Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il DNA della gente con la depressione, trauma è biologicamente più vecchio delle persone in buona salute

Tipo di studio: studio/pari di caso-control esaminato/gente

DNA dalla gente che soffre dalla depressione principale è biologicamente più vecchia di quella della gente in buona salute entro in media i mesi, suggerendo che siano biologicamente più vecchi della loro età corrispondente del calendario. Questo effetto era maggior nella gente che ha avuta trauma di infanzia, quali la violenza, la negligenza o l'abuso sessuale, che mostrano un'età biologica intorno un anno a più vecchia della loro età reale. Questo lavoro è presentato alla conferenza di ECNP a Barcellona.

Sta aumentando la prova che la depressione ed il trauma seri è associata con le più brevi durate della vita. Ora un gruppo internazionale dei ricercatori ha indicato che la depressione di maggiore causa i cambiamenti misurabili nel DNA delle vittime, dante i valori quale corrispondono a quelle della gente più anziana.

Lavorando con 811 ha depresso i pazienti e 319 gestiscono gli oggetti dallo studio olandese sulla depressione e sull'ansia, il gruppo studiato come il loro DNA estratto dai campioni di sangue è stato cambiato con l'età. Il DNA del materiale genetico è elaborato spesso nell'organismo da metilazione, che è quando un gruppo metilico (CH3) si aggiunge al DNA. La metilazione del DNA è un modo l'organismo permette che la funzione del gene sia modificata senza cambiare la sequenza stessa del DNA.

Secondo il ricercatore del cavo, Laura che Han (da Amsterdam UMC, da Amsterdam), “che cosa vediamo siamo in effetti “un orologio epigenetico„, dove i reticoli di modifica del DNA dell'organismo è un indicatore dell'età biologica. E questo orologio sembra funzionare più velocemente in coloro che corrente è depresso o essere sollecitato„.

Il gruppo ha trovato in media che i pazienti con disordine depressivo principale (MDD) hanno mostrato un grado di metilazione del DNA quale hanno corrisposto ad un'età aumentata; biologicamente, erano in media oggetti in buona salute di controllo di mesi. In alcuni casi della depressione estrema, i pazienti sono stati trovati per avere un'età biologica 10 - 15 anni di più vecchia dell'età cronologica. Il gruppo ha controllato l'individuazione esaminando i campioni post mortem del cervello, di 74 pazienti deprimenti e di 64 oggetti di controllo ed ha trovato risultati simili in tessuto cerebrale.

Laura Han ha commentato, “il fatto che abbiamo veduto che risultati simili in entrambi i campioni di sangue e guide post mortem del tessuto cerebrale supportano la credenza che questo è un effetto reale stiamo vedendo„.

I partecipanti egualmente sono stati interrogati circa il trauma, quale abuso sessuale o fisico emozionale di negligenza, sperimentato prima dell'età di 16. In media, quelli nello studio che aveva subito il trauma di infanzia ha avuto un orologio di organismo più vecchi 1,06 anni dei comandi.

Questo lavoro indica che i livelli di metilazione ai luoghi specifici aumentano e diminuiscono con l'età ed in modo da questo reticolo di metilazione è un buon indicatore dell'età biologica. Questa differenza diventa più evidente con l'aumento dell'età, particolarmente una volta che la gente entra nel loro 50s e 60s. Egualmente abbiamo trovato che dove la gente era stata conforme ai fattori di sforzo quale il trauma di infanzia, o a maggiore disordine depressivo, hanno mostrato un grado di metilazione del DNA quale hanno corrisposto a quella della gente più anziana.„

“Quando guardiamo all'interno del gruppo di persone depresse, vediamo che i traumi di infanzia sperimentati prima dell'età di 16 sono stati associati con invecchiare epigenetico ancor più pronunciato più successivamente nella vita. Naturalmente, queste sono associazioni, in modo da abbiamo bisogno degli studi collegati lungo termine (studi longitudinali) di potere trarre tutte le conclusioni se il trauma causa l'invecchiamento epigenetico„.

Questa scoperta che la metilazione del DNA cambia con l'età può avere parecchie conseguenze pratiche. Per esempio, può essere utile come segno d'avvistamento del rischio per determinate malattie relative all'età, particolarmente con quelli agli estremi che mostrano gli spostamenti significativi in loro orologio epigenetico. Tuttavia, l'uso principale di questa tecnica può essere di meno da fare con salubrità determinata, ma più da fare con come potrebbe aiutarci a vedere l'invecchiamento ad un livello (epidemiologico) della popolazione.

Commentando, il professor Katharina Domschke, università di Friburgo, Germania (chi non è stata non coinvolgere nel lavoro) ha detto:
Questo lavoro estremamente importante come significa l'impatto biologico del trauma e della depressione ad un livello epigenetico e la necessità per impiegare il preventivo come pure gli interventi terapeutici iniziali non solo riguardo ai disordini depressivi in relazione con il trauma di per sé, ma anche riguardo ai disturbi somatici come pure mentali relativi all'età.„