Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati scoprono i nuovi dettagli circa proteina UHRF1

I cambiamenti epigenetici svolgono spesso un ruolo importante nel cancro, perché inducono il materiale genetico ad essere letti in modo errato a determinate posizioni. I geni che sono particolarmente critici sono quelli che gestiscono la crescita e la morte delle celle. Gli scienziati a Helmholtz Zentrum München ora hanno scoperto i nuovi dettagli circa la proteina UHRF1. UHRF1 catalizza i punti particolari che sono richiesti per la tracciatura del DNA con le modifiche epigenetiche che sopprimono le parti del genoma. Come riportato “nella cella molecolare„, la molecola può servire da obiettivo per le terapie farmacologiche perché è prodotta ai livelli elevati in cellule tumorali.

Tutte le celle nel nostro organismo hanno lo stesso complemento dei geni eppure eseguono le funzioni interamente differenti. Ciò è perché i geni sono letti diversamente secondo il tipo di cella in cui si presentano. L'attività di gene è regolamentata non solo al livello della sequenza del DNA ma anche al livello epigenetico tramite varie modifiche chimiche apportate a DNA ed agli istoni. “Gli istoni sono proteine che “imballi„ i fili del DNA nel nucleo nei cromosomi. Ma egualmente svolgono un ruolo importante nell'espressione genica gestente„, dicono prof. il Dott. Robert Schneider, Direttore dell'istituto di Epigenetics funzionale (IFE) a Helmholtz Zentrum München. Insieme ad altre proteine, le molecole e gli istoni del DNA formano la cromatina. Ciò costituisce un metodo chimico per la condensazione delle informazioni genetiche all'interno di piccolo spazio del nucleo delle cellule. Pochissimo è conosciuto circa questi trattamenti regolatori che sono il fuoco della ricerca a IFE.

UHRF1: un tasto di comandi della molecola fa un passo nella metilazione del DNA

I ricercatori sanno, tuttavia, che la proteina UHRF1 (del tipo di Ubiquitin, contenendo PHD ed i domini dell'anulare) svolge un ruolo importante nella metilazione dei fili del DNA. I tag metilici sono modifiche chimiche ad una molecola del DNA che non alterano il codice genetico, cioè la sequenza delle basi del DNA. Tuttavia, pregiudicano l'attività dei geni codificati nella sequenza bassa. La metilazione delle molecole del DNA agisce solitamente per reprimere la trascrizione del gene.

UHRF1 gestisce la metilazione del DNA assicurando quello un enzima che i gruppi metilici dei attaches a DNA possono legare a cromatina formata di recente. Per compire questo compito, UHRF1 deve in primo luogo legare a cromatina formata di recente stessa e, ad un secondo punto, trasferire una molecola di ubiquitin (una piccola proteina che altera i beni di altre proteine) ad una proteina dell'istone. A questo scopo, UHRF1 utilizza i vari domini della proteina, le regioni con le strutture tridimensionali speciali e le funzioni nella stessa molecola.

“Precedentemente non è stato conosciuto esattamente come questo funziona,„ dice il Dott. Fino a Bartke, vice direttore del IFE, che ha sorvegliato lo studio. Insieme al suo Dott. Benjamin lo Foster (ricercatore post-dottorato del collega al IFE), ha applicato i vari metodi allo scopo di fare luce su questo punto di ubiquitin-trasferimento, compreso la reticolazione chimica delle molecole, gli studi spettroscopici della massa e l'uso delle molecole recombinanti della cromatina che sono state modificate con i gruppi metilici. “Abbiamo trovato che un dominio del tipo di ubiquitin (UBL) deve essere presente trasferire le molecole di ubiquitin„, Bartke dice. Ciò è un elemento strutturale speciale in questione nelle riorganizzazioni di UHRF1 dopo che ha limitato a cromatina. In collaborazione con un gruppo di ricerca piombo dal Dott. Sebastian Bultmann all'università Monaco di Baviera di Ludwig-Maximilians, i ricercatori potevano egualmente indicare che il dominio di UBL è richiesto per la metilazione di DNA in celle.

“La nostra analisi del meccanismo enzimatico di UHRF1 rivela una funzione inattesa del dominio di UBL e definisce un nuovo ruolo di questo dominio nella metilazione del DNA,„ lo scienziato spiega. Poiché altri gruppi hanno trovato le concentrazioni elevate di UHRF1 in parecchi cancri, compreso il polmone ed il cancro colorettale, la proteina, crede, è ben adattato come obiettivo per le terapie future.