Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Rilevazione automatica di pertinenza in video oftalmici della chirurgia

I ricercatori dai campi dell'informatica e della medicina stanno collaborando per fare il migliore uso dei video microscopici che registrano le procedure chirurgiche per quanto riguarda gli occhi ai fini dell'insegnamento, della ricerca e della documentazione.

L'ambulatorio oftalmico è eseguito solitamente con l'aiuto di un microscopio che può essere fornito di una videocamera per registrare la procedura chirurgica. I video catturati in questo modo sono altamente significativi per formazione, la ricerca e la documentazione mediche. Il gruppo di ricerca che lavora con Klaus Schöffmann e Mario Taschwer (dipartimento di Information Technology) sta collaborando con i medici dall'ospedale di Klinikum a Klagenfurt per mettere a punto i metodi per l'analisi automatica di questi video. Il progetto porta il titolo “rilevazione di pertinenza in video oftalmici della chirurgia„ ed è supportato dal fondo austriaco di scienza (FWF), che sta costituendo un fondo per le posizioni per tre studenti di laurea durante tre anni.

Gli sforzi sono concentrati specificamente sulla rilevazione automatica dei segmenti temporali pertinenti in video della chirurgia. Klaus Schöffmann spiega: “Il contenuto pertinente dovrebbe essere imparato automaticamente con l'applicazione dei metodi di apprendimento automatico (reti neurali in particolare), con i video della chirurgia che sono stati annotati dai chirurghi che serviscono da dati di addestramento.„ I video segmenti importanti potrebbero includere, per esempio, fasi irregolari dell'operazione, che deviano dalla procedura utilizzata nell'ambulatorio quasi standardizzato dell'occhio. Mario Taschwer continua ad aggiungere: “Come pure riconoscendo le deviazioni dalle procedure chirurgiche regolari, egualmente speriamo di identificare e differenziarci fra le irregolarità che si presentano con certa frequenza. Per raggiungere questo, miriamo ad elaborare e valutare le procedure di classificazione automatica per i video oftalmici della chirurgia.„

I video analizzati in questo modo non solo semplificheranno tenere la carreggiata di video segmenti che caratterizzano le fasi “cospicue„ di chirurgia, ma grazie alla rilevazione automatica di pertinenza, egualmente sarà possibile migliorare il trattamento di stoccaggio e di compressione. Il progetto di ricerca è dovuto cominciare ad ottobre, con i risultati iniziali preveduti circa un anno più successivamente.