Le proteine infiammatorie nel colon aumentano in parallelo con peso aumentante, manifestazioni di studio

Gli studi in mouse hanno dimostrato che da infiammazione indotta da obesità contribuisce al rischio di cancro colorettale, ma la prova in esseri umani è stata insufficiente. Un nuovo studio indica che due proteine infiammatorie nel colon aumentano in parallelo con peso aumentante in esseri umani. Un aumento incrementale in queste proteine pro-infiammatorie (chiamate citochine) è stato osservato lungo l'intera gamma di pesi degli oggetti, che si sono estesi da magra fino le persone obese. In partecipanti con l'obesità, c'era prova che due vie cellulari precancerose conosciute per essere avviato da queste citochine egualmente sono state attivate.

Lo studio, mentre modesto nella dimensione, fornisce la nuova prova che l'obesità promuove il cancro con infiammazione. I risultati secondari suggeriscono che NSAIDS abbassino i livelli di proteine pro-infiammatorie nel colon, indipendentemente dal peso di una persona. Lo studio è pubblicato online prima della stampa nell'epidemiologia, in biomarcatori & nella prevenzione del Cancro.

Piombo da Joel B. Mason, M.D., un gastroenterologo che studia la nutrizione e prevenzione del cancro al centro di ricerca dell'alimentazione umana di Jean Mayer usda su invecchiamento alla Tufts University (HNRCA), lo studio ha incluso 42 partecipanti caucasici. Sedici partecipanti della ricerca erano magri, con un BMI fra 18,1 e 24,9, mentre 26 partecipanti con l'obesità hanno avuti un BMI variare da 30,0 a 45,7. I partecipanti erano fra le età di 45 e 70 anni e stavano subendo le colonoscopie sistematiche della selezione al centro medico dei ciuffi.

Facendo uso dei campioni di sangue e delle biopsie coliche, i ricercatori hanno determinato che le concentrazioni di due citochine importanti sono aumentato in parallelo con BMI. Le citochine sono proteine che mediato e regolamenti l'immunità e l'infiammazione, tra l'altro. Oltre a prova che possono promuovere il rischio di cancro in determinati tessuti, le citochine pro-infiammatorie sono state identificate come gli attori in insulino-resistenza e diabete come pure disordini infiammatori quale l'artrite.

Oltre al lavoro che analizza le citochine, il gruppo di ricerca ha studiato le differenze nel transcriptome mucoso fra i due insiemi dei partecipanti della ricerca, trovanti i cambiamenti indicativi dell'attivazione in due reti di espressione genica che sono chiave nello sviluppo di tumore del colon nei partecipanti con l'obesità.

“I nostri risultati stabiliscono, per la prima volta, che le concentrazioni nel colon di due citochine importanti aumentino di concerto con l'aumento di BMI in esseri umani. Le concentrazioni aumentate sono accompagnate dai cambiamenti nell'attivazione del gene all'interno del rivestimento del colon che sono pro-cancerogeni in natura,„ hanno detto l'autore Joel senior B. Mason, M.D., Direttore delle vitamine e del laboratorio di carcinogenesi al HNRCA.

In uno sforzo per identificare i fattori di confusione di potenziale, il gruppo di ricerca ha determinato che tredici dei 42 partecipanti di studio erano egualmente utenti regolari di NSAIDs, quali l'aspirina e l'ibuprofene. Il gruppo di ricerca ha scoperto che i partecipanti che hanno catturato NSAIDs almeno una volta alla settimana, confrontati a coloro che non ha fatto, hanno avuti livelli più bassi delle proteine pro-infiammatorie nel colon. Questo reticolo era coerente attraverso i due gruppi di BMI.

“L'aspirina di test clinici e d'osservazione di manifestazione può diminuire il rischio di tumore del colon, ma continua ad essere discutibile a causa del rischio di spurgo gastrointestinale serio. NSAIDs probabilmente sta funzionando attraverso i viali multipli, uno di cui è citochine. La nostra osservazione sottolinea il lavoro priore che ha suggerito che un certo NSAIDs diminuisca il rischio di tumore del colon, presunto per accadere con una riduzione dell'infiammazione colica. Il loro uso, tuttavia, deve essere pesato contro gli effetti contrari potenziali,„ ha detto il muratore.

Gli autori hanno notato che la dimensione modesta di studio e la popolazione caucasica sono limitazioni dello studio, scrivere “data la natura a sezione trasversale di questo studio, i risultati non possono provare che i cambiamenti osservati nel transcriptome colico sono dovuto l'aumento nelle osservazioni di citochine… da questa sottolineatura di studio tuttavia il contributo potenziale che l'istituzione di un ambiente infiammatorio nelle mucose coliche può giocare nella spiegazione del rischio aumentato di tumore del colon dovuto l'obesità.„

Negli Stati Uniti, il cancro colorettale è il terzo la maggior parte del cancro comune e la seconda causa della morte principale fra i cancri che pregiudicano sia gli uomini che le donne, secondo il CDC. L'associazione del cancro dell'americano riferisce che il rischio globale di vita di sviluppare il cancro colorettale è circa 1 in 22 per gli uomini e 1 in 24 per le donne.

Sorgente: https://now.tufts.edu/news-releases/new-study-finds-inflammatory-proteins-colon-increase-incrementally-weight