Pazienti una volta che vantaggio incurabile della latta di pensiero dalla radioterapia della alto-dose

In primo luogo nella ripartita le probabilità in, il test clinico del suo genere, ricercatori di fase II ha indicato che un modulo aggressivo della radioterapia di alta precisione può notevolmente aumentare quanto tempo i pazienti oligometastatic vivono e doppi quanto tempo vivono senza cancro. I risultati saranno presentati la settimana prossima in un'istruzione di notizie e nella seduta plenaria alla sessantesima riunione annuale della società americana per l'oncologia di radiazione (ASTRO).

Generalità, quando un paziente ha un cancro che si è sparso ad altre parti del corpo -- cancro metastatico chiamato -- sono considerate incurabili. Questa prova multicentrata ha sfidato questa idea studiando i pazienti con vari cancri oligometastatic - cioè, cancri che precedentemente erano stati trattati ma d'altra parte erano stati restituiti in un numero limitato di altre parti del corpo. I pazienti sono stati curati con la radioterapia ablativa stereotactic (SABR), anche conosciuta come la radioterapia stereotactic dell'organismo (SBRT), che è un modulo della terapia di alta precisione del cancro che consegna le dosi elevate sostanzialmente di radiazione al sito del tumore in appena uno o di alcune sessioni del trattamento.

“Tradizionalmente, quando un paziente ha avuto un cancro che si è sparso ad altre parti del loro organismo -- quali alle loro ossa o cervello -- sono stati considerati come incurabili,„ ha detto David Palma, il MD, il PhD, autore principale un ricercatore all'istituto di ricerca di salubrità di Lawson, all'istituto di ricerca del centro di scienze di salubrità di Londra (LHSC) ed all'istituzione del cavo dello studio multicentrato. “Ma c'è una teoria -- ha chiamato la teoria oligometastatic -- che se un paziente ha soltanto alcuni punti di cancro ritornare, quei punti potrebbero essere uccisi con radiazione o chirurgia per migliorare la loro sopravvivenza. Ora, abbiamo potuti mostrare, per la prima volta in una prova ripartita con scelta casuale, che la radiazione della alto-dose può efficacemente trattare queste ricorrenze limitate ed abbiamo potuti aumentare la sopravvivenza da una mediana di 13 mesi.„

In questo ripartito con scelta casuale, la fase II, studio del aperto contrassegno ha chiamato SABR-COMET, il Dott. Palma ed i suoi colleghi hanno iscritto 99 pazienti da quattro paesi (Canada, Scozia, Paesi Bassi ed Australia). Ogni paziente era stato curato per cancro ma il cancro aveva ritornato, con i tumori che compaiono nell'altrettanto come cinque posti differenti. Tutti i pazienti hanno avuti lo stato di buona prestazione (ECOG 0-1) e una speranza di vita di più di sei mesi.

I pazienti erano stati diagnosticati il più comunemente con una vasta gamma di tipi del cancro, petto (n=18), polmone (n=18), colon o retto (n=18) e cancri della prostata (n=16). Nella maggior parte dei pazienti (n=92), il cancro si era sparso ad un - tre nuovi siti.

Fra febbraio 2012 e agosto 2016, i pazienti sono stati ripartiti con scelta casuale ad un rapporto di 1:2 in due armi del trattamento: livello palliativo dei trattamenti di cura (SOC) e del SOC più la radioterapia stereotactic per tutte le lesioni metastatiche. L'età paziente mediana era di 68 anni (range=43-89) e 59 per cento dei pazienti erano uomini. Non ci erano caratteristiche pazienti del riferimento significativamente differenti fra le due armi del trattamento. Il tempo mediano di seguito era di 27 mesi.

I pazienti che hanno ricevuto i trattamenti di SABR hanno vissuto considerevolmente più lungamente di coloro che non ha fatto. La sopravvivenza globale mediana era di 41 mese (un intervallo di confidenza di 95 per cento: 26 mesi, limite superiore non raggiunti) per i pazienti dati radiazione stereotactic, confrontato a 28 mesi (ci di 95%: 19, 33 mesi) nel braccio standard di trattamento (ordine stratificato p=0.09 del registro). Questa sperimentazione di fase II è stata destinata per cercare un segnale, definito come P-valore di meno di 0,20, come confronto iniziale di questi gruppi dei due trattamenti.

