La scansione del collo individua il modo di demenza prima che i sintomi compaiano

I ricercatori hanno indicato che i segni in anticipo di demenza potrebbero essere individuati da una breve scansione semplice del collo della persona. I sintomi reali di demenza potrebbero essere veduti fino a 10 anni dopo che questi segni sono visibili sulle scansioni che aggiungono. Se risultato robusto per tutti i casi, questa prova ha potuto presto diventare sistematico per la schermatura delle persone invecchiate mezzo e la classificazione loro come ad alto rischio per demenza più successivamente nella vita.

I ricercatori all'University College di Londra (UCL) hanno esaminato la resistenza di un impulso che viaggia al cervello via il collo dal cuore. L'intensità di questo impulso dal cuore alle parti del corpo differenti varia spesso. I grandi vasi sanguigni sono normalmente elastici ed assorbono l'intensità principale di impulso dal cuore dovuto la loro elasticità della parete. Ciò piombo a diminuire l'intensità di impulso che i viaggi al cervello e così previene danni to i vasi sanguigni delicati e sottili del cervello, il gruppo spiega.

Cervello di MRI del paziente di demenza con l
Cervello di MRI del paziente di demenza con l'asimmetria parietale sinistra di atrofia. Shutterstock/Atthapon Raksthaput

Come persona invecchia, l'elasticità della parete delle arterie è persa e diventano rigidi. Ciò significa che l'intensità completa dell'impulso di battimento di cuore raggiunge il cervello via le arterie irrigidite. Ciò può danneggiare i più piccoli e vasi sanguigni più delicati del cervello in grado di finalmente danneggiare il cervello ed i sui tessuti che piombo alla demenza. Ci sono mini-colpi poichè questi vasi sanguigni delicati sono danneggiati e formano le nuove reti e subiscono i mutamenti strutturali. Questi cambiamenti sono tutti contribuenti alle demenze, gli autori spiegano.

Per questo studio il gruppo ha guardato a circa 3.200 partecipanti di mezza età che sono stati seguiti per una media di 15 anni per vedere se fossero ad ad alto rischio di demenza. Hanno subito nel 2002 una prova di ultrasuono del collo per vedere se la loro intensità di impulso al cervello. Inoltre le prove di funzioni di memoria e della soluzione dei problemi egualmente sono state effettuate su questi partecipanti al riferimento. I risultati hanno indicato che coloro che ha avuto il più alta intensità di impulso erano 50 per cento più probabili da mostrare un declino accelerato o rapido di progressione nelle abilità conoscitive nel corso di seguenti 10 anni confrontati a coloro che ha avuto un'intensità più bassa. Il gruppo ha registrato i loro risultati per ottenere altri fattori che possono influenzare i rischi di demenza quali l'età, la pressione sanguigna, l'obesità, la presenza di diabete ed altre malattie di cuore.

Secondo i ricercatori, la scansione del collo potrebbe predire che “il rischio segna più successivamente„ per demenza nella vita e l'intensità aumentata di impulso è stata associata con un declino significativo nella memoria, pensante, la soluzione dei problemi, linguaggio ecc.

Il Dott. Scott Chiesa, ricercatore post-dottorato a UCL in un'istruzione ha detto, “questi risultati dimostrano il primo legame diretto fra l'intensità dell'impulso trasmesso verso il cervello con ogni battito cardiaco ed i danni di futuro nella funzione conoscitiva. È quindi una causa facilmente misurabile e potenzialmente trattabile del declino conoscitivo in adulti di mezza età che possono essere macchiati bene in anticipo.„

Lo studio è stato finanziato dalle fondamenta britanniche del cuore. Il professor Metin Avkiran, il Direttore medico del socio del BHF ha detto che questo potrebbe presto trasformarsi in in uno strumento per individuare il modo di demenza prima che i sintomi comparissero. Ha aggiunto, “di che cosa abbiamo bisogno ora siamo ulteriore ricerca, per esempio per capire se lo stile di vita cambiasse e medicine che diminuiscono l'intensità dell'onda di impulso egualmente ritardano il declino conoscitivo.„ A partire ora dalla conservazione la pressione sanguigna e dei livelli di colesterolo nell'assegno con il farmaco appropriato una volta prescritto, oltre ad una dieta sana e ad un esercizio regolare può contribuire a tenere la demenza alla campata dicono gli esperti.

Il gruppo sta presentando i risultati di questo studio alla conferenza scientifica di sessioni di associazione americana del cuore in Chicago.

Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2018, November 11). La scansione del collo individua il modo di demenza prima che i sintomi compaiano. News-Medical. Retrieved on December 11, 2019 from https://www.news-medical.net/news/20181111/Neck-scan-detects-dementia-way-before-symptoms-appear.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "La scansione del collo individua il modo di demenza prima che i sintomi compaiano". News-Medical. 11 December 2019. <https://www.news-medical.net/news/20181111/Neck-scan-detects-dementia-way-before-symptoms-appear.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "La scansione del collo individua il modo di demenza prima che i sintomi compaiano". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20181111/Neck-scan-detects-dementia-way-before-symptoms-appear.aspx. (accessed December 11, 2019).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2018. La scansione del collo individua il modo di demenza prima che i sintomi compaiano. News-Medical, viewed 11 December 2019, https://www.news-medical.net/news/20181111/Neck-scan-detects-dementia-way-before-symptoms-appear.aspx.