Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo studio mira ad identificare i bambini all'elevato rischio di autismo e di ADHD

I ricercatori di Londra sono collocati per iniziare uno studio triennale a mirare ad identificare i bambini al rischio superiore alla media di stati di spettro di autismo (ASC) e di disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD).

Il lavoro all'College Londra di re è collocato per cominciare il 1° ottobre con il finanziamento di £199,968 da ricerca medica di atto della carità dei bambini.

Sviluppo alterato di comprensione del cervello

Sia il CSA che ADHD sono comuni nell'infanzia, come il Dott. Tomoki Arichi (banco del ricercatore del cavo delle scienze di rappresentazione & di assistenza tecnica biomedica) dice: “il CSA è stimato per pregiudicare un per cento dei bambini nel Regno Unito e tipicamente piombo ad interazione ed alla comunicazione sociali alterate. ADHD è più comune, pregiudicando fino a cinque per cento dei bambini BRITANNICI ed è caratterizzato da iperattività, da comportamento impulsivo e dalle difficoltà nel prestare attenzione.„

Già è conosciuto che una storia della famiglia del CSA o di ADHD mette un bambino ad un elevato rischio di sviluppare queste circostanze. Tuttavia ancora non è conosciuto esattamente che cosa incita un bambino vulnerabile più successivamente per avere queste circostanze. Ciò lo ha reso difficile identificare, sviluppare e consegnare gli interventi a coloro che lo ha bisogno più.

Ora c'è prova che capendo il bilanciamento fra due messaggeri chimici nel cervello - conosciuto come i neurotrasmettitori - il glutammato chiamato e GABA, possono essere chiave a scucire il che piombo allo sviluppo alterato del cervello.

I ricercatori sperano che le informazioni più iniziali da contribuire a predire quali bambini possono accendere incontrare difficoltà con queste circostanze aprano la porta affinchè il supporto siano fornite da infanzia a quelli la maggior parte nel bisogno, nei bambini notevolmente dell'aiuto e nelle loro famiglie.

Il Dott. Arichi ed il i suoi colleghi, Dott. Enrico De Vita (banco del fisico di assistenza tecnica biomedica & di scienze di Imgaging) e Dott. Grainne McAlonan (istituto dello psichiatra di psichiatria, di psicologia & di neuroscienza), stanno esplorando il ruolo di questi prodotti chimici di due cervelli nella modellatura del cervello di sviluppo.

Il Dott. Arichi spiega: “Vogliamo vedere se una tecnica di rilevamento specializzata che misura i livelli di questi due neurotrasmettitori particolari nel cervello potesse permettere la previsione più iniziale dei termini neurodevelopmental in neonati conosciuti per essere al rischio.„

Uno studio con gli scanner avanzati

Il gruppo userà gli scanner (MRI) di imaging a risonanza magnetica e un metodo avanzato chiamato la spettroscopia a risonanza magnetica (MRS) che può misurare sicuro e precisamente i livelli di prodotti chimici nel cervello vivente.

Misureranno il glutammato ed i livelli di GABA nei cervelli di 80 neonati che per mezzo di uno scanner di MRI all'ospedale Londra di St Thomas con gli adattamenti speciali e del personale per i bambini di scansione. Egualmente apriranno la strada ai bambini di scansione su un nuovo, 7 scanner altamente potente di Tesla MRI che sarà installato all'ospedale di St Thomas nei prossimi mesi.

Il Dott. Arichi spiega: “La metà dei bambini sarà ad ad alto rischio di sviluppare uno stato neurodevelopmental, dovuto un membro di parenti prossimi commovente e la metà non avrà rischio aumentato - questo gruppo sarà il nostro controllo.„

I ricercatori confronteranno i risultati fra i due gruppi per vedere se ci sono delle differenze.

Dott. Tracy Swinfield, direttore di ricerca a ricerca medica di atto, osservazioni: “La ricerca medica di atto è molto piacevole supportare questo studio. Questa ricerca potrebbe piombo ad una nuova, tecnica affidabile e non invadente per identificare i bambini che possono sviluppare più successivamente le difficoltà nell'infanzia, permettendo al supporto ed all'intervento iniziali se del caso.„

“Studiare i livelli del neurotrasmettitore nel cervello nella vita in anticipo potrebbe anche contribuire ad informare le nuove strategie del trattamento per i termini corrente incurabili quale il CSA,„ aggiunge il Dott. Swinfield.

Sorgente: https://www.kcl.ac.uk/lsm/research/divisions/imaging/newsevents/newsrecords/2018/baby-brain-scans-that-could-help-predict-symptoms-of-autism-and-adhd-new-study-announced.aspx