La scoperta della mutazione genetica ha potuto offrire il vantaggio per la gente che soffre dal diabete, malattia di cuore, l'obesità

I ricercatori dicono che hanno scoperto una mutazione genetica che rallenta il metabolismo dello zucchero nell'intestino, dante la gente che ha la mutazione un vantaggio distinto sopra coloro che non fa. Quelli con la mutazione hanno un più a basso rischio del diabete, dell'obesità, dell'infarto e perfino della morte. I ricercatori dicono che la loro individuazione potrebbe fornire la base per le terapie farmacologiche che potrebbero imitare i funzionamenti di questa mutazione genetica, offrenti un vantaggio potenziale per milioni di persone che soffrono con il diabete, la malattia di cuore e l'obesità.

Lo studio, che in gran parte è supportato dal cuore, dal polmone e dall'istituto nazionali di sangue (NHLBI), parte degli istituti della sanità nazionali, compare nel giornale dell'istituto universitario americano della cardiologia.

“Siamo eccitati circa questo studio perché contribuisce a chiarire il collegamento fra cui mangiamo, che cosa assorbiamo ed il nostro rischio per la malattia. Conoscere questo apre la porta alle terapie migliori per la malattia cardiometabolic,„ ha detto Scott D. Solomon, M.D., un professore di medicina alla facoltà di medicina di Harvard e ad un medico senior a Brigham ed all'ospedale delle donne a Boston, che piombo la ricerca. Ha spiegato che lo studio è il primo completamente per valutare il collegamento fra le mutazioni nel gene pricipalmente responsabile dell'assorbimento del glucosio nell'intestino--SGLT-1, o glucosio co-transporter-1 del sodio--e malattia cardiometabolic.

La gente che fa sembrare la mutazione genetica naturale presentare un vantaggio quando si tratta della dieta, Solomon ha notato. Coloro che mangia una dieta del alto-carboidrato ed ha questa mutazione assorbiranno meno glucosio che quelli senza la mutazione. Una dieta del alto-carboidrato include tali alimenti come la pasta, i pani, i biscotti e le bevande zucchero-zuccherate.

Nello studio, i ricercatori hanno analizzato la relazione fra le mutazioni SGLT-1 e la malattia cardiometabolic facendo uso dei dati genetici ottenuti da 8.478 partecipanti al rischio di aterosclerosi nelle Comunità (ARIC) studi. Lo studio era una prova d'osservazione di un anno 25 di aterosclerosi e dei fattori di rischio cardiovascolari nella gente che vive in quattro comunità degli Stati Uniti.

I ricercatori hanno trovato che circa 6 per cento degli oggetti hanno portato una mutazione in SGLT-1 che causa il danno limitato di assorbimento del glucosio. Le persone con questa mutazione hanno avute un'incidenza più bassa del diabete di tipo 2, erano meno obese, hanno avute un'incidenza più bassa di infarto ed hanno avute un tasso di mortalità più basso una volta confrontate a quelli senza la mutazione, anche dopo registrare per ottenere l'ingestione dietetica (calorie totali comprese, sodio e zuccheri).

Sulla base di questi risultati, gli scienziati suggeriscono che selettivamente bloccare il ricevitore SGLT-1 potrebbe fornire un modo rallentare l'assorbimento del glucosio per impedire o trattare la malattia cardiometabolic e le sue conseguenze. Avvertono che lo sviluppo di tali droghe mirate a potrebbe richiedere gli anni e che i test clinici ancora sono necessari per determinare se le droghe diminuiscono l'incidenza del diabete e dell'infarto e migliorano la durata della vita.

Sorgente: https://www.nih.gov/news-events/news-releases/gene-mutation-points-new-way-fight-diabetes-obesity-heart-disease