La vaccinazione di HPV offre la migliore protezione contro i cancri cervicali e genitali

Nei paesi della basso risorsa senza programmi di 'screening'ben sviluppati, l'accesso espandentesi alla vaccinazione del virus di papilloma (HPV) umano è il migliore modo di impedire il cancro cervicale ed altre malattie causati tramite l'infezione di HPV, secondo un editoriale nel numero speciale di ottobre del giornale della malattia genitale più bassa del tratto, Gazzetta ufficiale di ASCCP. Il giornale è pubblicato nel portafoglio di Lippincott da Wolters Kluwer.

“Per i paesi senza schermare e trattamento, la vaccinazione di HPV offre il meglio e possibilmente soltanto l'opportunità per la protezione contro neoplasia in relazione con HPV,„ scrive Herschel W. Lawson, MD, della scuola di medicina di Emory University, di Atlanta e di Mona Saraiya, il MD, MPH, del centri per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti (CDC). Il loro editoriale presenta una collezione speciale di documenti che mettono a fuoco sulle malattie anogenital e in relazione con HPV in popolazioni medicamente underserved.

Carico di punto culminante dei documenti della malattia genitale più bassa del tratto in popolazioni Underserved

Dalla metà del XX secolo, c'è stato progresso notevole nella diminuzione del carico di cancri genitali cervicali ed altri più bassi del tratto - in primo luogo tramite la selezione cervicale di citologia (prova di Papanicolaou) e poi identificando HPV come la causa principale di cancro cervicale. I vaccini correnti di HPV possono diminuire il rischio di cancro cervicale impedendo l'infezione con i tipi “ad alto rischio„ di HPV. L'organizzazione mondiale della sanità raccomanda la vaccinazione universale di HPV per le ragazze invecchiate 9 - 14 anni. “Purtroppo, l'applicazione di questa notevole indennità-malattia non è stata universale,„ DRS. Lawson e Saraiya scrivono.

Il numero speciale di JLGTD presenta 15 pubblicazioni, con un fuoco sull'estensione la selezione e della prevenzione efficaci per cancro cervicale alle popolazioni underserved, negli Stati Uniti ed intorno al mondo. Donne Underserved, sia negli Stati Uniti che nei paesi della basso risorsa intorno al mondo, nelle barriere della fronte di taglio alla sanità dovuto una vasta gamma di fattori geografici e socioeconomici.

T. Clark Powell, MD, MPH e colleghi dell'università di Alabama a Birmingham ha esaminato fattori di rischio razziali, geografici e socioeconomici per il cancro cervicale della avanzato-fase fra le donne nell'Alabama. Più della metà delle donne avevano avanzato il cancro alla diagnosi - indicando “le ampie opportunità per miglioramento sia nella prevenzione che nell'individuazione tempestiva,„ la nota dei ricercatori.

Le donne di colore erano più probabili avanzare il cancro cervicale alla diagnosi, indipendentemente dall'età, dall'assicurazione e dalla geografia. Per le donne bianche, lo stato e l'età di assicurazione erano fattori di rischio significativi. “Le disparità nel cancro cervicale sono multifattoriali e necessitano ulteriore ricerca su socioeconomico, biologico e le cause dei sistemi,„ i ricercatori scrivono

Uno studio da Meheret Endeshaw, MPH, il Dott. Saraiya ed altri ricercatori di CDC ha trovato che le donne nate all'estero che vivono negli Stati Uniti erano due volte più probabili donne nate negli Stati Uniti non ricevere mai la selezione cervicale di citologia (17% contro 7%). Le donne dal Messico, il Sudamerica ed i Caraibi e Sud-est asiatico erano il più minimo probabili avere questa prova di selezione raccomandata.

Endeshaw ed i colleghi egualmente hanno notato che le donne nate all'estero che vivono negli Stati Uniti meno anni di loro vite erano meno probabili che altre avere selezione cervicale di citologia. “Questi risultati possono informare gli sforzi dello screening del cancro cervicale che mirano alle donne nate all'estero,„ i ricercatori concludono.

Mentre la selezione cervicale di citologia può diminuire l'incidenza e la mortalità da cancro cervicale, questo intervento non è accessibile alla maggior parte delle donne che vivono nei paesi della basso risorsa. Dato le barriere ad efficace selezione nei paesi meno sviluppati - compreso l'esigenza della prova coordinata di seguito ed il trattamento per i pazienti con le prove di selezione anormali - la vaccinazione di HPV è l'approccio di promessa ad abbassare le tariffe di cancro cervicale e di altre malattie in relazione con HPV universalmente, DRS. Lawson e Saraiya credono. Concludono chiaramente, “, applicando le sorgenti di finanziamento sostenibili ed i delivery system vaccino, le più nuove tecnologie della selezione, della gestione e di prevenzione ad un modo culturalmente sensibile è importanti per quelle comunità in cui l'accesso e le risorse sono altamente limitati.„

Sorgente: https://wolterskluwer.com/