I ricercatori acquistano le nuove comprensioni nelle DNA polimerasi

I sistemi biologici complessi possono essere descritti come rete dei trattamenti chimici che hanno luogo in molecole. Gli scienziati dell'iniziativa della ricerca “di ChemLife„ all'università di Costanza stanno lavorando insieme in una rete ugualmente attiva con i collegamenti dinamici - sia oggetto-specifico che interdisciplinare. Le visioni recenti delle DNA polimerasi acquistate con la cooperazione interdisciplinare fra chimica organica, la biochimica, la biologia strutturale e la chimica teorica mostrano appena quanto produttivo e reciprocamente ispirare l'interazione del knowhow biologico e chimico può essere. Questi nuovi risultati al livello molecolare di polimerasi possono essere usati per sequenziamento del genoma ed altre aree ai dei sistemi diagnostici basati a biologia molecolari. I risultati della ricerca sono stati pubblicati il 17 settembre 2018 negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze degli Stati Uniti d'America (PNAS).

I trattamenti del riconoscimento delle DNA polimerasi con i substrati modificati, che sono essenziali in molte aree biotecnologiche, finora insufficiente sono stati studiati al livello molecolare. Come “commputer della sintesi del genoma„ queste polimerasi sono responsabili del raddoppiamento del DNA durante la divisione cellulare. Il professor Andreas Marx, il professor Kay Diederichs ed il professor Christine Peter ora sono riuscito insieme ad ottenere le comprensioni strutturali dettagliate nelle polimerasi nell'interazione con i substrati modificati. Questa conoscenza crea una piattaforma per più ulteriormente l'esplorazione dell'argomento su un più vasto disgaggio in futuro e nelle sue numerose varianti. Per i ricercatori a Costanza ha compreso nell'iniziativa “di ChemLife„, le applicazioni pratiche e la pertinenza sociale è specialmente aspetti importanti. La conoscenza di come una tal modifica progredisce attraverso una DNA polimerasi può essere usata, per esempio, per avanzare il sequenziamento del genoma: “Molti trattamenti nei sistemi diagnostici di biologia molecolare sono basati sull'uso delle particelle elementari modificate,„ spiega il professor Andreas Marx, che è un membro dell'iniziativa “di ChemLife„ all'università di Costanza.

Numerosi progetti di collaborazione, la biologia chimica del banco di ricerca di Costanza come pure i due principi biologici di collaborazione del centro di ricerca “chimico e di Proteostasis cellulare„ e “di particelle anisotrope come particelle elementari: Adattando la forma, le interazioni e le strutture„ stanno interagendo su un disgaggio importante - con un effetto altamente produttivo: I nuovi risultati della ricerca sulla DNA polimerasi allineano accanto all'ultimo articolo sull'analisi strutturale della proteina di FAT 10 dal professor Christine Peter e dal professor Markus Goettrup in una collezione oltre di 200 pubblicazioni che sono derivato dal lavoro di ricerca di collaborazione nel corso degli ultimi anni. “ChemLife„ vuole continuare a utilizzare questa dinamica speciale nel futuro, anche e sviluppa i nuovi sistemi e materiali con i beni ottimizzati all'interfaccia fra biologia, chimica e l'informatica.