Il nuovo strumento può aiutare i ricercatori spaccati e riunire le proteine

I ricercatori all'istituto universitario di Penn State di medicina hanno sviluppato uno strumento di calcolo che permette di spaccare le proteine e poi di ripararle a funzionalità.

Kateryna KonCredito di immagine: Kateryna Kon/Shutterstock

Ciò precedentemente è stata difficile da fare perché, sebbene i ricercatori avessero potuti spaccare le proteine facendo uso dei segnali leggeri e chimici, il trattamento di individuazione del sito esatto in cui la proteina dovrebbe essere spaccata era stato un aspetto di approssimazioni successive.

Ciò ha significato che l'approccio non era misura-per-uso nelle terapie e nelle procedure scientifiche.

Gli autori dello studio corrente dicono che il loro nuovo algoritmo guidato da computer identifica precisamente dove spaccare una proteina, un punto che potrebbe piombo all'uso del prodotto chimico ed ai segnali luminosi creare le nuove terapie mediche ed i biosensori.

Vogliamo fare queste proteine rispondere con determinate attività basate - o il prodotto chimico - sul chemogenetic optogenetic luminoso - segnali che assicuriamo.

E, così, appena facendo luce o aggiungendo un prodotto chimico, la cella comincia muoversi, o ballare, o qualunque le vogliamo fare, in base alla proteina stiamo gestendo.„

Thomas Passananti, autore di studio

Per trovare i siti in cui la proteina dovrebbe essere spaccata, il gruppo ha esaminato come le proteine erano state spaccate precedentemente ed ha usato quei risultati per sviluppare un modello della struttura della proteina.

Come riportato nelle comunicazioni della natura del giornale, il modello ha permesso al gruppo di trovare i siti sulla proteina che erano più probabili da rendere una riuscita spaccatura.

Passananti ed il gruppo dicono che la capacità di spaccare le proteine e poi di riunirle ad uno stato funzionale potrebbe avere implicazioni ampie.

Prevedono che l'approccio potrebbe essere utilizzato nella terapia a cellula T dell'AUTOMOBILE, per esempio, dove le celle immuni di un paziente sono catturate dall'organismo, sono modificate per distruggere le celle indesiderate e poi sono introdotte nuovamente dentro l'organismo.

Se vogliamo consegnare qualcosa - una cella costruita, o cellula staminale, o cella costruita dei batteri, per esempio - ad un organismo per gli scopi terapeutici, non potremmo volerli essere attivi continuamente.

Volete spegnerli ed accenderli e la gente nel campo sta provando a trovare i modi gestire quelle proteine, appena per essere controllo capace quelle celle.„

Onur Dagliyan, co-author

Dagliyan aggiunge che la tecnica potrebbe anche essere usata per fissare i biosensori alle proteine che potrebbero poi essere usate per contribuire a capire il comportamento di una proteina come pure a come le reti delle proteine funzionano.

I ricercatori hanno pubblicato la piattaforma online a spell.dokhlab.org per metterlo a disposizione degli scienziati mondiali.

Sorgente:

https://www.eurekalert.org/pub_releases/2018-10/ps-cmm100118.php

Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally has a Bachelor's Degree in Biomedical Sciences (B.Sc.). She is a specialist in reviewing and summarising the latest findings across all areas of medicine covered in major, high-impact, world-leading international medical journals, international press conferences and bulletins from governmental agencies and regulatory bodies. At News-Medical, Sally generates daily news features, life science articles and interview coverage.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2019, June 19). Il nuovo strumento può aiutare i ricercatori spaccati e riunire le proteine. News-Medical. Retrieved on October 17, 2019 from https://www.news-medical.net/news/20181002/New-tool-can-help-researchers-split-and-reassemble-proteins.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "Il nuovo strumento può aiutare i ricercatori spaccati e riunire le proteine". News-Medical. 17 October 2019. <https://www.news-medical.net/news/20181002/New-tool-can-help-researchers-split-and-reassemble-proteins.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "Il nuovo strumento può aiutare i ricercatori spaccati e riunire le proteine". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20181002/New-tool-can-help-researchers-split-and-reassemble-proteins.aspx. (accessed October 17, 2019).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2019. Il nuovo strumento può aiutare i ricercatori spaccati e riunire le proteine. News-Medical, viewed 17 October 2019, https://www.news-medical.net/news/20181002/New-tool-can-help-researchers-split-and-reassemble-proteins.aspx.