Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il trapianto del fegato e la combinazione della chirurgia di perdita di peso offre i vantaggi a lungo termine ai pazienti obesi

Pazienti obesi che hanno subito un trapianto del fegato di salvataggio e chirurgia di perdita di peso allo stesso tempo poteva meglio tenere il peso fuori dal lungo termine ed ha avuta meno complicazioni metaboliche che coloro che il peso perso da sè prima di subire un trapianto del fegato, la ricerca della clinica di Mayo mostra. I risultati recentemente sono stati pubblicati in epatologia.

“Questo studio indica che l'approccio combinato di trapianto del fegato e della chirurgia di perdita di peso è sicuro ed efficace nel lungo termine,„ dice l'autore Julie senior K. Heimbach, M.D., un chirurgo del trapianto e presidenza di divisione della chirurgia di trapianto alla clinica di Mayo.

Come tariffe dell'obesità negli Stati Uniti sono salito, in modo da hanno il numero della gente diagnosticata con l'affezione epatica grassa analcolica - un intervallo delle affezioni epatiche che pregiudica la gente che beve piccolo a nessun alcool ed i risultati in troppo grasso memorizzato in celle di fegato. I 80 - 100 milione Americani stimati sono stati diagnosticati con questa affezione epatica cronica. Storicamente, i pazienti severamente obesi che non possono perdere il peso necessario sono stati negati l'accesso ad un trapianto del fegato perché l'obesità può aumentare i rischi chirurgici ed è un fattore di rischio potenziale per le complicazioni del post-trapianto. In altre istanze, i trapianti sono eseguiti senza affrontare il problema del peso di un paziente, che può piombo all'affezione epatica in futuro e compromette il successo del trapianto.

Lo studio ha fatto partecipare complessivamente 49 adulti con un indice di massa corporea di più di 35 kg/m2 che erano clinica riferita a di Mayo per un trapianto del fegato dal 2006. Di quei pazienti, 36 potevano perdere abbastanza peso per raggiungere un BMI di meno di 35 kg/m2 ed hanno subito un trapianto del fegato da solo. In generale, c'erano 29 pazienti che non potevano perdere il peso sufficiente prima di trapianto e così hanno subito una gastrectomia combinata del trapianto e del manicotto del fegato, con 13 di loro che sono almeno tre anni o più a partire dall'ambulatorio, che era il fuoco dello studio. La gastrectomia del manicotto è un tipo di chirurgia di perdita di peso che diminuisce la dimensione dello stomaco da circa 80 per cento.

I ricercatori hanno trovato che, mentre i pazienti che hanno subito il trapianto del fegato da solo hanno avvertito la perdita di peso significativa prima di chirurgia, hanno guadagnato costantemente in seguito il peso. La percentuale di peso dal corpo intero guadagnata ha finito essere più alta fra quei pazienti che hanno fatti il trapianto del fegato confrontare da solo a coloro che ha subito sia un trapianto del fegato che la gastrectomia del manicotto. Tre anni dopo chirurgia, i pazienti che hanno avuti il trapianto del fegato da solo hanno mantenuto una perdita di peso di mediana di 3,9 per cento del loro peso dal corpo intero confrontato a 34,8 per cento per i pazienti che hanno avuti il trapianto e l'ambulatorio di perdita di peso. Inoltre, quei pazienti che hanno avuti l'ambulatorio doppio erano meno probabili avere l'ipertensione, l'insulino-resistenza e fegato grasso. Hanno avuto bisogno di meno farmaco di abbassare la pressione sanguigna ed il colesterolo.

“l'affezione epatica in relazione con l'obesità è una dei più comuni e rapido aumentare ragione per cui la gente ha bisogno di un trapianto del fegato. Anche se la maggior parte della gente obesa non avrà bisogno di un trapianto, per coloro che sviluppa l'affezione epatica avanzata, dobbiamo avere un approccio che tratta non solo l'affezione epatica ma la causa dell'affezione epatica,„ diciamo il Dott. Heimbach.