molto bruscamente molto ai lungi periodi di tempo.„

Ma molti dei livelli sono stati interrotti, rivelanti che la parte delle pietre - solitamente i cristalli interni del biidrato - si era dissolta. I nuovi cristalli di un modulo disidratato dell'ossalato del calcio avevano cominciato a svilupparsi ancora all'interno di quei vuoti.

“Di conseguenza, appena una roccia rappresenta un'intera serie di eventi che sono che critici a decifrare la cronologia della malattia del calcolo renale,„ Fouke ha detto col passare del tempo.

I ricercatori e medici che studiano e malattia renale dell'ossequio ora dovrà ripensare i loro presupposti di base, sega hanno detto.

“Prima che questo studio, sia pensato che un calcolo renale sia appena un cristallo semplice che si ingrandisce col passare del tempo,„ ha detto. “Che cosa stiamo vedendo qui è che è dinamico. Il calcolo è crescente e dissolventesi, crescente e dissolventesi. È molto ricco con molte componenti. È molto vivo.„

Sorgente: https://illinois.edu/