I sistemi diagnostici di CDx annuncia i dati di WATS3D che dimostrano la displasia della cripta come fattore di rischio per cancro esofageo

Sistemi diagnostici di CDx, un innovatore nell'analisi computer-sintetizzata e tridimensionale del tessuto per l'individuazione tempestiva e la sorveglianza dell'esofago di Barrett, nei nuovi dati oggi annunciati per WATS3D, o nella campionatura di Transepithelial di zona vasta con l'analisi del tessuto 3D, dimostrante il significato clinico di displasia della cripta come fattore di rischio importante per la progressione alla displasia esofagea di prima scelta o al cancro esofageo.

Il Dott. Nicholas Shaheen, capo, divisione della gastroenterologia & università di epatologia di North Carolina a Chapel Hill sta presentando oggi i dati in una seduta plenaria presidenziale a ACG 2018, la riunione annuale dell'istituto universitario americano della gastroenterologia, il 5 ottobre avente luogo -10 in Filadelfia.

Visualizzazione della fronte di taglio dell'en sintetizzata computer di WATS di displasia della cripta. Credito: Sistemi diagnostici di CDx

La rilevazione ancora della displasia inoffensiva, ma precancerosa può impedire lo sviluppo dell'adenocarcinoma esofageo, il cancro il più rapido crescente negli Stati Uniti ed uno degli più interne.

Esattamente identificare che i pazienti cronici del bruciore di stomaco che sviluppano l'esofago di Barrett egualmente hanno diventato displasia può avere un impatto importante su cura paziente.

Il significato clinico di displasia che fa partecipare le celle della cripta non è stato bene capito dovuto le limitazioni nella rilevazione della displasia della cripta dalle biopsie convenzionali. I dati riferiti oggi suggeriscono che i campioni ottenuti ed analizzati con WATS3D permettano la rilevazione di questa circostanza.

Per di più, i dati egualmente suggeriscono che la displasia della cripta sia qualcosa che dovremmo desiderare per individuare, perché ha un elevato rischio della progressione a displasia di prima scelta o a cancro esofageo confrontato a Barrett non displastico. Insieme, i dati suggeriscono che WATS3D fornisca informazioni che la biopsia del forcipe non può.„

Dott. Nicholas Shaheen

L'esofago di Barrett (BE) accade quando il rivestimento epiteliale normale dell'esofago è sostituito dalle celle di calice che sono trovate tipicamente nel tratto gastrointestinale più basso.

I pazienti con SONO hanno un rischio aumentato di sviluppare l'adenocarcinoma esofageo (EAC), un cancro che di che attacca ogni anno 17,000 persone negli Stati Uniti - di cui 16.000 moriranno.

Dato questo rischio, è raccomandato che i pazienti con SIANO subiscano l'endoscopia periodica di sorveglianza per riflettere per i cambiamenti precancerosi al rivestimento esofageo.

Mentre non displastico SIA (NDBE), basso o la displasia di prima scelta (LGD o HGD, rispettivamente) può essere diagnosticata facendo uso dei criteri standard di biopsia, cambiamenti morfologici che sono caduto fra NDBE e LGD tradizionalmente è stata classificata come indefinita per displasia e spesso è stata raggruppata con NDBE dovuto l'incapacità di distinguere la displasia che fa partecipare le celle della cripta (che sono situate sotto le celle epiteliali) dall'esofagite derivando dal riflusso incontrollato.

Dovuto in parte all'incapacità di diagnosticare esattamente la displasia della cripta (CD), il suo significato clinico non è stato capito bene.

I risultati di studio presentati oggi sono i primi per indicare che WATS3D permette alla diagnosi accurata del CD come istologia distinta; egualmente indicano che il CD è un fattore di rischio per HGD e EAC e che le tariffe di progressione da NDBE e da LGD a HGD/EAC individuato con WATS3D sono simili a quelle ottenute facendo uso delle biopsie tradizionali del forcipe.

Che cosa sotto è stato apprezzato dai clinici è quanto incredibilmente efficace l'analisi3D su ordinatore di WATS ed il programma della rete neurale è ai patologi d'aiuto individuano la displasia e, specialmente, il suo modulo più in anticipo, definiti displasia della cripta.

La tecnologia 3D di WATS permette i patologi a ` messo lesioni atipiche nel fuoco' che altrimenti sarebbero considerate indefinite.

I risultati di questo studio risultano, per la prima volta, che le lesioni displastiche in anticipo sono chiaramente importanti da individuare a causa del loro rischio aumentato ora stabilito di progressione neoplastico. Quindi, la rilevazione patologica su ordinatore di queste lesioni migliorerà indubbiamente la cura paziente.„

Dott. Robert D. Odze, facoltà di medicina di Harvard

Lo studio riferito a ACG 2018 ha seguito 4.512 pazienti che hanno avuti due valutazioni3D di WATS diverso sei mesi. Gli anni-paziente (pinta-anni) sono stati calcolati moltiplicando il periodo medio di seguito per il numero dei pazienti con ogni tipo di istologia.

Di 4.512 pazienti, 4.049 con NDBE al riferimento sono stati seguiti per una media di 1,4 anni fra le valutazioni3D di WATS (5.736 pinta-anni) e 380 con NDBE al riferimento sono stati seguiti per una media di 1,25 anni fra le valutazioni (475 pinta-anni). I 83 pazienti supplementari hanno avuti LGD al riferimento WATS3D e sono stati seguiti per una media di 1,25 anni (103,7 pinta-anni). I risultati chiave dallo studio includono:

  • 19 dei pazienti di NDBE seguiti per 1,4 anni hanno avvertito la progressione a HGD/EAC, per una tariffa di 0.33%/pt-yr.
  • 10 dei pazienti di NDBE seguiti per 1,25 anni hanno avvertito la progressione a HGD/EAC, per una tariffa di 2.1%/pt-yr.
  • 8 dei pazienti di LGD hanno avvertito la progressione a HGD/EAC, per una tariffa di 7.7%/pt-yr.
  • Il tasso d'espansione globale dal CD3D WATS-risoluto a LGD/HGD/EAC era 9.9%/pt-yr, che è comparabile al tasso d'espansione da LGD biopsia-confermato.
  • I risultati indicano che un'individuazione di NDBE o di LGD su WATS3D predice la progressione a HGD/EAC alle tariffe a cui sia comparabile o più superiore al rischio riferito di progressione quando questi histologies sono determinati dalla biopsia.
  • Per i pazienti con SIA, CD o LGD al riferimento, la tendenza per la progressione a HGD/EAC era statisticamente significativo.

“Questi risultati evidenziano i vantaggi clinici cui WATS3D fornisce riguardo a sorveglianza accurata dei cambiamenti esofagei in pazienti con È,„ ha detto il segno Rutenberg, il fondatore ed il CEO dei sistemi diagnostici di CDx.

“Crediamo il punto culminante di questi dati come WATS3D fornisce ai medici ed i pazienti con informazioni accurate e critiche di cui può informare la gestione SONO e contribuire a appropriarsi del cancro esofageo. Il fatto che WATS3D differenzia esattamente il CD dall'esofagite di riflusso, che non è fattibile con la biopsia del forcipe analizza, aggiunge alla sua proposta già coercitiva del valore ed avanza la nostra capacità di raggiungere la nostra visione di impedire le morti inutili del cancro.„