La radiazione Stereotactic egualmente ha raddoppiato i pazienti di tempo ha vissuto senza crescita del cancro. la sopravvivenza senza progressione era di 12 mesi (ci di 95%: 6,9, 30 mesi) nel braccio stereotactic di radiazione, confrontato a sei mesi (ci di 95%: 3,4, 7,1 mesi) per coloro che ha ricevuto la radioterapia standard (p=0.001).

“Siamo stati sorpresi ed abbastanza piacevole. Non abbiamo non invitare il vantaggio di sopravvivenza di t per essere abbastanza così lungo per i pazienti con la malattia metastatica,„ ha detto il Dott. Palma, anche uno clinico-scienziato all'istituto di Ontario per ricerca sul cancro, che ha fornito il finanziamento per questo studio.

Essendo trattando con la radiazione stereotactic ha provocato gli effetti secondari più negativi che i trattamenti standard. Appena 9 per cento dei pazienti che hanno ricevuto i trattamenti standard hanno avvertito gli eventi avversi seri (gradi 2 o più alto), mentre 30 per cento di quelli nel braccio di SABR hanno fatto (p=0.022). Gli effetti secondari negativi più comuni erano fatica (n=10), dispnea, o difficoltà che respira (n=9), muscolo e dolore unito (n=7), osteoalgia (n=6) o fa soffrire specificato non altrimenti (n=7). Tre pazienti nel braccio sperimentale sono morto dovuto gli eventi avversi -- uno da un ascesso polmonare ed uno dall'emorragia subdurale dopo chirurgia per riparare un'ulcera gastrica perforata in relazione con SABR ed uno da polmonite di radiazione. Mentre tali eventi possono accadere con la radioterapia standard, sono rari.

“La radioterapia Stereotactic deve essere consegnata con attenzione e da un gruppo con esperienza e c'è un piccolo rischio di effetti secondari molto seri come pure la mortalità. Ma globale, per i pazienti di cui i cancri si sono sparsi e che non si pensano che sopravvivano a altrimenti, il vantaggio globale di sopravvivenza di SABR sembra superare questi rischi in peso,„ ha detto il Dott. Palma.

Non c'erano differenze fra le due armi del trattamento nelle misure di qualità di vita, tuttavia. Punteggi sulla valutazione funzionale della terapia del Cancro: Il questionario generale (FACT-G) a sei mesi che seguono il trattamento era similmente alto per entrambi i gruppi pazienti (82,5 per SABR contro 82,6 per la terapia standard, p=0.992). I pazienti egualmente hanno riferito i simili risultati di qualità di vita sui subscales fisici, sociali, funzionali ed emozionali di FACT-G (tutto il p>0.4).

In alcuni casi, i pazienti hanno sviluppato le lesioni supplementari durante la prova. Quando questo è accaduto, ha notato il Dott. Palma, i tumori supplementari potrebbe a volte essere rimosso con successo. Poiché potevano trattare con successo un maggior numero dei siti in questi pazienti, il gruppo di ricerca ora pianificazione uno studio di approfondimento che iscriverà i pazienti con fino a 10 lesioni metastatiche, chiamato SABR-COMET-10.

“Non conosciamo il limite ascendente quanto tumori possono essere trattati con SABR,„ lui abbiamo detto. “La preoccupazione è la quantità di esposizione a radiazioni che un paziente può tollerare. Non conosciamo ancora che cosa i limiti sicuri sono. Siamo stati molto conservatori, come questa è una nuova tecnologia.„

Quasi la metà (46 per cento) dei pazienti curati con radiazione stereotactic era ancora viva dopo cinque anni, confrontati a 24 per cento nel gruppo di controllo, ha detto il Dott. Palma -- un risultato che crede incoraggierà i medici a considerare SABR come opzione del trattamento.

“Infine, la domanda di se un oncologo offrirà questo trattamento poichè il livello di cura per i pazienti oligometastatic dipenderà da quell'oncologo,„ ha detto. “Per lo meno, i medici dovrebbero considerare questo come opzione del trattamento per i loro pazienti.„

“La radioterapia Stereotactic può aumentare quanto tempo questi pazienti vivono e quanto tempo vivono senza loro cancro che ritorna e non sembra avere un impatto nocivo sulla loro qualità di vita.„

Sorgente: https://www.astro.org/News-and-Publications/News-and-Media-Center/News-Releases/2018/High-dose-radiation-therapy-substantially-improves