Studio: 12% di frequente sindrome da astinenza della cannabis di esperienza dei fumatori della marijuana

Mentre il numero degli Americani che usano regolarmente la cannabis ha scalato, così anche ha il numero di quelli che avvertono i sintomi di ritiro della cannabis. Un nuovo studio dai ricercatori al banco del postino di Columbia University del centro medico di Irving di Columbia University e di salute pubblica trova che 12 per cento di frequenti fumatori della marijuana hanno avvertito la sindrome da astinenza della cannabis (CWS), che comprende i sintomi emozionali, comportamentistici e fisici. Lo studio è pubblicato nella dipendenza della droga e dell'alcool del giornale.

CWS in primo luogo è stato incluso nel sistema diagnostico e nel manuale statistico dei disturbi mentali in sua edizione più recente, DSM-5, pubblicato nel 2013. Il nuovo studio è il primo rapporto su grande scala sul collegamento fra i disordini psichiatrici CWS e DSM-5 fra i frequenti utenti adulti della cannabis degli Stati Uniti.

“In un paesaggio in evoluzione rapida delle leggi della marijuana e degli atteggiamenti, uso della cannabis continua ad aumentare fra gli adulti americani. Di conseguenza, più informazioni sulla prevalenza e sulle componenti di ritiro clinico nella popolazione in genere sono di importanza critica,„ ha detto Deborah Hasin, PhD, professore di epidemiologia al banco del postino di Colombia della salute pubblica.

I partecipanti di studio sono stati intervistati come componente dell'indagine epidemiologica nazionale 2012-2013 sull'alcool e sulle Condizioni-III riferite (NESARC-III), la sola indagine nazionalmente rappresentativa che le misure clinicamente hanno diagnosticato la sindrome da astinenza della cannabis, che comprende sei sintomi psicologici ed uno o più sintomi fisici. Le interviste faccia a faccia nelle case dei dichiaranti sono state condotte con 36.309 partecipanti. L'analisi definitiva è stata basata su 1.527 partecipanti che erano frequenti utenti della cannabis, definiti come facendo uso delle droghe tre o più cronometra una settimana durante l'anno prima dell'intervista.

I sintomi di CWS sono stati associati con i numerosi disordini psichiatrici, l'inabilità mentale significativa e una storia della famiglia della depressione. Disordini di umore inclusi di disordini psichiatrici; disordini di ansia, compreso la fobia sociale, l'agorafobia ed il disordine di panico; disturbi di personalità; e disordine post - traumatico di sforzo.

Fra i sintomi di ritiro, riferiti il più comunemente erano nervosismo/ansia (76 per cento), ostilità (72 per cento), la difficoltà di sonno (68 per cento) e l'umore diminuito (59 per cento). Mentre i sintomi fisici sono stati riferiti frequentemente di meno che i sintomi comportamentistici ed emozionali, le emicranie, l'instabilità/tremiti e sudare erano egualmente prevalenti.

I frequenti utenti della cannabis erano soprattutto maschii (66 per cento), bianco (59 per cento), invecchiato 18-29 (50 per cento), istituto universitario istruito (49 per cento), non sposato mai (54 per cento) e con reddito domestico basso (45 per cento). Mentre la frequenza di uso (entro una settimana) non è stata associata significativamente con i sintomi di ritiro, il numero delle giunzioni fumate al giorno è stato associato significativamente con i sintomi di ritiro.

La sindrome da astinenza della cannabis non è stata associata significativamente con storia della famiglia dei problemi dell'alcool o della droga, ma significativamente è stata associata con storia della famiglia della depressione.

“La sindrome da astinenza della cannabis è una circostanza altamente rendente non valida,„ Hasin celebre, che è egualmente un professore nel dipartimento della psichiatria. “I sintomi comuni della sindrome con i disordini di ansia e depressivi richiedono consapevolezza del clinico dei sintomi di ritiro della cannabis e dei fattori connessi con per promuovere il trattamento più efficace fra i frequenti utenti della cannabis.„

In uno studio più iniziale da Hasin e dai colleghi (COLLEGAMENTO TK), i sintomi di ritiro della cannabis erano prevalenti ed associati con i disordini psichiatrici e l'intensità di uso della cannabis. Tuttavia, a quel tempo, NESARC non ha riguardato i sintomi di ritiro della cannabis DSM-5. Come nuova diagnosi, molto resta imparare circa DSM-5 CWS, secondo Hasin ed i colleghi.

“La maggior parte dei utenti di più nuovi modi di amministrazione--vaping e edibles--anche cannabis del fumo. Di conseguenza, per gli utenti nei modi all'infuori del fumo, la quantità di consumo potrebbe essere sottovalutata,„ ha detto Hasin. “Dato l'aumento nella potenza della cannabis negli ultimi decenni, le misure affidabili di sviluppo studiare l'effetto di concentrazione della cannabis ed il modo di amministrazione sarà importante nell'avanzamento della nostra comprensione della sindrome da astinenza della cannabis.„

Sorgente: https://www.mailman.columbia.edu/