Le cellule staminali del Cancro dipendono dal metabolismo dell'amminoacido e sta risultando essere il loro tallone di Achille

Pensi al metabolismo energetico come una macchina per fare i popcorn del partito: L'operazione di ripresa del qualcosa a parte rilascia un colpo. La maggior parte delle vostre celle operazione di ripresa a parte lo zucchero per rilasciare “il colpo„ di energia. A volte operazione di ripresa a parte i grassi ed in un pizzico, le celle possono anche metabolizzare la proteina.

Le cellule tumorali fanno un poco diversamente le cose. In primo luogo, la maggior parte delle cellule tumorali continuano a dipendere da glucosio, ma cambiano “da respirazione cellulare„ (che richiede l'ossigeno), “a glicolisi„ (che può accadere con o senza ossigeno). Un'università di studio del centro del Cancro di colorado pubblicato oggi nella cellula tumorale del giornale indica che le cellule staminali del cancro adottano un terzo approccio: Attaccano con respirazione cellulare, ma passano dal metabolismo dello zucchero a metabolizzare la proteina, o più precisamente gli amminoacidi, che sono le particelle elementari di proteina.

Le celle in buona salute non devono metabolizzare la proteina. Lo studio corrente indica che le cellule staminali del cancro devono metabolizzare la proteina. E questa differenza sta risultando essere un tallone di Achille che permette che i ricercatori mirino alle cellule staminali di cancro senza nuocere alle celle in buona salute - l'approccio già ha provato efficace nei test clinici contro la promessa delle tenute e di leucemia mieloide acuta per altri cancri compreso il petto, pancreatico ed il fegato.

“Nella leucemia mieloide acuta, abbiamo ottenuto niente male ad uccidere la massa delle cellule tumorali, ma una piccola popolazione delle cellule staminali del cancro è fornita unicamente per resistere a queste terapie e queste cellule staminali sopravvivono a spesso per ricominciare più successivamente la circostanza. Abbiamo avuto bisogno di un modo specificamente mirare alle cellule staminali del cancro e guarda come questo potrebbe sia,„ dice Craig Giordania, PhD, ricercatore all'università di centro del Cancro di colorado, capo di divisione della divisione dell'ematologia ed il professore di Nancy Carroll Allen dell'ematologia all'università di scuola di medicina di colorado.

Infatti, la Giordania ha passare più di 20 anni che stendono il fondamento scientifico per questo attacco contro le cellule staminali di cancro ed ora appena nei sei mesi scorsi, con un turbine di neve delle pubblicazioni importanti, il lavoro dal suo gruppo piombo non solo a comprensione aumentata di queste celle tenaci, ma ai trattamenti che possono cambiare il livello di cura per la leucemia mieloide acuta e forse altri cancri pure. In un test clinico recente, i pazienti con la leucemia mieloide acuta che non erano candidati per il trapianto del midollo osseo sono stati curati con il venetoclax della droga, che blocca l'abilità delle cellule agli amminoacidi di assorbimento.

“La chemioterapia convenzionale non è efficace per la maggior parte dei pazienti con la leucemia mieloide acuta. I nuovi risultati con venetoclax guardano molto promettenti,„ la Giordania dice. I risultati di test clinico egualmente sono pubblicati oggi nella medicina della natura del giornale, con primo Daniel Pollyea autore, MD. I cerchi di studio correnti di nuovo al puntiforme perché il test clinico riusciva così.

Molto basicamente, una serie di studi svolti da primo Courtney Jones autore, il PhD ed altri nel laboratorio della Giordania hanno indicato che le cellule staminali di leucemia (o non possa forse) non passano da respirazione cellulare a glicolisi come le cellule tumorali più mature. Invece, passano dal metabolismo del glucosio a metabolizzare gli amminoacidi - infatti, vengono assolutamente a dipendere dal metabolismo degli amminoacidi per energia, così tanto in modo che quando l'abilità delle cellule staminali di leucemia agli amminoacidi di assorbimento è interrotta, queste celle muoiano.

“La ricerca di Courtney rappresenta un punto chiave nella comprensione come sradicare meglio le cellule staminali di leucemia. Con i suoi risultati come base, credo che possiamo ora muoverci in avanti per creare le terapie ancor più efficaci,„ la Giordania dice.

Il venetoclax della droga ferma le cellule staminali di leucemia da potere usare gli amminoacidi per energia. Nel laboratorio ed ora nella clinica, quando i ricercatori hanno curato i pazienti di AML con venetoclax, le cellule staminali di leucemia sono morto. D'importanza, perché le celle in buona salute non dipendono dal metabolismo dell'amminoacido, il venetoclax ha ucciso le cellule staminali di leucemia senza nuocere alle celle in buona salute.

Interessante, era soltanto pazienti di AML che sono stati curati con venetoclax come loro primo trattamento che ha mostrato così risposta drammatica.

“Quando i pazienti sono stati curati con altre terapie in primo luogo, le cellule staminali di leucemia sono state spinte per differenziare e un certo metabolismo dei lipidi adottato,„ Jones dice.

Quando quei pazienti successivamente sono stati curati con venetoclax, la droga ha ucciso le cellule staminali del cancro che hanno continuato a dipendere dal metabolismo dell'amminoacido, ma era inefficace contro le cellule staminali del cancro che avevano passato al metabolismo dei lipidi. Era come se il metabolismo dei lipidi fornisse un viale della fuga per queste celle e quando anche una piccola popolazione delle cellule staminali di leucemia poteva resistere alla terapia, potevano più successivamente ricominciare la crescita della malattia.

I lavori futuri del gruppo sperano di esplorare la possibilità di inibizione del metabolismo dei lipidi con il metabolismo dell'amminoacido per uso con i pazienti di AML di cui i cancri hanno resistito a o ricaduto dopo le terapie precedenti.

“In questo documento, riferiamo un pezzo importante di scienza che descrive una vulnerabilità di queste cellule staminali di leucemia e nel documento che della medicina della natura descriviamo un trattamento che sfrutta con successo questa vulnerabilità,„ la Giordania dice. “Crediamo che questo tipo di terapia sia appena l'inizio di che cosa può trasformarsi in in un assolutamente nuovo modo di trattamento della leucemia. Ora la nostra sfida è di ottimizzare questo trattamento nella leucemia mieloide acuta, mentre possibilmente ampliandola per uso in altre impostazioni in cui le cellule staminali del cancro continuano a determinare lo sviluppo, la crescita e la ricaduta di cancro.„

Sorgente: https://coloradocancerblogs.org/cancer-stem-cells-get-energy-from-protein-and-its-proving-to-be-their-achilles-heel/