Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La ricerca scopre la nuova prova del collegamento fra inquinamento atmosferico e cancro

L'università di esperti di Stirling ha scoperto la nuova prova del collegamento fra inquinamento atmosferico e cancro come componente di nuovo studio di salute sul lavoro.

Il gruppo, dalla facoltà delle scienze e dello sport di salubrità, ha analizzato il caso di una donna che ha sviluppato il cancro al seno dopo avere speso 20 anni che lavorano come guardia di frontiera al valico di frontiera commerciale più occupato in America settentrionale.

La donna era uno di, almeno, altre cinque guardie di frontiera che hanno sviluppato il cancro al seno entro 30 mesi di a vicenda e, ad un altro incrocio vicino, un cluster altri di sette casi è stato notato.

Il Dott. Michael Gilbertson, che ha lavorato con il Dott. JIM Brophy del collega, ha detto che i loro risultati “arguisca una relazione causale„ fra cancro al seno e le esposizioni molto alte ad inquinamento atmosferico in relazione con il traffico che contiene gli agenti cancerogeni mammari. Un collegamento fra il lavoro di turno di notte ed il cancro egualmente è stato identificato.

Il Dott. Gilbertson ha detto: “Questa nuova ricerca indica il ruolo di inquinamento atmosferico in relazione con il traffico nel contributo all'incidenza aumentante di cancro al seno nella popolazione in genere.

“Con questi conoscenza nuova, industria e governo può pianificazione per le progettazioni nuove affinchè gli impianti industriali e commerciali riduca le esposizioni professionali ad inquinamento atmosferico in relazione con il traffico ed affinchè il lavoro a turni programmare minimizzi la rottura dei reticoli di sonno.„

Il DRS Gilbertson e Brophy ha messo a fuoco sul caso della compensazione del lavoratore della donna, che è stata occupata dall'agenzia di servizi del confine del Canada per due decadi all'ambasciatore Bridge, che attraversa il Detroit River fra Windsor, Ontario e Detroit, Michigan.

Il ponte - il valico di frontiera commerciale più occupato in America settentrionale - porta 12.000 camion e 15.000 automobili ogni giorno. L'inquinamento atmosferico è severo e le guardie di frontiera nelle cabine di traffico inalano molti agenti cancerogeni, compreso quelle che provocano il cancro al seno.

La donna - uno almeno di cinque colleghi che hanno sviluppato il cancro al seno entro 30 mesi di a vicenda - è stata diagnosticata con il suo primo periodo di cancro al seno all'età di 44 ed in secondo luogo a 51. Considerevolmente, un altro cluster di sette casi del cancro si è presentato ad un secondo passaggio, il tunnel di Detroit-Windsor, che si trova quattro miglia dal ponte.

Il cluster dei casi in personale al ponte era 16 volte più superiore alla tariffa nel resto del paese - ci sono di meno che quello nella probabilità 10.000 che questo potrebbe accadere per caso. Inoltre, i cluster sono stati caratterizzati dai casi del cancro al seno che erano inizio e premenopausal iniziali con le ricorrenze.

Gli scienziati hanno analizzato le circostanze del caso - sentito dal tribunale di appelli di sicurezza e di assicurazione del posto di lavoro (WSIAT) - applicando i criteri della collina di Bradford - un gruppo di nove principi che sono utili nell'instaurazione della prova epidemiologica di una relazione causale fra una causa presunta e un effetto osservato. I criteri considera la resistenza, la consistenza, la specificità, la temporalità, il gradiente biologico, la plausibilità, la coerenza, l'esperimento e l'analogia.

Il caso ha messo a fuoco sopra se la donna ha avuta una predisposizione geneticamente ereditata per sviluppare il cancro al seno a causa dei geni soppressori disfunzionali del tumore BRCA1/2. È stato trovato che i suoi soppressori del tumore BRCA1/2 non stavano funzionando - ma quello non è stato connesso a lei ha ereditato i geni. Questa circostanza è conosciuta come “BRCAness„ ed è sporadica, piuttosto che un cancro al seno ereditato.

Il gruppo di Stirling esaminatore se la disfunzione potenzialmente è stata causata tramite le esposizioni professionali ad inquinamento. Un esame della ricerca precedente ha confermato che BRCA1 può “essere fatto tacere„ tramite le esposizioni alle diossine ed agli idrocarburi aromatici policiclici - entrambi hanno trovato nei vapori di scarico.
Inoltre, l'altra ricerca ha indicato che BRCA2 è degradato rapido in presenza delle aldeidi - anche componenti dei vapori di scarico.

“C'è la molto più ricerca da intraprendere,„ il Dott. Gilbertson ha detto. “Ma ora abbiamo meccanismi plausibili per arguire come i soppressori del tumore BRCA1/2 in questa guardia di frontiera alto-esposta sono stato disfunzionali e probabilmente contribuiti all'epidemia in corso dell'inizio sporadico e iniziale, cancro al seno premenopausal fra i suoi colleghi.

“Questi scoppi di cancro al seno rappresentano una nuova malattia professionale che provvisoriamente stiamo chiamando “BRCAness professionale„.„

I lavoratori di prima linea egualmente hanno identificato il lavoro di turno di notte come fattore di contributo potenziale alla loro alta incidenza di cancro al seno.

DRS Gilbertson e Brophy considerati se il lavoro di turno di notte potrebbe esacerbare le esposizioni agli agenti cancerogeni mammari nell'inquinamento atmosferico in relazione con il traffico.

Hanno indicato uno studio precedente che comprende i ratti che hanno trovato quelli esposti ai tumori sviluppati luce del giorno continua 36 per cento più veloci - ed ha avuto 60 per cento più tumori - che quelli sottoposti ad un fotoperiodo normale.

Significativamente, il WSIAT ha rifiutato il caso della donna.

Riflettendo sui risultati, il Dott. Gilbertson è continuato: “Ripesando la prova scientifica facendo uso di una struttura medicolegale di consenso - i criteri di Bradford della collina - permessa a noi per mostrare la quantità di prova che il WSIAT aveva trascurato nell'allontanamento del questo caso della compensazione del lavoratore.„

Ha aggiunto: “Questo genere di ricerca legale dipende dalla chiedere le nuove domande basate sulle conclusioni dalla prova attuale e una volontà seguire i cavi nei settori scientifici poco familiari.

“La parte piacevole era di trovare che altri scienziati in altre discipline già avevano fornito le risposte credibili che potrebbero poi essere montate nella struttura della collina del indicia per questo caso specifico che può spiegare i cluster.„