L'obesità aumenta significativamente il rischio di diabete di tipo 2 e di coronaropatia

Lo studio ha usato i dati genetici di più di 880.000 partecipanti

Un'analisi genetica della clinica di Cleveland ha trovato che l'obesità stessa, non appena gli effetti sulla salute avversi connessi con, aumenta significativamente il rischio di diabete di tipo 2 e di coronaropatia. Il documento è stato pubblicato oggi nel giornale della rete di American Medical Association aperta.

Coronaropatia - e le complicazioni che risultano da, quali gli attacchi di cuore ed il guasto di cuore è la causa principale della morte negli Stati Uniti ed attraverso il mondo. Mentre altri fattori come ricco in colesterolo sono stati legati alla coronaropatia, l'associazione fra l'obesità e la malattia cardiovascolare non è stata stabilita chiaramente.

Per questo studio, i ricercatori hanno eseguito una meta-analisi di cinque studi con più di 880.000 partecipanti. I ricercatori hanno esaminato le variazioni genetiche dei partecipanti facendo uso di un metodo chiamato casualizzazione di Mendelian, che offre la comprensione nelle relazioni fra i rischi sanitari ed i risultati di salubrità. Contando sui dati genetici, questo metodo elimina la confusione, o esterno, variabili che possono influenzare estraneo i risultati, come fumo, ipertensione, o colesterolo elevato. La casualizzazione mendeliana non può provare la causalità, ma può essere indicativa di un'associazione causale - come era il caso in questo studio.

“Questo studio è importante perché possiamo concludere che non è solamente scompone come ipertensione, ricca in colesterolo o mancanza di esercizio che tende a venire con l'obesità che è nocivo - il grasso in eccesso stesso è nocivo,„ ha detto Haitham Ahmed, M.D., l'autore senior dello studio e un cardiologo preventivo alla clinica di Cleveland. “I pazienti possono pensare il loro rischio cardiovascolare si attenui se i loro altri fattori di rischio sono normali o stante trattati, ma questo studio suggerisce che non possiate trascurare il peso extra. I medici dovrebbero prendere nota ed assicurarsi stanno consigliando i loro pazienti circa perdita di peso in un modo completo e di collaborazione.„

Lo studio ha indicato che ogni aumento cinque punti in BMI, per esempio da un BMI di 25 ad un BMI di 30, ha aumentato le probabilità del diabete di tipo 2 di 67 per cento e della coronaropatia da 20 per cento. Alla luce della casualizzazione mendeliana, questi aumenti sono probabilmente indipendenti dai fattori di rischio tradizionali. Ciò significa la tenuta di rischi vera anche se il paziente ha, zucchero normale per esempio, del colesterolo, di pressione sanguigna e di sangue. Tre degli studi hanno analizzato il colpo anche incluso come risultato clinico, ma i ricercatori non hanno trovato un'associazione significativa fra l'obesità ed il colpo di tutto causa.

“È molto importante riconoscere che mentre i fattori di stile di vita certamente contribuiscono all'obesità, l'obesità non è semplicemente una scelta di stile di vita. È una malattia e c'è grande influenza genetica sul vostro peso,„ il Dott. Ahmed ha detto. “I nostri dati indicano che le quasi 100 variazioni genetiche influenzano lo sviluppo dell'obesità e successivamente aumentano il vostro rischio di malattia di cuore.„

Secondo il CDC, 39,8 per cento degli adulti degli Stati Uniti sono obesi. Nel frattempo, i rapporti dell'organizzazione mondiale della sanità 13 per cento della popolazione adulta del mondo è obesi e quello che la prevalenza dell'obesità ha triplicato fra 1975 e 2016. Le tariffe dell'obesità, con le tariffe della malattia cardiovascolare e del diabete, si pensano che continuino ad essere in rialzo, se le tendenze correnti continuano.

Sorgente: https://newsroom.clevelandclinic.org/2018/11/16/cleveland-clinic-genetic-analysis-links-obesity-with-diabetes-coronary-artery-disease/