I ricercatori di Salk ricevono $19,2 milioni per disfare i misteri del declino conoscitivo relativo all'età

Un gruppo dei ricercatori dell'istituto di Salk piombo da Presidente Rusty Gage ha ricevuto $19,2 milioni in otto anni dall'iniziativa americana di Associazione-Allen del cuore nella salubrità del cervello e nel danno conoscitivo studiare i meccanismi che sono alla base del morbo di Alzheimer e del declino conoscitivo in relazione con l'invecchiamento e scoprire le nuove terapie. Questa impresa stampata in neretto analizzerà completamente le interazioni fra cinque aree di tasto a salubrità del cervello: proteine, geni, metabolismo, infiammazione e epigenetics.

“All'istituto di Salk, abbiamo inventato un modo completamente nuovo di avvicinamento del Alzheimer e di invecchiamento della ricerca,„ dice il calibro, un ricercatore di fama mondiale in neuroscienza e la genetica che tiene il Vi e la presidenza di John Adler per la ricerca sulla malattia relativa all'età di Neurodegenerative. “Con il supporto generoso del gruppo di Paul G. Allen Frontiers, dell'associazione americana del cuore e di altri donatori filantropici a questa iniziativa, crediamo che possiamo fare i progressi significativi nella diagnosi e nel trattamento di Alzheimer ed altre malattie conoscitive relative all'età.„

Un disordine in relazione con l'invecchiamento che provoca la perdita di memoria severa, morbo di Alzheimer rappresenta una crisi di salubrità globale con i preventivi che suggeriscono quello

Per rispondere a questo bisogno critico, misuri piombo un gruppo pluridisciplinare di 10 scienziati di Salk, tutti i luminari nei loro rispettivi campi attraverso metabolismo, l'immunologia ed infiammazione, la genetica e epigenetics e l'analisi della proteina. Il gruppo interdisciplinare con attori famosi crede che Alzheimer ed altri disordini relativi all'età del cervello siano avviati non da un singolo evento, ma tramite un errore del complesso, sistemi biologici interdipendenti nel nostro organismo che cominciano ripartire mentre invecchiamo. L'errore in qualunque di questi sistemi può causare ad un arresto del tipo di domino quel i risultati nei disordini del cervello di devastazione come Alzheimer. Studiando le reti che tengono i nostri cervelli sani, il gruppo mira a rivelare i nuovi obiettivi per la ricerca ed i biomarcatori terapeutici del declino conoscitivo della fase iniziale.

“Il fatto che i numerosi test clinici durante i parecchi decenni passati non hanno reso le efficaci terapie indica la natura complessa del neurodegeneration,„ dice il professor Susan Kaech, Direttore del centro del NOMIS di Salk per il Immunobiology e la patogenesi, supporto della presidenza di NOMIS e un membro del gruppo della direzione del progetto. “Siamo riconoscenti per questo supporto, che ci aiuterà ad imparare più circa il ruolo di infiammazione in Alzheimer e come pregiudica altri trattamenti cellulari connessi con questa malattia. Siamo promettenti questo lavoro piombo alle innovazioni che l'umanità ha bisogno di così disperatamente.„

Per compire questo, i gruppi di ricerca di Salk stanno mettendo a punto i metodi di avanguardia per studiare l'invecchiamento e neuroni malati ed altre cellule cerebrali attraverso le colture cellulari, i organoids del cervello e un nuovo modello del primate di invecchiamento conoscitivo. Oltre a questi progressi tecnologici, il gruppo userà gli algoritmi di apprendimento automatico specializzati che possono integrare i diversi gruppi di dati, permettendo che gli scienziati identifichino i tipi delle cellule e le vie biologiche più critici per invecchiamento del cervello.

“L'età è il più grande fattore di rischio per una diversità delle malattie devastanti compreso Alzheimer, malattia di cuore e cancro,„ dice il professor gennaio Karlseder, un membro del gruppo della direzione del progetto che dirige il centro di Glenn per biologia della ricerca di invecchiamento e tiene la presidenza di Darlene e di Donald Shiley. “Poiché gli effetti di invecchiamento sono stessi completi, adottare un approccio sistemico sembra promettente. Molto apprezziamo la generosità del gruppo di Paul G. Allen Frontiers e dell'associazione americana del cuore nel supporto della questa ricerca per avanzare la nostra comprensione dell'invecchiamento.„

“Gli approcci innovatori che sono succeduto con questa iniziativa sono un chiaro testamento all'eredità di Paul G. Allen del fondatore dell'istituto di Allen nella scienza,„ dice Allan Jones, il PhD, presidente e direttore generale dell'istituto di Allen. “Paul ha ispirato tutti noi ogni giorno per affrontare i problemi duri che richiedono approcci sistematici e completi per risolvere e questi nuovi gruppi di ricerca sono un esempio perfetto di quel modo di pensare circa i misteri nella scienza e sanità.„

Sorgente: https://www.salk.edu/news-release/salk-awarded-19-2-million-by-the-american-heart-association-allen-initiative-to-study-alzheimers-and-aging-in-the-brain/