I ricercatori scoprono il nuovo cavo per il meccanismo di atto della droga del diabete di tipo 2 di linea di battaglia

I ricercatori canadesi e britannici hanno scoperto come la metformina della droga del diabete di tipo 2 di linea di battaglia può lavorare per aiutare meglio le celle a prendere ed usare il glucosio. Il loro studio, pubblicato oggi nella cella prestigiosa del giornale, può anche spiegare altri effetti benefici potenziali di metformina per la prevenzione di varie malattie croniche, compreso i cancri.

Per indicare che la metformina è sembrato incitare le celle ad agire come se fossero affamate per il ferro minerale essenziale, i biochimici a Université de Montréal hanno usato un nuovo metodo per sondare simultaneamente come tutti i trattamenti biochimici delle cellule rispondono alla presenza di droga. Collaborando con i ricercatori all'istituto del torcicollo di Francis a Londra, il gruppo di UdeM ha indicato che la metformina ha un effetto globale su distribuzione del ferro in celle, con conseguente alterazione dei trattamenti biochimici essenziali.

La tecnologia novella che ha permesso questa scoperta è stata diventata nel laboratorio dell'autore principale Stephen Michnick, un professore di biochimica al andholder di UdeM di una presidenza di ricerca del Canada nell'architettura delle cellule. “Se volete conoscere che cosa una droga o qualunque altra molecola sta facendo nell'organismo, dovete esaminare tutto che continua in siete celle immediatamente,„ ha detto il Dott. Michnick. “Oggi ci sono parecchi modi fare questo, ma il nostro metodo, chiamato hdPCA, ha il merito di essere estremamente semplice eseguire ed interpretare, non invadente ed economico; può essere fatto in quasi tutto il laboratorio.„ Il metodo può essere spiegato per predire e confermare rapido come una droga potrebbe pregiudicare le celle ed identificare simultaneamente tutte le responsabilità la droga potrebbe avere se presentato negli esseri umani.

“Avevamo scelto di usare la metformina, principalmente perché era un banco di prova interessante, non avente chiaro meccanismo di atto, “ha aggiunto il primo autore dello studio, il biochimico Bram Stynen di UdeM. “Il cavo agli effetti di metformina su omeostasi del ferro era un premio di questo studio. Una connessione fra il metabolismo di ferro ed il diabete già è stata sospettata ma nessuna aveva indicato mai un effetto antidiabetico specifico di metformina in celle viventi connesse ad omeostasi del ferro.„ Il collaboratore aggiunto Markus Ralser, un biochimico al torcicollo di Francis, “questo ha molto significato; il metabolismo del glucosio molto probabilmente è emerso evolutionarily dalle reazioni chimiche ferro-dipendenti; tali relazioni chimiche non scompaiono nell'evoluzione.„

Ulteriori studi sugli animali e del cellula dovranno essere fatti per bloccarsi come l'ferro-inedia importante che imita gli effetti di metformina è al metabolismo del glucosio e come questo meccanismo potrebbe essere sfruttato meglio per migliorare i trattamenti del diabete.

Sorgente: https://www.umontreal.ca/en/