La proteina CDK2 svolge il ruolo chiave nel danno causato da doxorubicina, studio del cuore dei ritrovamenti

Un nuovo studio dai ricercatori di Washington State University suggerisce che una proteina abbia chiamato i giochi CDK2 un ruolo critico nel danno del cuore causato da doxorubicina, una droga comunemente usata della chemioterapia.

Facendo uso di un modello del roditore, i ricercatori hanno indicato che la doxorubicina aumenta l'attività CDK2 in celle di muscolo cardiaco, con conseguente morte delle cellule. Che cosa è più, hanno dimostrato quella che sopprime i livelli CDK2 alleviati danneggiamento delle celle di muscolo cardiaco dopo il trattamento con doxorubicina.

Pubblicato nel giornale della biochimica, la loro individuazione ha potuto essere usata come la base per lo sviluppo futuro delle strategie e delle droghe del trattamento per diminuire il rischio della malattia di cuore nei superstiti del cancro, particolarmente quelli curati nell'infanzia.

Malattia di cuore dopo trattamento del cancro

I miglioramenti recenti nella diagnosi e nel trattamento di cancro hanno aumentato le probabilità di sopravvivenza dei malati di cancro. Negli Stati Uniti, 16 milione di persone stimato -- o 5 per cento della popolazione -- sono i superstiti del cancro. Dopo la ricorrenza del cancro, la malattia di cuore è la causa della morte di numero uno in questo gruppo. La tossicità del cuore connessa con l'uso di doxorubicina e delle droghe riferite della chemioterapia è probabilmente responsabile del rischio aumentato dei superstiti del cancro di sviluppare la malattia di cuore.

“La doxorubicina è molto efficace alla crescita gestente del tumore, ma una volta utilizzato nelle grandi dosi che cumulative danneggia le celle di muscolo cardiaco che possono, piombo col passare del tempo alla malattia di cuore,„ ha detto lo studio l'autore Zhaokang Cheng, assistente universitario nell'istituto universitario di WSU della farmacia e delle scienze farmaceutiche.

Per capire meglio come questo funziona al livello molecolare, Cheng ed il suo gruppo di ricerca hanno esaminato la chinasi cyclin-dipendente 2 (CDK2), una proteina di cui fa parte di una famiglia più di 20 CDKs che sono stati implicati nella crescita del cancro.

CDKs è proteine essenziali nella moltiplicazione e nella divisione dei tipi differenti delle cellule, particolarmente durante lo sviluppo. Mentre i tumori si sviluppano, le cellule tumorali mostrano i livelli aumentati di attività di CDK, mentre celle di muscolo cardiaco -- quale non rigenerano in adulti -- mostri i bassi livelli di CDK.

Livelli di CDK nel cancro contro le celle di muscolo del cuore

Come componente del loro studio, il gruppo di ricerca ha esposto un gruppo di mouse a doxorubicina ed ha osservato i sui effetti sulle celle di muscolo cardiaco ed i livelli di CDK2 in quelle celle, rispetto ai mouse di controllo. I mouse che hanno ricevuto la doxorubicina indicata hanno aumentato la morte delle cellule di muscolo cardiaco ed hanno elevato l'attività CDK2 in celle di muscolo cardiaco, che hanno sorpreso.

“È stato che la chemioterapia fa diminuire l'attività di CDK in cellule tumorali e che questa è compresa nella fermata della crescita del tumore,„ Cheng conosciuto ha detto. “Interessante, sebbene, quando abbiamo esaminato i livelli di CDK nel cuore, la chemioterapia aumenti l'attività di CDK, che era l'opposto di che scienziati stavano ritenendo.„

Cioè mentre la doxorubicina induce le cellule tumorali a smettere di crescere, sembra incitare le celle di muscolo cardiaco a cominciare crescere. Poiché la doxorubicina uccide le cellule tumorali causando il danno del DNA, Cheng suggerisce che il DNA nocivo nella moltiplicazione delle celle di muscolo cardiaco finalmente induca quelle celle a smettere di ripiegare e morire, indebolendo il cuore. Ha detto che potrebbe anche spiegare perché bambini -- di chi cuori ancora stanno sviluppando -- sia più sensibile alla tossicità del cuore dal trattamento di chemioterapia.

Inibitore di CDK per diminuire tossicità del cuore

Dopo, i ricercatori hanno guardato per vedere se CDK2 d'inibizione potrebbe fermare la crescita delle cellule del cuore e proteggere il cuore da da danno indotto da doxorubicina. Hanno trattato un gruppo di mouse con sia doxorubicina che il roscovitine -- una sostanza immunosopressiva che inibisce selettivamente CDK2 -- e trovato che la funzione del cuore in quei mouse è stata conservata. Gli stessi risultati egualmente sono stati confermati in celle del cuore del ratto.

Le manifestazioni di studio presto promettono che le droghe dell'inibitore di CDK potrebbero essere usate per evitare la tossicità del cuore in pazienti che sono trattati con la doxorubicina.

Gli inibitori di CDK sono una più nuova classe di droghe anticancro. Soltanto tre tali droghe -- palbociclib, ribociclib e abemaciclib -- sono corrente approvati dalla FDA per il trattamento dei tipi differenti di cancri al seno, mentre gli altri dozzine circa stanno provandi nei test clinici.

“I nostri risultati suggeriscono che quello combinare la doxorubicina con un inibitore di CDK potrebbe essere una strategia possibile per i cuori dei pazienti proteggenti mentre stanno trattandi per cancro,„ Cheng abbia detto. “Potrebbe fornire un effetto anticancro molto più forte la meno tossicità al cuore.„

Sorgente: https://news.wsu.edu/2018/11/07/new-study-shows-promise-preventing-heart-disease-cancer-survivors/