La Columbia University annuncia i vincitori del premio lordo 2018 di Louisa Horwitz

La Columbia University ha deciso di assegnare al Louisa il premio lordo 2018 di Horwitz a:

Pierre Chambon

Istituto dello studio avanzato all'università di Strasburgo ed il Institut de Génétique et de Biologie Moléculaire et Cellulaire (IGBMC), Strasburgo, Francia

Ronald M. Evans

Istituto di Salk, La Jolla, CA, U.S.A. e Howard Hughes Medical Institute, Chevy Chase, MD, U.S.A. e

Bert W.O'Malley

Istituto universitario di Baylor di medicina, Houston, TX, U.S.A.

“per le loro scoperte di come gli ormoni steroidi regolamentano il comportamento delle celle distanti.„

Premio di Horwitz ricevuto per lavoro sugli ormoni

Se aprite il vostro gabinetto di medicina, è una scommessa sicura che troverete una droga che mira ad un recettore ormonale nucleare. La Columbia University assegna al Louisa 2018 il premio lordo di Horwitz a Pierre Chambon, a Ronald M. Evans ed a Bert W.O'Malley per la loro ricerca--misurando in 50 anni--decodificando come gli ormoni steroidi ed i ricevitori nucleari regolamentano la funzione delle cellule. Questo lavoro ha trasformato la nostra comprensione della fisiologia e della malattia umane.

Gli ormoni steroidi come cortisol ed estrogeni in primo luogo sono stati identificati all'inizio del Novecento. I ricercatori hanno osservato che questi prodotti chimici potrebbero viaggiare distanze lunghe fra un organo e un altro e che hanno influenzato un'ampia varietà di trattamenti biologici compreso lo sviluppo, la riproduzione, la crescita, il metabolismo e l'infiammazione. Ma appena come gli ormoni lavorati sono rimanere un mistero per le decadi.

Quando le tecniche di biologia molecolare sono diventato disponibili negli anni 60, gli scienziati potrebbero definitivo cominciare più precisamente alla sonda al meccanismo da cui gli ormoni agiscono. Facendo uso di questi strumenti, il laboratorio di O'Malley ha dimostrato che gli ormoni steroidi modificano l'espressione genica. Ciò era uno spostamento di paradigma, perché sino a quel momento molti ricercatori hanno ritenuto che gli ormoni funzionassero direttamente interagendo con gli enzimi o manipolando la membrana cellulare. In una serie dei documenti pubblicati fra 1967 e 1972, il gruppo di O'Malley ha indicato che gli ormoni steroidi forniscono la cella e la legatura ai ricevitori nucleari, una proteina specializzata che entra nel nucleo e modifica l'attività di gene. Questa riparazione dell'espressione genica avvia i cambiamenti biologici nella cella ed i cambiamenti fisiologici nell'organismo.

Negli anni 80, scienziati costruiti su questo lavoro ed isolati i geni che codificano per i recettori ormonali steroidi. I gruppi piombo da Chambon e da Evans erano i primi per scoprire e clonare i geni per i ricevitori del cortisol e dell'estrogeno, rispettivamente. Precedentemente, i ricercatori avevano predetto che il numero dei ricevitori nucleari sarebbe piccolo. Ma una di grandi sorprese che sono venuto dal paragone delle sequenze di questi ricevitori nucleari era che c'erano dozzine di simili geni.

I laboratori di Chambon e di Evans, insieme con altri, sono continuato ad identificare ed isolare molti di questi geni relativi, pianificando “una superfamiglia„ di 48 ricevitori nucleari umani che regolamentano collettivamente una grande selezione dei trattamenti biologici. Alcuni dei geni che hanno scoperto non hanno avuti ormone connesso con loro ed in modo da sono stati nominati “ricevitori orfani.„ Questo lavoro ha aperto un nuovo campo di biologia ed ha indicato che varie molecole--non appena ormoni steroidi, ma ormoni tiroidei, acidi biliari, acidi grassi ed altri--ha potuto anche legare ai ricevitori nucleari per regolamentare l'espressione genica delle celle sopra le grandi distanze nell'organismo.

A seguito di queste scoperte seminali, il lavoro successivo da tutti e tre i scienziati ha continuato ad aggiungere i dettagli importanti alla maschera della molecola-da-molecola di come le 10 celle trilione nel nostro organismo comunicano a vicenda e restano nell'armonia funzionale. Disfare questi misteri ci ha dato la comprensione più profonda nelle vie che piombo a varie malattie umane. Oggi, le droghe che mirano ai ricevitori nucleari comprendono 13 per cento tutti i prodotti farmaceutici approvati dalla FDA degli Stati Uniti. Queste droghe trattano tutto dall'più ordinario alle circostanze più serie--compreso cortisone attuale non quotato in borsa per infiammazione dell'interfaccia, la rosiglitazione di prescrizione per tipo diabete di II ed il tamoxifene, la droga di cancro più ampiamente usata nel mondo.

La nostra capacità di trattare così diversa schiera delle malattie ha cominciato con gli scienziati che hanno connesso i punti fra l'ormone, il ricevitore ed il gene.

Osservazioni dalla presidenza del comitato

Gerard Karsenty, MD, PhD, presidenza del comitato premiato di Horwitz e presidenza del dipartimento della genetica e dello sviluppo al centro medico di Irving di Columbia University: “I ricevitori nucleari sono una stele di Rosetta per la fisiologia; la loro scoperta e caratterizzazione aiutate hanno risolto i misteri circa molti dei nostri trattamenti biologici più fondamentali che in primo luogo sono stati dissotterrati quasi un secolo fa. Il lavoro di

Sorgente: http://newsroom.cumc.columbia.edu/blog/2018/09/21/horwitz2018/