La molestia sessuale e l'assalto possono avere conseguenze negative di salubrità, studio dei ritrovamenti

Il movimento di #MeToo, oltre a sollevare la consapevolezza, ha fornito alla gente una voce per parlare fuori quando sono state fatte torto a, tormentato state, o sono assalito state. Un nuovo studio mostra che non solo è molestia sessuale ed assale l'oggi altamente prevalente, ma possono anche avere conseguenze negative di salubrità. I risultati di studio saranno presentati nel corso della riunione annuale nordamericana della società (NAMS) della menopausa a San Diego, 3-6 ottobre 2018.

Il movimento di #MeToo iniziato ufficialmente nel 2007 ed è stato creato come un modo dimostrare pubblicamente i problemi diffusi di molestia sessuale e di assalto negli Stati Uniti. Il movimento ha guadagnato lo slancio nel 2017, in gran parte come conseguenza degli scandali alto-divulgati di Hollywood ed è rimanere forte durante 2018, forzando una serie di accusato, persone di alto profilo da infornare o si dimette dalle loro posizioni.

Mentre queste ripercussioni sono state in gran parte positive, non riescono ad indirizzare le conseguenze che a lungo termine la vittima ha sofferto. In questo nuovo studio che fa partecipare più di 300 donne, i ricercatori hanno cercato di identificare la prevalenza di molestia sessuale e di assalto come pure il loro impatto a lungo termine sulla salubrità delle donne. Dei partecipanti di studio, 19% ha riferito la molestia sessuale del posto di lavoro, 22% ha riferito una cronologia di aggressione sessuale e 10% ha avvertito entrambe le esposizioni. Della nota era il fatto che le donne con una cronologia di molestia sessuale erano più probabili essere istituto universitario istruito, ma ha maggior sforzo finanziario.

Esaminando le conseguenze potenziali di salubrità, lo studio ha trovato che la molestia sessuale è stata associata con più alta pressione sanguigna e maggior probabilità di ipertensione, maggiori trigliceridi e clinicamente qualità più scadente di sonno. L'aggressione sessuale è stata associata con i livelli di sintomi, di ansia e di qualità depressivi di sonno negli intervalli coerenti con i disordini clinici. Oltre alla presentazione di NAMS, i risultati di studio stanno pubblicandi nella medicina interna di JAMA.

“Ampiamente è capito che la molestia sessuale e l'assalto possano urtare le vite delle donne e come funzionano, ma questo studio egualmente valuta le implicazioni di queste esperienze per la salubrità delle donne,„ dice il Dott. Rebecca Thurston, autore principale dello studio e un professore della psichiatria, della psicologia e dell'epidemiologia all'università di Pittsburgh. Il Dott. Thurston è egualmente un membro del comitato dei garanti di NAMS.

“I risultati di questo studio dovrebbero ricordare ai fornitori di cure mediche della necessità di fare le domande e completamente di capire i loro dati storici dei pazienti quando diagnosticano e prescrivendo trattamento per tali problemi come i disordini di sonno e di depressione,„ dice il Dott. JoAnn Pinkerton, direttore esecutivo di NAMS.

DRS. Thurston e Pinkerton sono disponibili per le interviste prima della presentazione alla riunione annuale.

Fondata nel 1989, la società nordamericana della menopausa (NAMS) è l'organizzazione no-profit principale dell'America settentrionale dedicata a promuovere la salubrità e la qualità di vita di tutte le donne durante la metà della vita e di là con una comprensione della menopausa e dell'invecchiamento sano. La sua appartenenza pluridisciplinare di 2.000 guide nel campo--compreso gli esperti in scienza clinica e di base da medicina, da professione d'infermiera, da sociologia, da psicologia, da nutrizione, da antropologia, da epidemiologia, dalla farmacia e dalla formazione--fa NAMS qualificato unicamente per servire da risorsa definitiva per i professionisti del settore medico-sanitario ed il pubblico per informazioni accurate e imparziali su menopausa ed invecchiamento sano.

Sorgente: https://www.menopause.org/docs/default-source/press-release/sexual-harassment-and-assult-impacts-on-health-10-1-18.pdf