La ricerca sorprendente che mostra l'adattabilità del peptide può aprire la strada a sviluppare le immunoterapie

Il sistema immunitario dell'organismo è un'arma coraggiosa contro la malattia e sfruttando la sua potenza con una tecnica ha chiamato l'immunoterapia è alla prima linea della ricerca corrente per trattare il cancro ed altre malattie.

Ecco perché un'individuazione inattesa dall'università di ricercatori di Notre Dame e di loro collaboratori, relativa agli antigeni distintivo differenti del peptide di modo due reagisce con un recettore delle cellule t (TCR), lancia una nuova chiave nel trattamento di costruzione delle molecole migliori per sviluppare le immunoterapie.

La ricerca sorprendente che mostra l'adattabilità del peptide è stata pubblicata lunedì (il 17 settembre) nella biologia del prodotto chimico della natura. Il panettiere di Brian, il John A. Zahm, C.S.C., professore di biologia strutturale e la presidenza del dipartimento di chimica e della biochimica, erano ricercatore principale sullo studio e lavorato con i co-author da Notre Dame come pure dalla Stanford University, dall'università di Loyola e dall'università di Kentucky.

“Essenzialmente, abbiamo scoperto che i ricevitori a cellula T possono essere molto inter-più reattivi di precedentemente abbiamo preveduto, che sta interessando piuttosto per l'intero campo,„ abbiamo detto l'autore principale Timothy Riley, ex assistente di ricerca laureato del panettiere ed ora co-fondatore ed ufficiale scientifico principale di immunità strutturata avvio, una società incubata attraverso il centro dell'IDEA di Notre Dame che tende il immunotherapeutics della fase iniziale di de-rischio.

Le celle di T sono un sottotipo di un globulo bianco responsabile della percezione se siete in buona salute o avete un'infezione, ma trascurano spesso le cellule tumorali come minaccia potenziale. Nell'immunoterapia a cellula T, alcune delle celle sono alterate per contenere i ricevitori che permettono che le celle di T cerchino e distruggano le celle specifiche e indesiderabili quando il ricevitore reagisce con gli antigeni specifici del peptide, un atto richiesto per indurre una risposta immunitaria. Mentre il trattamento è in alcuni casi efficace, in altri, può distruggere le celle in buona salute. Di conseguenza, i ricercatori cercano di predire che la reattività ed assicurare la reazione è specifica soltanto alle celle vogliono mirare a.

Gli scienziati hanno saputo che c'erano molti milioni più peptidi, o obiettivi dell'antigene, che TCRs. Hanno preveduto che i ricevitori riconosciuti e regolato a molti peptidi differenti che hanno simili beni. che Nel caso del TCR studiato nella ricerca corrente, DMF5, ricercatori ha saputo che ha riconosciuto gli antigeni idrofobi del peptide, che sono insolubili in acqua. Ma K. Christopher Garcia, il più giovane professore della famiglia e professore di biologia strutturale alla Stanford University, panettiere avvisato ad un'anomalia ha scoperto nella sua propria ricerca. Garcia ha notato che DMF5 egualmente è sembrato legare con una classe differente di peptidi -- uno che altamente è stato fatto pagare e facilmente solubile.

Il laboratorio del panettiere, che ha esperienza nell'analizzare quel TCR, ha deciso di ricercare più profondo.

“Abbiamo pensato che il TCR stesse trascurando le piccole differenze (nell'obiettivo altamente fatto pagare) un po'e semplicemente trovasse le cose simili per riconoscere,„ ha detto il panettiere, che è egualmente affiliato con l'istituto di ricerca sul cancro di Harper. “Ma quello era sbagliato. Abbiamo scoperto che questo peptide si è mosso e ci siamo adattati in modo che il ricevitore a legatura, in un modo che nessuno aveva veduto prima.„

I due antigeni differenti del peptide hanno funzionato altrettanto bene all'associazione con DMF5, stimolante il ricevitore ed inducente una risposta immunitaria. “Realmente non importa come funziona, finchè legare accade,„ Riley ha detto.

Sebbene la scoperta sia notevole per l'aumento della comprensione di come sviluppare le immunoterapie, sia una sfida inattesa da sormontare, panettiere spiegato. Sebbene la ricerca corrente sia completata su appena un TCR e quel soltanto due peptidi siano valutati, ha notato, è probabile che altri possono funzionare in un simile modo.

“Che cosa è significativa è quella prova della gente per fare le previsioni per sviluppare questi modelli per la terapia e circa i generi di modi potete riconoscere gli obiettivi,„ ha detto. “E questa è una nuova, complicazione imprevista.„

I ricercatori si sono occupati della conoscenza che un certo TCRs può attaccare le celle in buona salute come pure quelle pericolose essi sono state costruite per affrontare ed hanno sviluppato quella preoccupazione nei loro studi. “Ma per quella gente che sta provando ad approfittare di quella biologia per sviluppare le immunoterapie, dovete essere vi siete preoccupati per questa nuova emissione e la sviluppate in qualsiasi piattaforma di progettazione che avete,„ Baker ha detto.

Armato con questa nuova scoperta, tuttavia, Riley è su per la sfida. “Ora che abbiamo grandi esempi di un recettore delle cellule t che riconosce gli antigeni multipli del peptide che sono strutturalmente differenti, possiamo usarli per sviluppare le ipotesi e verificare le previsioni,„ ha detto.

Sorgente: https://news.nd.edu/news/study-uncovers-new-hurdle-for-developing-immunotherapies/